Apri il menu principale
Vara
Vara - Ponte di Ceparana.JPG
Il fiume Vara fotografato dal ponte di Ceparana
StatoItalia Italia
RegioniLiguria Liguria
Lunghezza58 km
Portata media16 m³/s
Bacino idrografico1 698,5 km²
Altitudine sorgente1 404 m s.l.m.
NasceMonte Zatta
AffluentiDurasca
Sfocianel Magra presso Vezzano Ligure
44°09′09.3″N 9°53′14.97″E / 44.152584°N 9.887491°E44.152584; 9.887491Coordinate: 44°09′09.3″N 9°53′14.97″E / 44.152584°N 9.887491°E44.152584; 9.887491

Il Vara (Væa[1] o Vàa[2] in ligure) è un fiume della Liguria che scorre interamente nella Provincia della Spezia.

Con i suoi 58 km di percorso è il fiume più lungo della Liguria.

CorsoModifica

Il Vara nasce dal Monte Zatta (1404 m s.l.m.) sull'Appennino Ligure, percorrendo i circa 58 km della vallata a cui dà il nome (Val di Vara).

Il suo tratto alto è interrotto da alcuni bacini artificiali che ne regolano la portata. Da Borghetto di Vara a valle fino al punto di confluenza nel fiume Magra, il fiume si sviluppa lungo un asse parallelo alla costa ligure (Riviera di levante, che in quel tratto comprende le famose Cinque Terre); da Borghetto di Vara a monte fino a Varese Ligure l'asse si sposta di alcune decine di gradi verso nord.

Il fiume confluisce nel Magra, di cui è il maggiore affluente, all'altezza della piana di Santo Stefano di Magra, in località Fornola.

I comuni attraversati sono: Varese Ligure, Maissana, Sesta Godano, Carro, Carrodano, Borghetto di Vara, Brugnato, Rocchetta di Vara, Beverino, Calice al Cornoviglio, Follo, Bolano e Vezzano Ligure.

Regime e affluentiModifica

 
Il Vara a Follo; in basso a sinistra si nota la confluenza del Durasca, in alto a destra s'intravede la confluenza con il Magra

In fiume ha regime torrentizio con grosse piene autunnali e primaverili e magre accentuate in estate (anche se regolate dai bacini idroelettrici). Fornisce al Magra una media di 16 m³/s. Il reticolo idrografico del Vara è costituito da molti torrenti affluenti confluenti sia da sinistra che da destra:

  • Destra

torrente Pogliaschino, torrente Borsa, torrente Durasca, torrente Graveglia, torrente Malacqua, Pignone, torrente Riccò, torrente Torza, torrente Trambacco, rio di Valle della Craviola, torrente Travo.

  • Sinistra

torrente Campazza, torrente Chinela, torrente Crovana, torrente Dorgiola, torrente Gòttero, torrente Durla, torrente Mangia, torrente Ruschia, torrente Scagliana, torrente Stora, torrente Usurana, torrente Ri, torrente Gravegnola.

Portate medie mensiliModifica

Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : Naseto (1961 - 1970)
 
Fonte : AA.VV., Portate (mc) VARA (Magra) a Naseto - Annali APAT, dati on-line su simn/dati/alov_portate (consultato nell'aprile 2017)

GeografiaModifica

Cenni storiciModifica

Il fiume diede il nome tra il 2 dicembre 1797 e il 28 aprile 1798 al Département du Vara o Dipartimento del Vara, una delle unità amministrative nelle quali era suddivisa la Repubblica Ligure, che aveva per capoluogo Levanto[3].

Al fiume Vara fu intitolato anche il Battaglione Val di Vara, unità partigiana della Colonna Giustizia e Libertà, che operò nella vallata e combatté durante la Resistenza nel biennio 1944-1945 sui monti della valle. Il fiume fu, in svariate circostanze, teatro di aspri combattimenti tra le formazioni partigiane locali ed i reparti tedeschi e fascisti operanti nella regione.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Alluvione dello Spezzino e della Lunigiana del 25 ottobre 2011.

NoteModifica

  1. ^ Mario Niccolò Conti, Amedeo Ricco, Dizionario spezzino (primo contributo alla definizione del patrimonio lessicale), La Spezia, Accademia lunigianese di scienze Giovanni Cappellini, 1975.
  2. ^ Karl Jaberg, Jakob Jud, Atlante linguistico ed etnografico dell'Italia e Svizzera Meridionale, 1928-1940
  3. ^ Gazzetta universale, 1797, p. 814. URL consultato il 2 novembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN244623551 · WorldCat Identities (EN244623551