Apri il menu principale

Subaru WRX

autovettura del 2014 prodotta dalla Subaru
Subaru WRX
2015 Subaru WRX (VAG MY15) Premium sedan (2015-07-15) 01.jpg
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Subaru
Tipo principale Berlina
Produzione dal 2014
Sostituisce la Subaru Impreza (2007)
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4580 mm
Larghezza 1740 mm
Altezza 1465 mm
Passo 2644 mm
Massa 1320 kg
Altro
Altre antenate Subaru Impreza
Stessa famiglia Subaru Levorg, Subaru XV
Auto simili Volkswagen Golf GTI
Ford Focus RS
Audi RS3
2015 Subaru WRX (VAG MY15) Premium sedan (2015-07-15) 02.jpg

La Subaru WRX è la denominazione che dal 2014 è utilizzata su vari mercati per definire la berlina prodotta dalla Subaru in sostituzione della Subaru Impreza, la cui quarta generazione era stata presentata nel 2011.

DescrizioneModifica

 
Il motore turbocompresso boxer Subaru EJ20 di una WRX STi

Quest'auto è la prima della serie WRX a non avere un motore derivato dall'EJ di serie; monta infatti, un nuovo 2.0 denominato FA20F, con iniezione diretta e doppio turbocompressore, situato nell'avantreno dell'auto, invece che a fianco del terzo pistone, e ciò rende più basso il centro di gravità dell'auto, che misura 500 mm[1]. Questo motore, rispetto al vecchio EJ, ha una curva di coppia più ampia e 3 CV in più.

Fino ad ora il motore delle WRX era associato solo ad un cambio manuale 5 marce, mentre ora sono disponibili un cambio manuale 6 marce e, nelle versioni Premium e Limited, un cambio automatico a variazione continua CVT con palette al volante, che può essere impostato su più programmi: Intelligent, la modalità che consuma meno, adatta tutti i giorni, Sport, la modalità aggressiva che imita un cambio 6 rapporti, per strade deserte e circuiti, e Sport#, adatta esclusivamente alla pista, imita un cambio automatico da 8 rapporti, ma le migliori prestazioni si ottengono con il cambio manuale[1].

La WRX è stata accolta dai giornalisti con pareri contrastanti. In generale viene elogiata come comportamento in pista, ma viene criticata per la scarsa abitabilità.

Nel 2016 la versione Premium è stata aggiornata ed ora ha più comfort e comodità, con fari LED e sedili riscaldabili.

La WRX STIModifica

 
La WRX STI
 
La WRX STI vista posteriore

La Subaru WRX STI ha debuttato nel 2014 assieme alla WRX, della quale è la versione estrema. Monta lo stesso motore della precedente generazione, un 2.5 boxer 4 cilindri EJ257 con doppio AVCS, ma con modifiche alla ECU che aggiungono 6 kW, per un totale di 227 kW (310 CV), anche se tali modifiche comportano la riduzione della coppia, che ora è di 394 Nm. Per evitare il danneggiamento del motore, la linea rossa del contagiri ora arriva a 7100. Rispetto alla WRX, che monta un servosterzo elettrico, la WRX STI monta un servosterzo idraulico, ed il rapporto della cremagliera dello sterzo è di 13:1, rispetto ai 15:1 della WRX. La WRX STI è disponibile con o senza ala, in base alle esigenze, perché potrebbe intralciare l'utilizzo del bagagliaio, ma aumenta la portanza in pista.

Versioni specialiModifica

 
Interni di una Subaru WRX STI S207 del 2016

Della WRX STI sono state create tre diverse versioni speciali:

La WRX STI Launch Edition, venduta con il colore Rally Blue Pearl assieme a cerchi BBS da 18 pollici color oro. Tutti e mille gli esemplari sono stati venduti in Nord America.

La WRX STI S207, venduta in sole 400 unità destinate al mercato giapponese. È equipaggiata con un motore da 323 CV e 431 Nm di coppia, lo sterzo a cremagliera rapporto 11:1, sedili Recaro STI-spec, sospensioni anteriori DampMatice freni Brembo. 200 di queste WRX STI saranno equipaggiate con il NBR Challenge Package, che consiste in un'ala in fibra di carbonio ed in una targa che ricorda la vittoria di classe di una Subaru WRX STI alla 24 Ore del Nürburgring del 2015.

Nel 2016 Subaru ha rilasciato l'edizione speciale della WRX STI Hyper Blue, la cui produzione è limitata a 700 esemplari destinati agli Stati Uniti d'America. Il nuovo colore copre l'esterno, ed è assieme a cerchioni BBS neri lucidi da 18 pollici, distintivi e calotte degli specchietti. All'interno sono presenti cuciture blu anziché rosse, il sistema di navigazione e l'impianto stereo da 9 altoparlanti sono di serie. La Subaru ha annunciato che produrrà altre 250 WRX STI Hyper Blue, di cui 200 con cambio manuale e 50 con cambio automatico, destinate al mercato australiano.

La WRX nelle corseModifica

 
La WRX STI da competizione

Nel 2016 una Subaru WRX STI con il numero 106 guidata dai piloti Carlo van Dam, Marcel Lasse, Tim Schrik e Hideki Yamauchi ha vinto nella sua categoria, la SP 3T, la 24 Ore del Nürburgring, ripetendo il successo dell'anno precedente. Tale gara è stata interrotta a causa del forte maltempo e della grandine, che stavano causando diversi incidenti, e ciò ha aiutato parecchio la Subaru, che ha solo sfiorato le barriere ed una SEAT León. La gara è stata caratterizzata dal duello tra la Subaru e l'Audi TT numero 105, duello vinto da Yamauchi, che poi ha consegnato l'auto a Marcel Lasse, che ha tagliato il traguardo al primo posto, portando a 4 il numero di vittorie della Subaru in questa categoria, nel 2011, con una Subaru Impreza WRX STI, nel 2012 con la stessa auto, nel 2015 con una WRX STI e nel 2016 con la stessa auto[2].

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) 2015 Subaru WRX vs. 2015 Volkswagen GTI, su caranddriver.com, vol. 60, nº 3, settembre 2014. URL consultato il 10 febbraio 2018.
  2. ^ La Subaru vince per la quarta volta in classe SP 3T, su f1analisitecnica.com. URL consultato il 10 febbraio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili