Apri il menu principale
Weissmies
Weissmies Triftgletscher.jpg
Vista del Weissmies con il ghiacciaio Trift
StatoSvizzera Svizzera
CantoneVallese Vallese
Altezza4 017 m s.l.m.
Prominenza1 185 m
CatenaAlpi
Coordinate46°07′40″N 8°00′43″E / 46.127778°N 8.011944°E46.127778; 8.011944Coordinate: 46°07′40″N 8°00′43″E / 46.127778°N 8.011944°E46.127778; 8.011944
Data prima ascensione1855
Autore/i prima ascensioneJakob Christian Häusser e Peter Josef Zurbriggen
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Weissmies
Weissmies
Mappa di localizzazione: Alpi
Weissmies
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi del Mischabel e del Weissmies
SupergruppoCatena del Weissmies
GruppoGruppo del Weissmies
SottogruppoCatena Weissmies-Lagginhorn-Fletschhorn
CodiceI/B-9.V-C.6.a

Il Weissmies (4.023 m) è una vetta alpina situata nelle Alpi Pennine (sottosezione Alpi del Mischabel e del Weissmies) nel Vallese svizzero.

Indice

ToponimoModifica

Il nome della vetta deriva dalla parola dialettale Mies che significa mousse (ovvero schiuma). Weissmies significa quindi schiuma bianca, descrizione originale e piena di significato.

CaratteristicheModifica

Con il Fletschhorn (3.993 m) ed il Lagginhorn (4.010 m) costituisce una catena che separa la Saastal dalla Val Divedro.

La prima scalataModifica

La vetta fu scalata per la prima volta nel 1855 da Jakob Christian Häusser e Peter Josef Zurbriggen.

Vie di salitaModifica

La via di salita più semplice parte dal rifugio Almagellerhütte situato nel comune di Saas-Almagell. Dal rifugio si sale al Zwischbergenpass (3.268 m) e poi si affronta il versante sud-est della montagna.

 
Il Weissmies visto dalla stazione della funivia ad Hohsaas.

In alternativa si può risalire il versante nord-occidentale partendo dal rifugio Weissmieshütte (2.726 m) situato nel comune di Saas-Grund. Dal rifugio si sale prima ad Hohsaas (3.101 m) dove arriva la funivia da Saas-Grund[1]. Poi si affronta il ghiacciaio Trift, ghiacciaio molto crepacciato. Infine arrivati sulla spalla della montagna si percorre il versante nord-occidentale. Questa via a motivo della facilità di accesso tramite gli impianti di risalita è la più frequentata.

NoteModifica

  1. ^ Si può quindi arrivare direttamente ad Hohsaas senza passare per il rifugio.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

 
Panorama dalla vetta della montagna.
Controllo di autoritàVIAF (EN242285262