Team Jayco-AIS

Team Jayco-AIS
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Informazioni
NazioneAustralia Australia
Debutto2006
Scioglimento2012
SpecialitàStrada, pista

Il Team Jayco-AIS (sigla UCI: JAI) era una squadra maschile australiana di ciclismo su strada, attiva dal 2006 al 2012. Aveva licenza da UCI Continental Team, e poteva perciò partecipare alle gare dei circuiti continentali UCI, in particolare dell'UCI Oceania Tour.

Lo sponsor principale era Jayco Australia, azienda produttrice di autocaravan e roulotte. Il team era associato all'Australian Institute of Sport.

CronistoriaModifica

AnnuarioModifica

Anno Codice Nome Cat. Biciclette Dirigenza
2006 SAI   Southaustralia.com-AIS CT Bianchi Manager: Shayne Bannan, Martin Barras, Paul Brosnan, Rodney Mac Gee, Ian Mac Kenzie, David Sanders, David Short
Dir. sportivi: Brian Stephens, David Mac Kenzie, Kevin Tabotta
2007 SAI   Southaustralia.com-AIS CT Teschner Manager: Shayne Bannan, Timothy Decker, Rodney Mac Gee, Ian Mac Kenzie, Neil Stephens
Dir. sportivi: Brian Stephens, Kevin Tabotta
2008 SAI   Southaustralia.com-AIS CT Teschner Manager: Shayne Bannan, Rodney Mac Gee, Kevin Tabotta
Dir. sportivi: Brian Stephens
2009 AIS
SAI
  Team AIS
  Jayco-AIS (dal 1º luglio)
CT ? Manager: Kevin Tabotta
Dir. sportivi: Brian Stephens, Shayne Bannan, Ian Mac Kenzie, David Mac Partland, James Victor
2010 JAS   Team Jayco-Skins CT ? Manager: Shayne Bannan
Dir. sportivi: Brian Stephens, David Mac Partland, James Victor
2011 JAI   Jayco-AIS CT ? Manager: Kevin Tabotta
Dir. sportivi: Gene Bates, David Mac Partland, James Victor, Ian Mac Kenzie
2012 JAI   Team Jayco-AIS CT ? Manager: Kevin Tabotta
Dir. sportivi: James Victor, Ian Mac Kenzie

Classifiche UCIModifica

Fino al 1998, le squadre ciclistiche erano classificate dall'UCI in un'unica divisione. Nel 1999 la classifica a squadre venne divisa in prima, seconda e terza categoria (GSI, GSII e GSIII), mentre i corridori rimasero in classifica unica.[1] Nel 2005 fu introdotto l'UCI ProTour[2] e, parallelamente, i Circuiti continentali UCI;[1] dal 2009 le gare del circuito ProTour sono state integrate nel Calendario mondiale UCI, poi divenuto UCI World Tour.

Anno Class. Pos. Migliore cl. individuale
2006 Oceania T.   Wesley Sulzberger (7º)
2007 Oceania T.   Wesley Sulzberger (5º)
2008 Asia T. 13º
Oceania T.   Travis Meyer (2º)
2009 Europe T. 61º   Jack Bobridge (153º)
Oceania T. 16º   Michael Matthews (39º)
2010 Asia T. 16º   Michael Matthews (19º)
Europe T. 53º   Michael Matthews (99º)
Oceania T.   Michael Matthews (1º)
2011 Europe T. 40º   Luke Durbridge (145º)
Oceania T.   Richard Lang (1º)
2012 Europe T. 24º   Rohan Dennis (42º)
Oceania T.   Nick Aitken (2º)

PalmarèsModifica

Aggiornato al 31 dicembre 2012.

Grandi GiriModifica

Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0
Partecipazioni: 0
Vittorie di tappa: 0
Vittorie finali: 0
Altre classifiche: 0

Campionati nazionaliModifica

Strada
In linea Under-23: 2007 (Sulzberger); 2008 (Clarke); 2009 (Bobridge); 2010 (Hepburn); 2011 (Durbridge)
Cronometro Under-23: 2006 (Higgerson); 2007 (Dempster); 2009 (Bobridge); 2010 (Dennis)
Mountain bike
Cross Country: 2007 (Shaun Lewis)
Pista
Madison: 2006 (Simon Clarke; Miles Holman)
Inseguimento a squadre: 2006 (Goss); 2007 (Dempster, Finning, Ford); 2009 (Freiberg, Meyer); 2010 (Dennis)
Inseguimento: 2008 (Mark Jamieson); 2009 (Jack Bobridge)
Scratch Under-23: 2007 (Zakkari Dempster); 2009 (Glenn O'Shea)
Corsa a punti: 2006 (Miles Holman); 2009 (Glenn O'Shea)
Omnium: 2010 (Michael Hepburn)

Altri successiModifica

Campionati del mondo
2009 (Jack Bobridge)
2010 (Michael Matthews)
2006 (Peter Dawson, Matthew Goss, Stephen Wooldridge); 2010 (Rohan Dennis, Michael Hepburn); 2011 (Michael Hepburn)
2009 (Leigh Howard)

NoteModifica

  1. ^ a b Archivio delle classifiche UCI, su 62.50.72.82. URL consultato il 3 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2012).
  2. ^ Archivio delle classifiche UCI ProTour [collegamento interrotto], su uciprotour.com. URL consultato il 12 dicembre 2009.
  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo