Apri il menu principale

Tornei calcistici di guerra in Italia 1917-1918

Questa voce tratta dei tornei calcistici di guerra 1917-1918 disputati in sostituzione del normale campionato di calcio italiano, sospeso a causa della prima guerra mondiale.

I campionati regionaliModifica

In questa stagione il Comitato Regionale Lombardo non indisse nessun campionato regionale, nemmeno di Terza Categoria.

Coppa MauroModifica

La competizione non ebbe il patrocinio del Comitato Regionale Lombardo (fu da questa approvata e per questo motivo fornì gli arbitri ufficiali) ma, a differenza della precedente Coppa Lombardia, fu classificata come competizione di prima categoria.

La Coppa fu messa in palio dall'Ingegner Francesco Mauro (Vicepresidente e Reggente pro-tempore della FIGC) il quale, essendo dispensato dal servizio militare[1], tornava spesso a Milano[2]

Il fratello Giovanni Mauro era al fronte quale ufficiale (Tenente) degli Alpini e fu presente solo grazie a sporadiche licenze di cui una per convalescenza.

ClassificaModifica

[3][4]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Milan 20 12 10 0 2 27 10 +17
  2.   Internazionale 20 12 10 0 2 36 8 +28
3. Legnano 14 10 7 0 3 29 16 +13
4. US Milanese 9 11 4 1 6 18 24 -6
5. Nazionale Lombardia 6 10 2 2 6 11 22 -11
6.   Enotria 4 10 1 2 7 6 27 -21
7. Saronno 3 9 1 1 7 7 27 -20

Nota bene: la classifica è sbagliata perché c'è un risultato invertito all'U.S. Milanese. Solo validando tutti i risultati con i tabellini pubblicati dalla Gazzetta dello Sport è possibile completarla, definendo naturalmente anche gli 0-2 a tavolino assegnati dal Comitato Regionale Lombardo per le partite non disputate.
I diversi errori presenti in classifica sono dovuti all'errata valutazione della data in cui le squadre si sono ritirate notificando il forfait definitivo al C.R.L.[5]

Le partite mancanti non furono disputate per il ritiro dal torneo di Legnano, U.S. Milanese, Nazionale Lombardia, Enotria e Saronno, per protesta contro la decisione federale di annullare Legnano - Internazionale.

SpareggioModifica

Milano
3 marzo 1918
Milan8 – 1InternazionaleVelodromo Sempione

Verdetti

  • Milan vincitore della Coppa Mauro.

Coppa Federale Toscana 1917Modifica

Il comitato regionale della Toscana, dà vita al secondo torneo bellico. Alla coppa del 1917, si iscrivono cinque squadre. Livorno, Pisa e i club fiorentini della Libertas, Esperia Firenze e Virtus Firenze. [3]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Libertas 13 8 6 1 1 15 5 +10
2. Livorno 13 8 6 1 1 15 4 +11
3. Pisa 8 8 4 0 4 12 9 +3
4.   Esperia Firenze 6 8 3 0 5 7 11 -4
5.   Virtus Firenze 0 8 0 0 8 0 1 -21
 
La Libertas vincitrice della Coppa Toscana.
  • Libertas vincitore della Coppa Toscana, dopo spareggio con il Livorno vinto 2-0 a tavolino per forfait.[6]

NoteModifica

  1. ^ Non si conosce il motivo per cui non ha preso parte al conflitto mondiale, e in ogni caso dopo la laurea ha svolto il suo servizio militare obbligatorio quale ufficiale essendosi laureato.
  2. ^ Francesco Mauro cumulava oltre alla Vice Presidenza del F.C. Internazionale anche la Presidenza del Comitato Regionale Laziale (dal libro "I cento anni del C.R. Lazio", Cronologia dei Presidenti a pag. 8). A reggere il C.R. Lombardo era un Commissario, ma non Francesco Mauro.
  3. ^ a b Italy - Championship History 1898-1923 Rsssf.com
  4. ^ COPPA MAURO 1917-18 Archiviato il 9 gennaio 2012 in Internet Archive. Interfc.it.
  5. ^ Una copia dei comunicati ufficiali del C.R.L. fu conservata dal Commissario e data all'Avvocato Giovanni Mauro il quale li conservò rilegati come quadernini con dorso e rilegatura nera presso la "Fondazione Giovanni Mauro" di Roma (A.I.A.), apponendo un timbro a secco nella seconda pagina di copertina.
  6. ^ C.Fontanelli, p. 69.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica