Apri il menu principale

Tesco

catena di supermercati
Tesco
Logo
StatoRegno Unito Regno Unito
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa di Londra: TSCO
ISINGB0008847096
Fondazione1919
Fondata daJack Cohen
Sede principaleCheshunt
Persone chiaveDave Lewis CEO
Settoregrande distribuzione organizzata
ProdottiDrogheria, merci di consumo, servizi finanziari, telecomunicazioni
Fatturato£64 miliardi GBP (2019)
Utile netto£1,32 miliardi GBP (2019)
Dipendenti450.000 (2019)
Slogan«Every little helps (Ogni piccola cosa aiuta)»
Sito web
Tesco nel mondo

Tesco è un catena di negozi di generi alimentari britannica attiva a livello internazionale. Si tratta del primo gruppo di distribuzione del Paese e di uno dei maggiori d'Europa, con oltre 6.800 punti vendita nel mondo. Le attività di Tesco si basano su tre poli: distribuzione nel Regno Unito, distribuzione internazionale, e servizi finanziari.

StoriaModifica

 
Tesco Express, Leeds, West Yorkshire.

Il primo punto vendita Tesco fu aperto nel 1919 nel Regno Unito ad opera di Jack Cohen, figlio di immigrati ebrei polacchi, che successivamente visitò gli Stati Uniti rimanendo positivamente colpito dal sistema di vendita self-service, tanto da aprire lui stesso, a St Albans, nel 1947, un punto vendita ispirato a quella filosofia. In quello stesso anno, la Tesco Stores (Holdings) Ltd. iniziò la sua quotazione alla Borsa di Londra. Nei decenni successivi l'azienda crebbe di dimensioni fino ad avere, nel 1977, una propria centrale d'acquisto. È del 1995 l'introduzione della prima carta fedeltà per i clienti di Tesco e due anni dopo, grazie ad un accordo con Esso, inizia la vendita di carburanti presso stazioni di servizio a marchio Tesco.

L'azienda è attiva anche come operatore telefonico e anche in campo finanziario, in seguito alla joint-venture con Royal Bank of Scotland.

MercatiModifica

L'azienda opera in Europa, Nord America ed Estremo Oriente.

BibliografiaModifica

(EN) Presentazione della azienda, su corporatewatch.org.uk.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN136016327 · ISNI (EN0000 0004 0599 0189 · LCCN (ENn85105477 · BNF (FRcb125553429 (data) · WorldCat Identities (ENn85-105477
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende