Apri il menu principale
Valenti-Gonzaga
Coa fam ITA valenti gonzaga.jpg
Inquartato d'oro all'aquila bicipite di nero, coronata del campo, e d'argento al leone di rosso movente dalla campagna d'azzurro; e sul tutto d'oro a due pali d'azzurro.
Data di fondazioneXIV secolo

I Valenti furono un'antica e nobile famiglia mantovana di origini longobarde che si trasferì a Mantova già nel XIV secolo.

Nel 1518 il marchese di Mantova Francesco II Gonzaga, per i servigi resi, concesse alla famiglia il privilegio di accompagnare al loro cognome quello dei Gonzaga, che da allora si chiamò Valenti Gonzaga.[1]

Storia e personalità illustriModifica

I membri più illustri della famiglia furono:

  • Valente Valenti (XV secolo), cavaliere al servizio dei Gonzaga;
  • Ottavio Valenti (1579-1630), marchese;
  • Carlo Valenti (XVII secolo), marchese; Ministro di Stato del duca Ferdinando Carlo Gonzaga[2];
  • Odoardo Valenti Gonzaga (XVII secolo), ambasciatore del duca Carlo II presso la Repubblica di Venezia e cavaliere dell'Ordine del Redentore;
  • Silvio Valenti Gonzaga (1690-1756), cardinale Segretario di Stato e collezionista di opere d'arte;
  • Lucrezia Valenti Gonzaga (1720-1775), nipote del cardinale Silvio, che sposò Bonaventura Guerrieri Gonzaga, ufficiale dell'esercito imperiale;
  • Luigi Valenti Gonzaga (1725-1808), cardinale;
  • Teresa Valenti Gonzaga (1793-1871), sposando il conte Francesco Arrivabene, diede origine alla famiglia Arrivabene Valenti Gonzaga.

PossedimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Palazzo Museo Valenti Gonzaga., su valentigonzaga.com. URL consultato il 29 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  2. ^ Cronaca universale di Mantova.

BibliografiaModifica

  • Mario Castagna, Valerio Predari, Stemmario mantovano. Vol I, Montichiari, 1991. ISBN non esistente.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica