Teodorico I di Wettin


Teodorico I di Wettin (in tedesco Dietrich I), conosciuto anche come Thierry I di Liesgau (Grimma, 910 circa – 970 circa), è considerato il più vecchio membro rintracciabile della casata di Wettin. Fu al servizio del margravio di Meissen Rikdag, di cui era anche parente[1] da parte di padre.[2]

In genealogia questo fa di lui il progenitore dei duchi, degli elettori e dei re di Sassonia, dei granduchi di Sassonia-Weimar-Eisenach e dei duchi dei vari ducati sassoni della Turingia, nonché di diversi monarchi dei giorni nostri, tra cui la regina Elisabetta II del Regno Unito, il re Filippo del Belgio, il re Filippo VI di Spagna, l'ex re di Bulgaria Simeone II, così come anche l'ultimo re del Portogallo Manuele II.

Non si conosce quasi nulla della vita di Teodorico; nemmeno la data di morte è certa. Si pensa sia stato ucciso durante una battaglia contro gli ungheresi nel 976. Un suo parente, come già detto, potrebbe essere stato Rikdag di Meissen. Ebbe due figli:

  • Dedo († 1009);
  • Federico I, conte di Elienburg († 1017), che non ebbe figli.

A causa dell'importanza che riveste la figura di Teodorico nella genealogia delle famiglie reali europee, esistono molte speculazioni sulla sua ascendenza. Sono stati identificati tre possibili padri, ma non c'è un'evidenza conclusiva per nessuno di loro:

Collegamenti esterniModifica

NoteModifica

  1. ^ Tietmaro di Merseburgo, Libro VI, 50, in Piero Bugiani (a cura di), Chronicon. L'anno mille e l'impero degli Ottoni, Bifröst, traduzione di Piero Bugiani, Viterbo, Vocifuoriscena, 2020, p. 471, ISBN 978-88-99959-29-6.
  2. ^ Tietmaro, Libro VI, 50, in Cronaca di Tietmaro, Fonti tradotte per la storia dell'Alto Medioevo, traduzione di Matteo Taddei, Pisa University Press, p. 168, ISBN 978-8833390857.
  3. ^ Tietmaro di Merseburgo, Chronicon. L'anno mille e l'impero degli Ottoni, in Piero Bugiani (a cura di), Bifröst, traduzione di Piero Bugiani, Viterbo, Vocifuoriscena, 2020, p. 470, nota 169, ISBN 978-88-99959-29-6.
Controllo di autoritàVIAF (EN95413164 · GND (DE138786674 · CERL cnp01179984 · WorldCat Identities (ENviaf-95413164
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie