V

20ª lettera dell'alfabeto latino
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi V (disambigua).
Lettera V

La V o v (chiamata vu in italiano, meno comune vi[1]) è la ventesima lettera dell'alfabeto italiano e la ventiduesima dell'alfabeto latino. Il grafema v indica normalmente in italiano una consonante fricativa labiodentale sonora nell'alfabeto fonetico internazionale (/v/).

StoriaModifica

La distinzione grafica fra u e v, introdotta dall'umanista Gian Giorgio Trissino (1478-1550) nel 1524, divenne di uso comune solo alla fine del XVII secolo e definitiva alla fine del XVIII secolo. Ancora nel XXI secolo, nelle epigrafi, si preferisce V invece di U maiuscola.

In latino e nell'italiano più antico la v come lettera distinta non esisteva, ma si usava u. Per distinguere i due suoni si diceva u vocale e u consonante (cioè v)[1].

Per l'evoluzione del grafema, vedi la voce U.

NoteModifica

Altri progettiModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica