Apri il menu principale
Aeronautica militare del Mali
Force Aerienne de la Republique du Mali
Mali Air Force
Descrizione generale
Attiva1961 – oggi
NazioneMali Mali
ServizioAeronautica militare
Dimensione400 effettivi (2009)
Quartier generaleBamako
Battaglie/guerreGuerra della striscia di Agacher
Parte di
Simboli
CoccardaRoundel of Mali.svg
Distintivo di codaFlag of Mali.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Force aérienne de la République du Mali, tradotto dalla lingua francese Forza aerea del Mali (in lingua inglese Mali Air Force), è l'attuale aeronautica militare del Mali e parte integrante, assieme all'esercito del Mali, delle forze armate del Mali.

StoriaModifica

L'Armée de l'Air du Mali è stata fondata nel 1961 con l'aiuto militare francese, che fornirono un monomotore MH.1521 Broussard seguito da due aerei da trasporto C-47, seguiti dal 1962 da quattro biplani da trasporto Antonov An-2 Colt e quattro elicotteri leggeri Mi-4 ricevuti con l'inizio dell'assistenza sovietica.[1] A metà degli anni sessanta i sovietici consegnarono cinque caccia MIG-17F e un addestratore MIG 15UTI per equipaggiare una squadriglia a Bamako-Sénou, inizialmente con piloti sovietici. Due aerei da trasporto Ilyushin Il-14 e un elicottero Mil Mi-8 sono stati consegnati nel 1971 seguiti da due aerei da trasporto Antonov An-24. Negli anni settanta sono stati consegnati i primi 12 caccia MiG-21MF e due addestratori MIG 21UM. Nel 1976 è stato acquisito un aereo da trasporto Antonov An-26, mentre un secondo è stato consegnato nel 1983. Sempre nel 1983 sono stati consegnati per la formazione di una scuola piloti, sei addestratori Aero L-29. Nel giugno 2015 il governo del Mali ha ordinato sei aeromobili Super Tucano da l'attacco leggero alla società brasiliana Embraer.[2]

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[3][4]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Mikoyan-Gurevich MiG-21 Fishbed   Russia caccia intercettore
conversione operativa
MiG-21MF Fishbed J
MiG-21UM
9[3][5] 12 MiG-21MF e 2 MIG 21UM consegnati. 9 in organico all'ottobre 2016, anche se la maggior parte di questi si ritiene sia inutilizzabile.[5]
Embraer A-29 Super Tucano   Brasile COIN A-29B 4[6][7][4] 6 velivoli ordinati a giugno 2015 che saranno consegnati entro il 2018.[8] La commessa è stata ridotta a 4 velivoli che sono stati tutti consegnati al settembre 2018.[9]
Aerei per impieghi speciali
Humbert Tétras   Francia aereo da ricognizione Tétras M 14[4]
Cessna 208 Caravan   Stati Uniti ISR C208 ISR 1[10] 1 Cessna C-208 ISR Donato dall'Unione Europea ad aprile 2019, che sarà configurato per l'intelligence, la sorveglianza e la ricognizione (ISR).[10]
Aerei da addestramento
Aermacchi SF-260   Italia aereo da addestramento SF-260A 1[3][4][5]
Aerei da trasporto
CASA C-295   Spagna aereo da trasporto C-295W 1[3][4][11] 1 consegnato.[11] Un secondo aereo sarà consegnato tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018.[12]
Britten-Norman BN-2 Islander   Regno Unito Aereo da trasporto BN-2 1[3][5]
Harbin Y-12 Turbo Panda   Cina aereo da trasporto leggero Y-12-200 2[3][4][13] 2 ordinati e consegnati ad ottobre 2017.[14][13][12]
Basler BT-67 Turbo Dakota   Stati Uniti Aereo da trasporto BT-67 1[4][5]
Cessna O-2 Skymaster   Stati Uniti Aereo da trasporto O-2B 2[4]
Elicotteri
Harbin Z-9 Haitun   Cina elicottero medio Z-9 1[4][15] 2 consegnati.[15]
Airbus H215 Super Puma   Unione europea elicottero multiruolo H215 2[3][4][5][12] 2 consegnati.[5][12]
Mil Mi-24 Hind   Russia Elicottero d'attacco Mi-24D
Mi-35M
5[3][4][13][12][16] 2 acquistati di seconda mano dalla Bulgaria.[17] 2 Mi-35M consegnati ad ottobre e 2 in attesa di consegna.[13][12][16][4]

Aeromobili ritiratiModifica

NoteModifica

  1. ^ World Aircraft Information Files. Brightstar Publishing, London. Files 337, Sheet 04.
  2. ^ Craig Hoyle, T"PARIS: Mali to boost defences with Super Tucano", in Flightglobal, 15 giugno 2015. URL consultato il 20 giugno 2015.
  3. ^ a b c d e f g h (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 21. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l "LES AÉRONEFS DES FORCES AÉRIENNES DES NATIONS DU G5 SAHEL EN 2018 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 10 maggio 2018, URL consultato il 8 marzo 2019.
  5. ^ a b c d e f g "MALI RECEIVES FIRST OF TWO SUPER PUMAS", su itweb.co.za/mobilesite/defenceweb, 26 ottobre 2016, URL consultato il 2 settembre 2017.
  6. ^ "Mali. Quattro A-29 Super Tucano" - "Aeronautica & Difesa" N. 382 - 08/2018 pag. 71
  7. ^ "SUPER TUCANO PER IL MALI", su portaledifesa.it, 11 luglio 2018, URL consultato il 11 luglio 2018.
  8. ^ "MALI TO BUY SIX EMBRAER A-29 SUPER TUCANO AIRCRAFT", su airforce-technology.com, 17 giugno 2015, URL consultato il 21ottobre 2017.
  9. ^ "Super Tucano al Mali" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2018 pag. 18
  10. ^ a b "EU DELIVERS CESSNA ISR AIRCRAFT TO MALI", su janes.com, 5 aprile 2019, URL consultato il 5 aprile 2019.
  11. ^ a b "MALI RECEIVES ITS C295W" Archiviato il 29 agosto 2017 in Internet Archive., su janes.com, 23 dicembre 2016, URL consultato il 29 agosto 2017.
  12. ^ a b c d e f "MALIAN AIR FORCE TO PROCURE MORE AIRCRAFT" Archiviato il 29 agosto 2017 in Internet Archive., su janes.com, 20 ottobre 2017, URL consultato il 21 ottobre 2017.
  13. ^ a b c d "MALI RECEIVES NEW AIRCRAFT" Archiviato il 4 ottobre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 2 ottobre 2017, URL consultato il 3 ottobre 2017.
  14. ^ "Mali. Harbin Y-12 in consegna." - "Aeronautica & Difesa" N. 372 - 10/2017 pag. 74
  15. ^ a b "La Cina sul mercato globale della difesa" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2017 pp. 44-53
  16. ^ a b "CONSEGNATI I PRIMI DUE MIL MI-35M ORDINATI DAL MALI, su analisidifesa.it, 28 ottobre 2017. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  17. ^ Air force (Mali), Air force, Sentinel Security Assessment - North Africa, 4 juillet 2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica