Apri il menu principale
Valentino Valli
Valentinovalli.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1961
Carriera
Squadre di club1
1946-1948 Ravenna 52 (14)
1948-1949 SPAL 14 (1)
1949-1950 Como 9 (1)
1950-1951 Legnano 10 (0)
1951-1952 Chinotto Neri 23 (12)
1952-1954 Piombino 39 (6)
1954-1956 Milan 17 (5)
1956-1957 Atalanta 4 (0)
1957-1959 FEDIT 38 (7)
1959-1961 Tevere Roma 14 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Valentino Valli (Ravenna, 1º dicembre 1929) è un ex calciatore italiano.

Indice

CarrieraModifica

Attaccante dotato di buone capacità a livello tecnico ma con poca propensione all'agonismo, cresce nell'Edera Ravenna, con cui debutta in serie C.

Passa quindi alla SPAL, in Serie B, e poi al Como, con cui esordisce in Serie A (9 presenze ed una rete nella stagione 1949-50).

Viene quindi ceduto al Legnano in Serie B (10 presenze), quindi passa in prestito al Chinotto Neri Roma in serie C dove realizza 12 reti in 23 partite.

Rientrato al Legnano, viene ceduto al Piombino[1], con cui disputa due campionati cadetti: nel secondo di essi (stagione 1953-54) riesce ad imporsi come titolare, collezionando 31 presenze e 6 reti, che però non bastano per evitare ai toscani l'ultimo posto finale con conseguente retrocessione.

Nell'estate 1954 viene acquistato un po' a sorpresa dal Milan. Durante la prima stagione (1954-55), conclusasi con la vittoria dello scudetto da parte dei rossoneri, Valli trova poco spazio in attacco, chiuso da campioni del calibro di Nordahl e Schiaffino, e colleziona solamente 6 presenze e una rete nel successo esterno contro il Napoli.

L'anno successivo le occasioni di mettersi in luce aumentano anche perché il Milan in quell'annata oltre al campionato disputa la prima edizione della neonata Coppa dei Campioni. Proprio in Coppa Campioni Valli realizza probabilmente la prestazione più rilevante della sua carriera, segnando una doppietta nel ritorno del primo turno in casa del Saarbrücken, nel 4-1 con cui i rossoneri ribaltano il 3-4 subito all'andata a San Siro. In campionato, Valli totalizza il non disprezzabile numero di 4 reti in soli 11 incontri disputati.

Non ritenuto ancora pronto per un posto da titolare, viene mandato in prestito all'Atalanta nella speranza possa esplodere definitivamente, ma le attese vanno deluse. Limiti caratteriali ne frenano infatti l'attività agonistica, tanto che fra i bergamaschi totalizza solo 4 presenze nella stagione 1956-57.

Il Milan pertanto lo "scarica" e negli anni successivi milita in serie C, dove termina la carriera in squadre della capitale (Fedit e Tevere Roma).

In carriera ha totalizzato complessivamente 30 presenze e 6 reti in Serie A, 63 presenze e 7 reti in Serie B.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Milan: 1954-1955

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Valentino Valli, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.