Apri il menu principale
TRAPPIST-1 b
TRAPPIST-1b Artist's Impression.png
Rappresentazione artistica di Trappist-1 b
Stella madreTRAPPIST-1
Scoperta2 maggio 2016
ScopritoriMichaël Gillon et al.
Distanza dal Sole39 anni luce
Parametri orbitali
Semiasse maggiore0,0116 UA
Periodo orbitale1,51087 giorni
Inclinazione orbitale89,56°
Eccentricità0,006
Dati fisici
Raggio medio1,121 R[1]
Massa
1,017 M[1]
Densità media3,98 g/cm³
Flusso stellare3,88 [2]
Temperatura
superficiale
392 K[2] (t.d.e)
750-1500 K (con atmosfera)[1] (media)
Età stimata0,5 Gyr

TRAPPIST-1 b è un pianeta extrasolare roccioso che orbita attorno alla stella nana ultrafredda TRAPPIST-1, situata a circa 39,5 anni luce dal sole. La sua scoperta è stata realizzata da un team internazionale guidato da Michaël Gillon dell'Istituto di astrofisica e geofisica dell'Università di Liegi, usando il telescopio TRAPPIST, situato all'osservatorio di La Silla, in Cile. La notizia della scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature nel maggio del 2016.[3]

AbitabilitàModifica

Poiché nel caso delle nane rosse la zona abitabile, durante la formazione del sistema, si sposta sensibilmente dall'esterno all'interno, è possibile che TRAPPIST-1 b abbia subito la perdita di una notevole quantità d'acqua per fotoevaporazione, in quantità pari anche a 15 volte gli oceani terrestri, compromettendone l'abitabilità. Lo stesso potrebbe essere successo al pianeta c, mentre TRAPPIST-1 d, al contrario, potrebbe aver perso molta meno acqua ed essere rimasto entro i confini della zona abitabile.[4]

Osservazioni del 2018 con il telescopio spaziale Spitzer hanno rivelato la presenza di una spessa atmosfera, che potrebbe provocare un forte effetto serra in grado di innalzare la temperatura fino a 750-1500 K, mentre la temperatura di equilibrio è stimata di poco inferiore ai 400 K.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Simon Grimm et al., The nature of the TRAPPIST-1 exoplanets (PDF), in Astronomy & Astrophysics, 5 febbraio 2018.
  2. ^ a b TRAPPIST-1 Statistics Table, su spitzer.caltech.edu, 22 febbraio 2017. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  3. ^ Temperate Earth-sized planets transiting a nearby ultracool dwarf star, Nature. URL consultato il 3 Maggio 2016.
  4. ^ Emeline Bolmont et al., Water loss from Earth-sized planets in the habitable zones of ultracool dwarfs: Implications for the planets of TRAPPIST-1 (PDF), in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 464, nº 3, 8 ottobre 2016, pp. 3728-3741.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica