Apri il menu principale
Uno anzi due
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2015
Durata88 min
Generecommedia
RegiaFrancesco Pavolini
SceneggiaturaMaurizio Battista, Riccardo Graziosi, Paolo Logli, Stefano Voltaggio e Alessandro Pondi
Produttore esecutivoMarco De Angelis
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaFabrizio Lucci
MontaggioEmanuele Foglietti
MusicheGianluca Misiti
ScenografiaEugenio Liverani
Interpreti e personaggi

Uno anzi due è un film italiano del 2015, diretto da Francesco Pavolini.

TramaModifica

Sul parapetto di Ponte Milvio Maurizio minaccia di farla finita. Al pubblico di passanti l'aspirante suicida racconta il tragicomico percorso che l’ha portato sin lì. Tutto è cominciato con la morte di suo padre Nando. Maurizio si è trovato pieno di debiti. Il testamento di Nando svela alcune sorprese: la casa dove Maurizio ha vissuto con suo padre, la moglie e il figlio, è in affitto e il bar di famiglia dove ha lavorato tutta la vita è ipotecato. Nando non aveva confidato le sue traversie neppure alla sorella di Maurizio, la vulcanica Suellen. Per appianare, almeno momentaneamente, la disastrosa situazione economica, Maurizio non trova di meglio che vendere il bar. Ciononostante, i soldi della vendita sono appena sufficienti a coprire i debiti e le spese del funerale. Ma Maurizio, fedele alla tradizione tramandata dal padre, decide di non svelare alla moglie Luana e al figlio Valerio di essere in bancarotta: gli stessi si sentono cosi autorizzati di organizzare in grande stile il matrimonio del giovane Valerio.

Come se non bastasse, Luana promette ai due prossimi sposi di lasciare loro la casa di famiglia. Una cosa tira l’altra e Maurizio, incapace di mettere un freno a questa tragicomica sequenza di eventi, dinanzi alle responsabilità a cui dovrà fare fronte, decide di fuggire e si ritrova così sul parapetto del ponte dove lo abbiamo visto la prima volta, pronto a gettarsi giù.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema