Apri il menu principale
NO al Fair Use


Relogio07 05.svg

Oggi è il 14 ottobre e su it.wiki sono presenti attualmente 1 558 439 voci.

Mi chiamo Stefano, vivo a Reggio Calabria, mi interesso di storia (con una particolare passione per la storia contemporanea e medioevale), di religioni, di letteratura, di geografia, di scienze, di medicina, di biologia, di meteorologia, di glottologia, di musica classica, di economia, di fotografia, di cinema.. Ritengo Wikipedia un mezzo insostituibile per salvaguardare e tramandare alle generazioni future molta parte delle culture locali e della cultura globalizzata del XXI secolo.

Pagine create in wiki:


Voci "salvate":


Categorie:

Voci ampliate significativamente:


Altre voci contribuite:

Traduzioni:




NoteModifica


appunti

Questa è la pagina utente di un utente registrato su Wikipedia
Se trovi questa pagina su un sito diverso da Wikipedia si tratta di un clone. In questo caso la pagina può essere non aggiornata e l'autore potrebbe non riconoscersi più nei suoi contenuti. Indipendentemente dal grado di aggiornamento della pagina, l'autore stesso potrebbe non desiderare o non gradire alcuna affiliazione con il sito che state consultando. La pagina originale si trova qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Utente:StefanoBarill%C3%A0
it-N Questo utente può contribuire con un livello madrelingua in italiano.
en-1 This user has basic knowledge of English.
fr-3 Cet utilisateur dispose de connaissances avancées en français.
la-3 Hic usor callidissima Latinitate contribuere potest.
grc-2 Ὅδε ὁ χρώμενος μέσην γνῶσιν τῆς ἀρχαίας ἑλληνικῆς ἔχει.

«Di tutte le operazioni concettuali sbagliate, la più sbagliata è di voler giudicare il passato con i criteri del presente. Quanto agli errori dei protagonisti, perfino Gesù Cristo ne commise uno: quello di prendersi come amico Giuda. E con ciò? Chi fa, fa sempre degli errori. Solo chi non fa nulla non sbaglia mai. Sbaglia soltanto a nascere»

(Indro Montanelli)

«La mia più grande soddisfazione è la consapevolezza di aver contribuito ancora una volta a quel compito che è da sempre la mia bandiera: la divulgazione del sapere.»

(Carlo Rossi Fantonetti)