Utente:Torne/Australia

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre accezioni del termine "Australia", vedi Australia (disambigua).
Australia
Australia - Localizzazione
Australia - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficialeCommonwealth of Australia
Lingue ufficialiInglese (de facto)
CapitaleCanberra  (332.056 ab. / 2006)
Politica
Forma di governoMonarchia parlamentare
ReginaElisabetta II del Regno Unito
Primo ministroKevin Rudd
Indipendenzadal Regno Unito nel 1901
Ingresso nell'ONU1º novembre 1945 1
Superficie
Totale7.686.850 km² ()
% delle acque1%
Popolazione
Totale21.569.387 ab. (2009) (53º)
Densità2,81 ab./km² (192º)
Nome degli abitantiaustraliani
Geografia
ContinenteOceania
Fuso orarioUTC da +8 a + 10,5
Economia
ValutaDollaro australiano
PIL (nominale)762,887 milioni di $ (2007) (17º)
PIL pro capite (nominale)36,226 $ (2007) (17º)
ISU (2006)0,965 (alto) ()
Consumo energetico7,62 kWh/ab. anno
Varie
TLD.au
Prefisso tel.+61
Sigla autom.AUS
Inno nazionaleAdvance Australia Fair
Festa nazionale26 gennaio
Australia - Mappa
Australia - Mappa
1È uno dei 51 Stati che hanno dato vita all'ONU nel 1945
2 Stima dell'Australian Bureau of Statistics al 31 Marzo 2008 [2].
 

L'Australia (inglese: Australia; pronuncia: BrE /aus.'tra.lja/; AuE /əˈstɹæɪljə, -liːə, -jə/), conosciuta anche come Down Under, nome ufficiale Commonwealth of Australia, è il sesto stato del mondo in ordine di grandezza (7.686.850 km2), il più grande stato dell'Oceania e dell'intera Australasia. Ha una popolazione di 21.472.841 di abitanti Errore nelle note: Errore nell'uso del marcatore <ref>: nomi non validi (ad esempio: numero troppo elevato).

Il paese si trova nell'Emisfero australe, ed è circondato dagli oceani Indiano, a ovest e sud, e Pacifico a est. È formato dal Mainland, ossia la parte continentale o l'isola principale[1], la Tasmania e altre isole minori dette Terre remote, quali le Isole Cocos e Keeling, l'isola Christmas (o isola del Natale), l'isola Norfolk, l'isola di Lord Howe, l'isola Macquarie (ritenuta parte della Tasmania) e l'isola Heard. Canberra reclama anche il Territorio antartico australiano con le sue basi.

Tra i paesi limitrofi vi sono a nord Timor Est, l'Indonesia e la Papua Nuova Guinea; a nord-est le isole Salomone, la Nuova Caledonia e Vanuatu; a sud-est la Nuova Zelanda.

Popolata dagli aborigeni per più di 40.000 anni, è stata colonizzata dagli inglesi a partire dal XVIII secolo. Oggi gli australiani, che chiamano se stessi aussie, sono un popolo multiculturale, annoverando non solo aborigeni ed europei, ma anche asiatici, americani e africani.
Nello stato non vi è una lingua ufficiale de jure, ma considerato quant'è radicata la lingua inglese si può ritenere quest'ultima la lingua ufficiale e nazionale de facto.[2]

Dal punto di vista politico l'Australia è una monarchia costituzionale federale. Il capo dello stato è la Regina d'Australia (che forse è più conosciuta come la Regina d'Inghilterra, un'altra posizione che tiene la stessa persona) Elisabetta II, rappresentata da un governatore generale. La capitale è Canberra, ma la città più popolosa è Sydney seguita da Melbourne, Brisbane, Perth e Adelaide.


Etimologia del nomeModifica

 
Disegno dove è rappresentata Port Jackson (il sito dove sorgerà Sydney) prima dell'arrivo degli europei, vista dal South Head. (Da A Voyage around Terra Australis.)

Il nome fu scelto in relazione all'antica espressione latina "Terra Australis Incognita" che indicava un immaginario continente occupante tutto l'emisfero australe.[3] La parola Australia venne usata per la prima volta in inglese nel A note of Australia of the Espiritu Santo, written by Master Hakluyt edita da Samuel Purchas nel 1625 nell'Hakluyt Posthumus.[4]

 
Ritratto di Matthew Flinders, il primo esploratore britannico ad aver circumnavigato l'Australia.

L'aggettivo olandese Australische fu usato dagli ufficiali della Compagnia Olandese delle Indie Orientali in Batavia per indicare le terre meridionali appena scoperte nel 1638. La parola Australia fu poi ripresa nella traduzione inglese del 1693 del romanzo francese di Gabriel de Foigny (che usò lo pseudonimo Jacques Sadeur) Les Aventures de Jacques Sadeur dans la Découverte et le Voyage de la Terre Australe del 1676.[5]Alexander Dalrymple usò in seguito il termine nel suo An Historical Collection of Voyages and Discoveries in the South Pacific Ocean (1771), per riferirsi a tutte le regioni del Pacifico Meridionale, e nel 1793 George Shaw e Sir James Smith pubblicarono Zoology and Botany of New Holland, nel quale parlavano della «vasta isola, oppure continente, d'Australia, o Australasia o Nuova Olanda». Infine il nome Australia fu reso popolare dalla pubblicazione della relazione dei viaggi di Matthew Flinders A Voyage around Terra Australis (Viaggio attorno alla Terra Australis), uscita a Londra nel 1814. Il viaggio dell'esploratore britannico fu la prima circumnavigazione documentata dell'Australia. Benché il titolo riflettesse il nome usato dall'Ammiragliato, Flinders usò spesso nella sua relazione la parola Australia, cosicché questa, per l'enorme successo avuto dal libro, divenne il nome con cui era comunemente indicata la Terra Australis. Il Governatore del Nuovo Galles del Sud Lachlan Macquarie visto il successo avuto dal nuovo nome suggerì, il 12 dicembre 1817, alla Segreteria di Stato per le Colonie (o Ministero delle Colonie, meglio noto come Colonial Office) di ribattezzare la colonia "Australia". Nel 1824 l'Ammiragliato acconsentì e mutò ufficialmente la denominazione in Australia.[6]

StoriaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'Australia.

L'Australia è abitata da circa 42-48.000 anni,[7] da quando cioè i progenitori degli attuali australiani aborigeni arrivarono dall'odierno sud-est asiatico, tramite ponti continentali e strisce di mare relativamente facili da superare. Molti di questi individui vivevano di caccia e raccolta, e tramite una forte trasmissione orale del proprio patrimonio culturale, basato prevalentemente sugli spiriti della terra e nella fede per il Dreamtime. Gli abitanti delle isole dello stretto di Torres, etnicamente melanesiani, erano in origine agricoltori, cacciatori e raccoglitori. La loro cultura si è sempre distinta da quella aborigena.

 
Il tenente James Cook costeggiò l'Australia orientale sull'Endeavour, dichiarandola terra appartenente alla Gran Bretagna nel 1770. Questa replica della nave originale fu costruita a Fremantle nel 1988.

Nel 1606 gli europei raggiunsero per la prima volta il mainland, ad opera del navigatore olandese Willem Janszoon, il quale avvistò le coste della Penisola di Capo York nel 1606. Nel corso del XVII secolo gli olandesi furono in grado di disegnare carte geografiche di tutta la costa orientale e settentrionale di ciò che definirono come la “Nuova Olanda”, anche se non si insediarono mai stabilmente sul territorio. Nel 1770 James Cook navigò lungo la costa orientale, tracciandone una mappatura, per poi denominarla “Nuovo Galles del Sud” e dichiararla territorio britannico.[8]

Le esplorazioni di Cook prepararono il terreno per l’insediamento di una colonia penale; il capitano Arthur Phillip decise di stabilire la nuova colonia della corona britannica nel Nuovo Galles del Sud a Port Jackson il 26 gennaio del 1788, data che più tardi divenne il giorno nazionale dell’Australia, l’Australia Day. Nel 1803 si istituì l’allora Terra di Van Diemen, oggi chiamata Tasmania; tuttavia nel 1825 la colonia si distinse formalmente. Altre colonie furono formate dalla separazione progressiva del Nuovo Galles del Sud, andando così a fondare nel 1836 l’Australia Meridionale, nel 1851 il Victoria, e nel 1859 il Queensland. Il Territorio del Nord fu creato quando nel 1911 fu staccato dall’Australia Meridionale. In particolare l’Australia Meridionale fu fondata quale “provincia libera”, senza mai essere considerata una colonia penale; status che possedevano anche il Victoria e l’Australia Occidentale, ma che in seguito accettarono il trasporto dei condannati. Infine questa pratica verso la colonia del Nuovo Galles del Sud cessò nel 1848 dopo una campagna condotta dai coloni.[9]

NoteModifica

  1. ^ vedi la voce Continente
  2. ^ (EN) Joseph Lo Bianco, Pluralist Nations: Pluralist Language Policies?, su immi.gov.au. URL consultato il 27 gennaio 2009.
  3. ^ La parola deriva da austro, il vento che viene da sud. In latino l'aggettivo australis significa meridionale.
  4. ^ Purchas, vol. iv, p. 1422–32, 1625. La parola potrebbe essere una variazione della parola spagnola Austrialia. Una versione elettronica del libro è leggibile sul sito della biblioteca del Congresso [1].
  5. ^ (EN) Sidney J. Baker, The Australian Language, 2ª ed., 1966.
  6. ^ The Weekend Australian, 30-31 December 2000, p. 16
  7. ^ (EN) Richard Gillespie, Dating the First Australians (PDF), su digitalcommons.library.arizona.edu, 2002. URL consultato il 29 gennaio 2009.
  8. ^ (EN) The Birth of the Commonwealth, su know-britain.com. URL consultato il 13 marzo 2010.
  9. ^ (EN) 1998 Special Article - The State of New South Wales - Timeline of History, su New South Wales Year Book, 7 marzo 2008. URL consultato il 13 marzo 2010.

Altri progettiModifica

Il parametro "" non corrisponde a nessun progetto riconosciuto dal template