Apri il menu principale

Vasilij Danilovič Sokolovskij

generale e politico sovietico
Vasilij Danilovič Sokolovskij
Vasily Sokolovsky.jpg
NascitaKozliki, 21 luglio 1897
MorteMosca, 10 maggio 1968
Luogo di sepolturaNecropoli delle mura del Cremlino
Dati militari
Paese servitoUnione Sovietica Unione Sovietica
Forza armataArmata rossa
Anni di servizio1918 - 1960
GradoMaresciallo dell'Unione Sovietica
GuerreGuerra civile russa
Seconda guerra mondiale
CampagneRivolta dei Basmachi
BattaglieBattaglia di Mosca
battaglia di Smolensk
Comandante diDistretto militare di Mosca
Fronte occidentale
1° Fronte ucraino
Forze sovietiche in Germania est
DecorazioniEroe dell'Unione Sovietica
Ordine di Lenin (8)
Ordine della Bandiera Rossa (3)
Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
Ordine di Suvorov di I classe (3)
Ordine di Kutuzov di I Classe (3)
voci di militari presenti su Wikipedia
Vasilij Danilovič Sokolovskij
Marshal of the USSR 1977 CPA 4704.jpg
Vasilij Sokolovskij in un francobollo sovietico del 1977

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature II
Circoscrizione Circoscrizione speciale

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature III, IV, V, VI, VII
Circoscrizione Oblast' di Stalingrado (III, IV, V), Oblast' di Volgograd (VI), Oblast' di Orenburg (VII)

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica

Vasilij Danilovič Sokolovskij (in russo: Василий Данилович Соколовский?; Kozliki, 21 luglio 1897Mosca, 10 maggio 1968) è stato un generale e politico sovietico. Fu anche maresciallo dell'Unione Sovietica.

Origini e carrieraModifica

Nato in una famiglia povera di Koźliki, una località dell'attuale comune polacco di Zabłudów, nell'allora gubernija di Grodno, al confine occidentale dell'Impero russo. Lavorò in gioventù come insegnante in una scuola di campagna e prese parte a proteste e manifestazioni contro lo zar. Nel febbraio 1918, si unì nell'armata rossa.

A partire dal 1919 iniziò a frequentare l'Accademia Militare dell'Armata Rossa, dove si diplomò nel 1921. Nominato ufficiale di una divisione stazionata in Turkmenistan. Per il valore dimostrato durante la campagna militare contro la rivolta dei Basmachi venne ferito in uno scontro a Samarcanda e decorato con l'ordine della Bandiera Rossa. Dopo la Guerra civile russa ricoprì una lunga sequela di incarichi come alto ufficiale in grado, fino a diventare comandante del distretto militare di Mosca ed in seguito di Vice Capo di Stato Maggiore, incarico che deteneva al momento dell'invasione tedesca con l'operazione Barbarossa.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Eroe dell'Unione Sovietica
— 29 maggio 1945
  Ordine di Lenin (8)
— 22 febbraio 1941, 2 gennaio 1942, 21 febbraio 1945, 29 maggio 1945, 20 luglio 1947, 24 giugno 1948, 20 luglio 1957 e 20 luglio 1967
  Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
— 22 febbraio 1968
  Ordine della Bandiera Rossa (3)
— 28 febbraio 1938, 3 novembre 1944 e 20 giugno 1949
  Ordine di Suvorov di I Classe (3)
— 9 aprile 1943, 28 agosto 1943 e 6 aprile 1945
  Ordine di Kutuzov di I Classe (3)
— 27 agosto 1943, 25 agosto 1944 e 18 dicembre 1956
  Medaglia per la difesa di Mosca
— 1º maggio 1944
  Medaglia per la vittoria sulla Germania nella grande guerra patriottica 1941-1945
— 9 maggio 1945
  Medaglia per il giubileo dei 20 anni della vittoria della grande guerra patriottica del 1941-1945
— 7 maggio 1965
  Medaglia per la cattura di Berlino
  Medaglia per il giubileo dei 20 anni dell'Armata Rossa dei lavoratori e dei contadini
— 22 febbraio 1938
  Medaglia per il giubileo dei 30 anni dell'esercito e della marina sovietica
— 22 febbraio 1948
  Medaglia per il giubileo dei 40 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
— 18 dicembre 1957
  Medaglia per il giubileo dei 50 anni delle forze armate dell'Unione Sovietica
— 26 dicembre 1967
  Medaglia commemorativa per l'800º anniversario di Mosca

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia)
  Medaglia dell'Ordine della Rivolta Nazionale Slovacca (Cecoslovacchia)
  Grand'Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
  Ordine della Stella Partigiana con Corona d'Oro (Iugoslavia)
  Ordine della Bandiera Rossa (Mongolia)
  Croce di Cavaliere dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia)
  Ordine della Croce di Grunwald di III Classe (Polonia)
  Medaglia per Varsavia 1939-1945 (Polonia)
  Medaglia dell'Oder, di Nisa e del Baltico (Polonia)
  Ordine al Merito per la Patria in Oro (2 - Repubblica Democratica Tedesca)
  Ufficiale dell'Ordine dell'Impero britannico (Regno Unito)
  Commendatore della Legion of Merit (Stati Uniti)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN301522447 · ISNI (EN0000 0000 8097 7727 · LCCN (ENn50078846 · GND (DE122957865 · NDL (ENJA00526334 · WorldCat Identities (ENn50-078846