Apri il menu principale
Willy Claes
Willy Claes - Filip Naudts.jpg

Segretario generale della NATO
Durata mandato 17 ottobre 1994 –
20 ottobre 1995
Predecessore Sergio Balanzino
(ad interim)
Successore Sergio Balanzino
(ad interim)

Presidente del Partito del Socialismo Europeo
Durata mandato novembre 1992 –
ottobre 1994
Predecessore Guy Spitaels
Successore Rudolf Scharping

Ministro degli Affari Esteri
Durata mandato 7 marzo 1992 –
10 ottobre 1994
Capo del governo Jean-Luc Dehaene
Predecessore Mark Eyskens
Successore Frank Vandenbroucke

Viceprimo ministro del Belgio
Durata mandato 3 aprile 1979 –
18 maggio 1980
Capo del governo Wilfried Martens
Predecessore Léon Hurez
Successore Herman Vanderpoorten

Durata mandato 22 ottobre 1980 –
17 dicembre 1981
Capo del governo Wilfried Martens
Mark Eyskens
Predecessore Guy Spitaels
Successore Charles-Ferdinand Nothomb

Durata mandato 9 maggio 1988 –
10 ottobre 1994
Capo del governo Wilfried Martens
Jean-Luc Dehaene
Predecessore Jean Gol
Successore Frank Vandenbroucke

Ministro degli Affari Economici
Durata mandato 23 ottobre 1973 –
25 aprile 1974
Capo del governo Edmond Leburton
Predecessore Henri Simonet
Successore André Oleffe

Durata mandato 3 giugno 1977 –
17 dicembre 1981
Capo del governo Leo Tindemans
Paul Vanden Boeynants
Wilfried Martens
Mark Eyskens
Predecessore Fernand Herman
Successore Mark Eyskens

Durata mandato 9 maggio 1988 –
7 marzo 1992
Capo del governo Wilfried Martens
Predecessore Philippe Maystadt
Successore Melchior Wathelet

Ministro della Pubblica Istruzione
Durata mandato 20 gennaio 1972 –
26 gennaio 1973
Capo del governo Gaston Eyskens
Predecessore Piet Vermeylen
Successore Willy Calewaert

Co-Presidente del Partito Socialista Belga
(con André Cools)
Durata mandato 1975 –
1977
Predecessore Jos Van Eynde e André Cools
Successore Karel Van Miert e André Cools

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Belga
Partito Socialista Differente
Professione Politico

Willem Werner Hubert "Willy" Claes (Hasselt, 24 novembre 1938) è un politico belga, Segretario generale della NATO dal 17 ottobre 1994 al 20 ottobre 1995.

È stato inoltre presidente del Partito del Socialismo Europeo dal novembre del 1992 fino a ottobre del 1994. Appartiene al Partito Socialista Differente (SPa).

Attività politicaModifica

Alla fine degli anni Ottanta venne in discredito su scandali e irregolarità che circondarono le mutue socialiste. È stato Vice Presidente della SM, Edmond Leburton, cui era finito già nell'Affare Ibramco, è stato presidente.

È stato dal 1992 al 1994 ministro degli Esteri del Governo Dehaene, quando fece una campagna per il ritiro delle forze di pace belga durante il Genocidio ruandese. Nel settembre 1994 ha sostituito questa carica a quella di Segretario generale della NATO fino al 1995.

Nel periodo del dicembre 1971 - ottobre 1980 ha ricoperto la carica a causa del doppio mandato allora esistente anche nel Consiglio culturale per i Beni Culturali della Comunità Fiamminga, che è stata inaugurata il 7 dicembre 1971. A partire dal 21 ottobre 1980 fino all'ottobre 1994 è stato un membro del Consiglio fiammingo, il successore del Consiglio Culturale e il precursore del corrente Parlamento fiammingo.

Scandalo AgustaModifica

Willy Claes non rimase a lungo nella NATO. Egli fu perseguitato dalle accuse riguardanti i soldi dell'Affare Agusta (con Guy Coëme e Guy Spitaels). Certi politici socialisti belgi avevano accettato tangenti da Agusta e Dassault (nel periodo 1988 e nel 1989). Anche se Claes ha negato il suo coinvolgimento, si dimise il 20 ottobre 1995 sotto forte pressione. Il 23 dicembre 1998 la Suprema Corte confermò il giudizio in appello, condannandolo a tre anni di sospensione condizionale della pena, l'esenzione per cinque anni dai suoi diritti civili e una multa di 60.000 franchi (€ 1,500). Egli ha anche fatto appello alla Corte di giustizia dell'Unione europea, come risultato non ebbe ragione.

Dal 24 dicembre 2003 a Willy Claes gli sono stati riconosciuti i suoi diritti civili, vale a dire, che gli è stato di nuovo concesso il diritto di voto attivo e passivo per l'elezione alle successive elezioni. Tuttavia, egli non è ritornato alla politica attiva. Tuttavia ha completato numerosi mandati in enti socialisti, o ha rappresentato le istituzioni affiliate socialiste in altri organi.

Inoltre, egli è coinvolto con i suoi nipoti nella musica; ha organizzato l'accompagnamento di pianoforte per le prestazioni del cantante fiammingo di musica lirica Koen Crucke.

È stato sposato per molto con Suzanne Meynen, un infermiera e ostetrica con la quale ha avuto due figli, tra cui la politica e sindaco del Partito Socialista Differente di Hasselt Hilde Claes. Nel dicembre 2005 è stato annunciato che dopo 42 anni di matrimonio, la moglie ha ottenuto il divorzio perché aveva una relazione iniziata con Frieda Dekeyzer, un insegnante di nutrizione e dietetica, di diciotto anni più giovane di Claes e con due figlie da precedenti relazioni.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN33291571 · ISNI (EN0000 0000 2471 8739 · LCCN (ENn80028075 · GND (DE171224582 · WorldCat Identities (ENn80-028075