Apri il menu principale

Una vita tranquilla

film del 2010 diretto da Claudio Cupellini

TramaModifica

Rosario Russo, napoletano cinquantenne, vive in Germania da 15 anni, gestendo un hotel-ristorante. Accanto a sé ha la propria famiglia: la moglie tedesca Renate e il figlio Mathias. Un giorno, al ristorante si presentano due giovani napoletani, Diego ed Edoardo, di passaggio per il paese: Diego è il figlio di Rosario, che lo accoglie benevolmente (tenendo tuttavia nascosta agli altri la parentela tra i due) dandogli vitto e alloggio e dedicandogli parte del proprio tempo. Diego invece prova un evidente rancore nei confronti del padre, che ha lasciato la famiglia quando lui era piccolo, senza farsi più vedere. Emergono quindi inquietanti retroscena del passato di Rosario e del presente di Diego, giunto in Germania per assassinare, per conto della camorra, un industriale tedesco che sta per stipulare un contratto per lo smaltimento dei rifiuti provenienti dalla Campania. Il padre, ignaro dei motivi per cui Diego è giunto in Germania ma messo in allerta dal suo strano atteggiamento, lo segue nel momento dell'attentato e la sua apparizione impedisce che Diego commetta materialmente l'omicidio, di cui si occupa Edoardo. A quel punto la situazione sfugge di mano ai tre: Rosario invita il figlio a lasciare al più presto la Germania, ma Edoardo scopre la vera identità di Rosario: si tratta infatti di Antonio De Martino, malavitoso pentito e datosi alla macchia, ritenuto morto. Rosario uccide Edoardo, innescando una serie di conseguenze: il figlio lo aiuta a far sparire il cadavere dell'amico, ma non accetta la decisione di seguire le orme del padre, rifacendosi "una vita tranquilla" in Germania sotto altro nome. Diego rapisce Mathias, il figlio di nove anni di Rosario, costringendolo ad un appuntamento-agguato ad un autogrill vicino a Teano, dove due killer della camorra erano sopraggiunti, avvertiti da Diego. Mentre si avviano all'esecuzione in periferia, Diego che è in macchina col padre, non se la sente di consegnarlo ai due camorristi e gli dice di non fermarsi; ne nasce una sparatoria: l’auto va a sbattere contro un muro, Diego rimane ucciso mentre Rosario riesce a fuggire. Recuperato Mathias e portato al ristorante dalla madre, fugge di nuovo, recandosi ad Amburgo, per iniziare ancora una nuova vita sotto una nuova identità.

RiconoscimentiModifica

Home videoModifica

Il film è uscito in DVD il 13 aprile 2011.

Colonna sonoraModifica

TracceModifica

La colonna sonora è stata composta da Teho Teardo in collaborazione con Blixa Bargeld, con l'eccezione di Little Carol dei Jennifer Gentle. L'edizione in CD comprende le seguenti tracce:

  1. A Quiet Life
  2. Nemmeno io
  3. Echo's Bale
  4. Reverse Me
  5. Hat Hat Hat
  6. White Jacket
  7. Mother Tongue
  8. 19th St. Valencia
  9. Slant Your Neck
  10. Beside
  11. Nemmeno tu
  12. Una vita tranquilla
  13. Oh, How To Do Now
  14. Little Carol
  15. Chains of Love

NoteModifica

  1. ^ Nastri d'Argento 2011: tutte le candidature, Cinemagazine online. URL consultato il 28-5-2011 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  2. ^ Corriere del veneto - Il trionfo di Cupellini. Il suo Servillo premiato come «migliore attore» - Consultato il 6 novembre 2010

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema