Telemarket

Canale di televendita italiano
Telemarket
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Slogan L'arte di vendere arte
Versioni Telemarket 576i (SDTV)
(data di lancio: 6 settembre 1982)
Sito http://www.telemarket.com/it/
Diffusione
Terrestre

Telemarket ()
DVB-T - FTA
Canale 121 SD

Telemarket è un canale televisivo italiano privato che propone al pubblico quadri, tappeti, gioielli, antiquariato. È visibile gratuitamente sul canale 121 del digitale terrestre dalle ore 14 alle ore 00:30.

StoriaModifica

Fondata da Giorgio Corbelli nel 1982, Telemarket è il risultato dell'evoluzione di BresciaTvShop, TvShop Canale4 e TeleShop.

Nel 1990 Corbelli acquisì una quota di Elefante Tv, operazione che permise di ampliare la copertura del segnale a livello nazionale: prima infatti Telemarket era visibile solo nel nord Italia su rete propria. Da quel momento sullo schermo comparirà, accanto al nome dell'emittente, anche il logo con l'elefantino verde di Elefante Tv, network che passerà completamente nelle mani di Corbelli verso la fine degli anni novanta.

In questa fase della storia di Telemarket vennero inseriti nuovi conduttori: dapprima Paolo Frattini e Francesco Boni, successivamente altri presentatori emergenti come Duilio Mauro, Edi Di Prizio, Gianfranco Dell'Omo, Gigi Montini e Davide Basilico, Paolo Frattini e Bijan Parvizyar. Nel 1997 si aggiunse alla schiera di conduttori anche Alessandro Orlando.

Nel frattempo venne inaugurato a Bari il secondo canale che fu chiamato Telemarket 2 (poi ribattezzato Telemarket for you), trasmesso via satellite e in alcune zone del sud Italia da Delta Tv.

Nel 2002 l'emittente fu al centro di una inchiesta per associazione a delinquere, ricettazione e truffa. Secondo l'accusa Telemarket ha venduto, tra il 1997 e il 2000, migliaia di serigrafie di Michele Cascella, Mario Schifano, Giorgio De Chirico e altri importanti artisti, spacciandole per opere uniche. In seguito al sequestro le trasmissioni furono sospese per alcuni giorni. Nel 2010 la Procura della Repubblica di Bari ha condannato alcuni dipendenti di Telemarket a pene dai tre ai cinque anni, Corbelli verrà condannato e sconterà la pena ai domiciliari nel 2019.[1] [2]

Nel 2005 furono vendute le frequenze analogiche a Telecom Italia Media. Il segnale continuò ad essere diffuso sulle frequenze via satellite e in simulcast sui canali terrestri di Telestar. Nel 2008 Telemarket 2 spostò la sua sede da Bari a Roncadelle raggiungendo così la sede principale del gruppo. Così facendo le due emittenti collaboravano maggiormente e i televenditori potevano alternarsi da una trasmissione all'altra delle due reti all'interno dei 3 studi televisivi.

Il 18 gennaio 2013 fu annunciata la chiusura dell'attività dopo quasi 32 anni e iniziò la liquidazione totale dell'intero magazzino. La chiusura dell'emittente, inizialmente prevista per il 31 ottobre 2013, fu rimandata al 31 dicembre.

Nel 2018 le trasmissioni di Telemarket riprendono sul canale "Italia 121", dalle ore 14 alle ore 00:30; la sede e gli studi sono ora situati in via Eritrea 20 a Brescia.

Durante una trasmissione,il presentatore Vincenzo Dalle Luche ha detto che il logo di Telemarket fu realizzato dall'artista Armand Pierre Fernandez.

Show roomModifica

Per molti anni Telemarket propose la propria merce anche presso alcuni show room, dando così la possibilità al pubblico di recarsi in tali negozi per poter visionare, ed eventualmente comprare, gli oggetti esposti.

Show room chiusi nel corso degli anni:

ConduttoriModifica

  • Alessandro Orlando
  • Saverio Ricci (argenteria, antiquariato)
  • Claudio Burlone (gioielleria moderna, orologeria, argenteria)
  • Marco Vinetti (arte moderna e arte antica)
  • Mauro Prasedi (arte contemporanea e arte moderna)
  • Gianluca Gaudio (arte moderna, street art, tappeti)
  • Monica Banfi (gioielleria moderna)
  • Roberto Porcelli (arte moderna, argenteria, tappeti)
  • Tony Parvizyar (tappeti)
  • Bijan Parvizyar
  • Adimero Diprizio (Edi) (mobili, argenteria)
  • Gigi Montini (deceduto nel 2000)
  • Giacomo Chiossone
  • Giovanna Virgilio (gioielleria)
  • Gianfranco Dell'omo
  • Willy Montini
  • Luca Tommasi
  • Francesco Perini (grafica, arte moderna, tappeti - attualmente presenta)
  • Federica Pianu
  • Emanuela Bertoncelli
  • Davide Basilico
  • Vittorio Sgarbi
  • Francesco Boni
  • Alessia Riccioli
  • Mirko Gambaro (arte antica - attualmente presenta)
  • Dario Olivi
  • Carlo Vanoni
  • Andrea Emiliani
  • Paolo Frattini
  • Alessandro Gea
  • Mario Perricelli (arte antica e moderna, antiquariato)
  • Vincenzo Dalle Luche (arte moderna, arte antica, tappeti - attualmente presenta)
  • Giorgio Barassi
  • Pietro Quattriglia Venneri (arte antica)
  • Renato Lo Coco
  • Duilio Mauro
  • Roberto Da Crema (per un solo breve periodo del 2003)
  • Giampaolo Paci
  • Mehran Zelli

OspitiModifica

Spesso nelle rubriche dedicate all'arte venivano invitati pittori o esperti del settore. Nelle trasmissioni dedicate all'arte cinese, condotte da Gianluca Gaudio, spesso compariva Vincenzo Sanfo, importante curatore di mostre internazionali. Nelle trasmissioni condotte da Alessandro Orlando, spesso erano invitati in studio a presentare le proprie opere i pittori Athos Faccincani e Giovan Francesco Gonzaga, rampollo dei nobili Gonzaga specializzatosi nella produzione di soldati a cavallo, ritratti e nature morte per la classe media.[3]

DiffusioneModifica

Telemarket era visibile gratuitamente sia sul satellite che sul digitale terrestre:

NoteModifica

  1. ^ Telemarket, “migliaia di falsi”. In carcere il patron Corbelli, su exibart.com. URL consultato il 23 giugno 2020.
  2. ^ False grafiche di Michele Cascella condannati i vertici di Telemarket, su bari.repubblica.it. URL consultato il 23 giugno 2020.
  3. ^ Giovanni Francesco Gonzaga: soggetti e temi, su web.archive.org. URL consultato il 17 giugno 2020 (archiviato il 17 giugno 2020).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN156143510 · WorldCat Identities (ENviaf-156143510