Vittorio Grigolo

tenore italiano

Vittorio Grigòlo (Arezzo, 19 febbraio 1977) è un tenore italiano.

BiografiaModifica

Vittorio Grigolo nasce ad Arezzo e cresce a Roma, dove studia canto alla Schola Puerorum cantorum della Cappella Sistina. Con la direzione del Maestro Domenico Bartolucci nel 1989, partecipa alla Tournée concerti in Usa. Con il coro della Cappella Sistina, ha cantato nei Teatri e University di Tempe, Arizona- PalmDesert, Los Angeles, San Diego, Glendora, CostaMesa SantaBarbara, Visalia, SanFrancisco, Portland, California, Victoria, Vancouver, Canada. L'anno successivo, a soli tredici anni, fa il suo debutto nel mondo dell'opera nel ruolo del pastorello in Tosca, in scena al Teatro dell'Opera di Roma con Luciano Pavarotti.

A 17 anni prosegue gli studi con il basso Danilo Rigosa, nel circuito lirico e con il Teatro Opera Studio di Adria, debutta Petite Messe Solennelle, L'elisir d’amore e Il barbiere di Siviglia. Nel 1998 comincia a farsi conoscere fuori dai confini nazionali interpretando Don Narciso ne Il Turco in Italia di Gioachino Rossini, alla Kammeroper di Vienna.

In ottobre 2000, in occasione della riapertura della Chiesa di S.Stefano al Ponte Vecchio, è stato nuovamente diretto da Monsignor Domenico Bartolucci, nella prima esecuzione assoluta integrale della Natività. Nel 2000 a soli 23 anni, è il più giovane tenore nella storia italiana a cantare al Teatro alla Scala per il concerto di apertura dell’anno Verdiano, con la direzione del maestro Riccardo Muti.

Nel 2002 torna al Teatro dell’Opera di Roma, dove canta ne L'elisir d’amore e nella prima di Romanza – Una favola italiana. In pochi anni Vittorio Grigolo comincia a esibirsi sui palcoscenici più importanti del mondo, sotto la direzione di Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Myung-Whun Chung, Daniel Oren, Antonio Pappano, Evelino Pidò e altri.

Nel 2010 debutta oltreoceano nel ruolo di Rodolfo ne La bohème in scena alla Metropolitan Opera House di New York. Nello stesso periodo Grigolo amplia il proprio repertorio con i ruoli principali dell’opera italiana e francese: La traviata, Lucrezia Borgia, La bohème, Rigoletto, L'elisir d’amore, Lucia di Lammermoor, Faust, Roméo et Juliette, Manon, Les contes d’Hoffmann, Werther, altri e nuovi debutti all’orizzonte.

Nel 2011 partecipa ad Atene all’apertura Special Olympics Ceremony esibendosi in Nessun dorma e in duetto con la cantante greca Glykeria . L’anno seguente è il protagonista del video “The Bad Boy Of Opera” realizzato da Bruce Weber per Vanity Fair Italia.

Grigolo è stato il primo tenore a rappresentare due celebri opere su palcoscenici del tutto inediti: La traviata nella stazione centrale di Zurigo (2008) e L’elisir D’Amore nell’aeroporto di Malpensa (2015).

Sul piccolo schermo Vittorio Grigolo ha interpretato il Duca di Mantova nel film televisivo Rigoletto a Mantova, trasmesso in diretta live e prodotto dalla Rai su idea di Andrea Andermann e per la regia di Marco Bellocchio.

Grigolo ha ricevuto l’European Border Breakers award per il suo primo album solista In the Hands of love (Polydor), il Best Tenor 2011 di L’Opera Magazine per la performance come Des Grieux presso la Royal Opera House di Londra (2010) e il prestigioso ECHO Klassik Newcomer of the Year nel 2011.

Nel 2015 il Comune di Sorrento gli conferisce il Premio Caruso per il contributo alla diffusione della cultura italiana nel mondo.

Nel 2015 riceve il Tiberini d’Oro come riconoscimento alla sua carriera di successo nell'opera.

L’anno seguente è la volta del Distinguished Artistic Leadership Award da parte dell’Atlantic Council per il contributo verso il rafforzamento delle relazioni transatlantiche e del Premio Puccini 2016, come riconoscimento per l’espressiva e appassionante interpretazione di uno dei ruoli più affascinanti del repertorio pucciniano, Rodolfo. Ed è proprio con Rodolfo che Grigolo ha calcato i maggiori teatri del mondo, compreso lo scenario suggestivo dell’Arena di Pompei, sotto la direzione di Alberto Veronesi, Presidente della Fondazione Festival Pucciniano cui è stata affidata la consegna di questo prestigioso premio.

Nel 2017 partecipa al cortometraggio d’autore The Good Italian parte III accanto al Principe di Soragna / Giancarlo Giannini.

Il 6 settembre 2017, prende parte alla serata evento all'Arena di Verona per i 10 anni dalla scomparsa di Pavarotti, durante la quale Grigolo canta il brano Luciano, con parole e musica scritte da Nicola Piovani.

Nel 2017 riceve il NIAF Svent Award dalla National Italian American Foundation. Nello stesso anno interpreta con apprezzamenti di critica e pubblico il ruolo di Cavaradossi in un allestimento della Tosca al Metropolitan.[1]

Nel 2018 gli viene conferito il premio The Opera News Awards per il suo contributo al mondo dell’opera.

Nel 2015 Grigolo condivide il palco con Brian May in occasione della serata di gala Lo spettacolo sta per iniziare all’Arena di Verona.

L’anno seguente si esibisce con Sting, Bruce Springsteen e James Taylor alla Carnegie Hall in occasione del biennale The Revlon Concert per il Rainforest Fund, organizzato dallo stesso Sting e da Trudie Styler.

Nel 2019 partecipa al programma Amici di Maria De Filippi in qualità di direttore artistico.

Nel settembre 2019 viene sospeso dalla compagnia della Royal Opera House, a seguito di un'indagine interna per presunte molestie sessuali.[2][3][4] Pochi giorni dopo viene temporaneamente sospeso anche dalla Metropolitan Opera House, in via cautelativa.[5] In seguito a indagini interne, nel dicembre dello stesso anno il tenore viene licenziato per il suo comportamento "inappropriato ed aggressivo" sia dalla Royal Opera House che dal Metropolitan, dove avrebbe dovuto cantare i ruoli principali rispettivamente in Lucia di Lammermoor e La traviata nel 2020.[6][7][8] Nonostante il clamore mediatico, il tenore prosegue regolarmente nella sua tourné.[9][10] Partecipa in qualità di ospite alla quinta e ultima puntata del festival di Sanremo 2020, cantando prima della proclamazione del vincitore.

In occasione della Festa della Repubblica italiana del 2 giugno 2020 interpreta l'inno nazionale (Il Canto degli Italiani) nell'Arena di Verona vuota a causa delle restrizioni per il COVID-19.

Album di debuttoModifica

Grigolo registrò il primo album da solista, In the Hands of Love, cantando musica pop/opera. Il Classical Advisory Panel of England non inserì l'album fra quelli di musica classica, definendolo classico al 35.7% (mentre per accede alle classifiche della classica la percentuale deve essere del 60%). In the Hands of Love debuttò nella Top 10 delle classifiche del Regno Unito, raggiungendo l'a 6 oposizione numero 6 e stabilendo un nuovo record di vendite. L'album contiene una interpretazione di "Bedshaped" dei Keane, "Maria" da West Side Story, "All in Love Is Fair" di Stevie Wonder e un duetto con Katherine Jenkins dal titolo "You Are My Miracle".

L'album venne lanciato negli Stati Uniti d'America nel settembre 2006 con il semplice titolo Vittorio. La versione statunitense del duetto "You Are My Miracle" è cantata da Nicole Scherzinger dei Pussycat Dolls. Lo stesso album venne poi pubblicato in Australia il 23 ottobre 2006.

Grigolo e Hayley Westenra, rispettivamente nei ruoli di Tony e Maria, hanno registrato West Side Story assieme alla Leonard Bernstein Foundation, per festeggiare il 50º anniversario del musical. La registrazione di West Side Story ha raggiunto il numero 1 dell'UK Classic FM Chart.

Il 1º ottobre 2010 ha pubblicato il suo secondo album solista, "The Italian Tenor".

Premi e nominationModifica

PremiModifica

La Commissione europea ha insignito Grigolo e Romano Musumarra dell'European Border Breakers Award, assieme alla casa discografica, autori e produttori, come album di un debuttante che ha raggiunto le più alte soglie di vendita nel 2006 in Unione Europea, al di fuori del paese in cui è stato prodotto.

Il Capri/Hollywood Film Festival ha insignito grigolo del Grigolo Capri Exploit Music Award. La cerimonia di premiazione è avvenuta a Capri il 1º gennaio 2008, dove Grigolo ha cantato un tributo a Leonard Bernstein.

NominationModifica

DiscografiaModifica

  • In the Hands of Love - 2006
  • Bernstein, West Side Story - con Hayley Westenra/Royal Liverpool Philharmonic - 2007 Decca
  • The Italian Tenor, Vittorio Grigolo/Orchestra e Coro del Teatro Regio di Parma/Pier Giorgio Morandi - 2010 Sony
  • Arrivederci, Vittorio Grigolo/Orchestra e Coro del Teatro Regio di Parma/Pier Giorgio Morandi - 2011 Sony
  • Ave Maria, Vittorio Grigolo - 2012 Sony
  • Les plus grands airs de l'opéra italien, 2013 Sony
  • The Romantic Hero, Vittorio Grigolo - 2014 Sony

DVDModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Anthony Tommasini, Review: The Met Opera’s ‘Tosca’ Overcomes Months of Chaos, in The New York Times, 1º gennaio 2018. URL consultato il 30 settembre 2019.
  2. ^ La Royal Opera House di Londra ha sospeso il tenore italiano Vittorio Grigolo, su Il Post, 24 settembre 2019. URL consultato il 24 settembre 2019.
  3. ^ (EN) Patrick Sawer, Opera star investigated by Royal Opera House for groping colleague admitted 'I'm a sex addict', in The Telegraph, 24 settembre 2019. URL consultato il 24 settembre 2019.
  4. ^ (EN) Italian tenor Vittorio Grigolo axed from Royal Opera House for 'on-stage grope', su The Sun, 23 settembre 2019. URL consultato il 24 settembre 2019.
  5. ^ Slipped Disc | The Met suspends Grigolo
  6. ^ (EN) Michael Cooper, Vittorio Grigolo, Star Tenor, Fired for ‘Inappropriate’ Behavior, in The New York Times, 5 dicembre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  7. ^ Royal Opera House Concludes Vittorio Grigolo Investigation – Opera Wire, su operawire.com. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  8. ^ (EN) Phoebe Southworth, Vittorio Grigolo dropped by Royal Opera House over 'inappropriate and aggressive behaviour' at curtain call, in The Telegraph, 5 dicembre 2019. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  9. ^ Vittorio Grigolo, trionfo alla Scala dopo le accuse di molestie: «Adesso torno a testa alta», su www.ilmessaggero.it. URL consultato il 13 novembre 2019.
  10. ^ Vienna State Opera 2019-20 Live Stream: Vittorio Grigolo Stars in ‘Werther’ – Opera Wire, su operawire.com. URL consultato il 13 novembre 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN68705152 · ISNI (EN0000 0001 1664 9179 · Europeana agent/base/164465 · LCCN (ENno2007035122 · GND (DE142085030 · BNF (FRcb155930578 (data) · BNE (ESXX5258734 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2007035122