United States Space Force

forza militare degli Stati Uniti d'America
(Reindirizzamento da Air Force Space Command)
United States Space Force
Seal of the United States Space Force.svg
Descrizione generale
Attiva20 dicembre 2019 - attuale
NazioneStati Uniti Stati Uniti
ServizioUnited States Armed Forces
Dimensione13.064 militari, 6.880 civili
Quartier generalePeterson Air Force Base, Colorado
Comandanti
Comandante correnteGenerale John W. Raymond
Simboli
Bandiera
Flag of the United States Space Force.svg
Fonti citate nel testo principale
Voci su unità militari presenti su Wikipedia
Quartier Generale dell'AFSPC presso la Peterson AFB

Lo United States Space Force o USSF (Forza Spaziale degli Stati Uniti) è una delle forze armate degli Stati Uniti d'America, responsabile di tutte le operazioni spaziali e nel cyberspazio, dei sistemi di lancio e dei suoi satelliti. È inoltre la componente spaziale dello United States Strategic Command. Attualmente è l'unica forza armata americana che può gestire l'astronautica militare. Il quartier generale è situato presso la Peterson Air Force Base, in Colorado.

StoriaModifica

OperazioniModifica

Un numero sempre più grande di progetti satellitari militari senza pilota raggiunse la piena maturità negli anni '70 e '80. Per gestire questi progetti complessi, dei quali alcuni rendevano possibile la verifica del controllo degli armamenti e del rispetto dei trattati sul bando ai test nucleari, il quartier generale dell'U.S.A.F. stabilì un comando spaziale operativo nel 1982. Il nuovo comando assunse la responsabilità per tutte le relative funzioni spaziali. Il 1º luglio 1993, l'AFSPC assunse il controllo di tutti i missili balistici intercontinentali precedentemente assegnati all'Air Combat Command. L'AFSPC serve come componente dell'U.S.A.F nello United States Space Command ed anche nello United States Strategic Command.

AllineamentoModifica

  • Stabilito come Space Command ed attivato il 1º settembre 1982
  • Rinominato Air Force Space Command il 15 novembre 1985
  • Rinominato United States Space Force il 20 dicembre 2019

AssegnazioniModifica

  • United States Air Force dal 1º settembre 1982 al 20 dicembre 2019

Componenti maggioriModifica

DivisionsModifica

  • Space Communications, dal 1º ottobre 1990 al 1º ottobre 1991
  • 9th Space dal 1º ottobre 1990 al 1º ottobre 1991

Air ForcesModifica

  • Fourteenth Air Force, dal 1º luglio 1993 al 20 dicembre 2019
  • Twentieth Air Force, dal 1º luglio 1993 al 20 dicembre 2019

CentersModifica

  • Aerospace Defense dal 1º settembre 1982 al 1º ottobre 1986
  • Space and Missile Systems dal 1º ottobre 2001 al 20 dicembre 2019
  • USAF Space Warfare (successivamente Space Warfare, Space Innovation & Development) dal 1º novembre 1993 al 20 dicembre 2019
  • Western Space and Missile (successivamente 30th Space Wing) dal 1º ottobre 1991 al 20 settembre 1993.

WingsModifica

  • 1st Space dal 1º gennaio al maggio 1992.
  • 2nd Space dall'8 luglio 1985 al 30 gennaio 1982.
  • 3rd Space Support dal 15 ottobre 1986 al 15 maggio 1992
  • 21st Space dal 15 maggio 1992 al 20 settembre 1993.
  • 30th Space vedi sopra Western Space and Missile Center
  • 45th Space vedi Air Force Eastern Test Range
  • 50th Space dal 30 gennaio 1992 al 20 settembre 1993

GroupsModifica

  • Cheyenne Mountain Support, dal 1º settembre 1982 dal 7 novembre 1986
  • 73rd Space Surveillance, dal 1º marzo 1989 al 1º giugno 1991

RangeModifica

  • Air Force Eastern Test (successivamente 45th Space Wing): 1º ottobre 1991 al 20 settembre 1993.

BasiModifica

MezziModifica

EquipaggiamentoModifica

Essa dispone dei seguenti sistemi radar e satellitari:

SatellitiModifica

RadarModifica

OrganizzazioneModifica

Attualmente, al settembre 2017, il comando controlla[2]:

  Fourteenth Air Force, Vandenberg Air Force Base, CaliforniaModifica

Allerta e sorveglianza spazialeModifica

Operazioni spazialiModifica

  Twenty-Fourth Air Force (Air Forces Cyber), Joint Base San Antonio-Lackland, TexasModifica

Direct Reporting UnitsModifica

BasiModifica

La forza spaziale ha giurisdizione sulle seguenti basi militari:

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN40155563945613000194 · LCCN (ENno2019051349 · WorldCat Identities (ENlccn-no2019051349