Apri il menu principale

Alain Geiger

allenatore di calcio e ex calciatore svizzero
Alain Geiger
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1997
Carriera
Squadre di club1
1977-1981 Sion 88 (7)
1981-1986 Servette 139 (18)
1986-1988 Neuchâtel Xamax 63 (8)
1988-1990 Saint-Étienne 70 (2)
1990-1995 Sion 173 (4)
1995-1997 Grasshoppers 33 (1)
Nazionale
1980-1996 Svizzera Svizzera 112 (5)
Carriera da allenatore
1997-1998 Grasshoppers Primavera
1998-2002 Neuchâtel Xamax
2002-2003 Aarau
2003-2004 Grasshoppers
2005 Neuchâtel Xamax
2005-2006 Aarau
2006 Losanna
2006-2007 Olympique Safi
2009 Neuchâtel Xamax
2009 JS Kabylie
2010-2011 Al-Masry
2011-2012 ES Sétif
2012 Al-Ettifaq
2013 MC Alger
2015 MO Béjaïa
2015-2016 ES Sétif
2018- Servette
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 maggio 2018

Alain Geiger (Uvrier, 5 novembre 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svizzero, di ruolo difensore. Con 112 selezioni, è il secondo giocatore con più presenze con la Nazionale svizzera.[1] Inoltre,suo figlio, Bastien, è anch'egli calciatore professionista.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Geiger cominciò la sua carriera nel 1977 nel Sion. Giocò soltanto due match nella prima stagione ma dal 1978 fu un titolare indiscusso e vinse la Coppa di Svizzera nel 1980.

Nel 1981 passò al Servette FC, uno dei più importanti club svizzeri, e diventò un giocatore impagabile sia per il club che per la nazionale. Aiutò la squadra a vincere la coppa nazionale nel 1984, battendo il Lausanne Sports 1-0 [ai supplementari, e il titolo nel 1984-1985. Un rampante Neuchatel Xamax lo acquistò nel 1986. Con il Neuchatel vinse due campionati in entrambe le stagioni in cui giocò per loro, nel 1986/87 e nel 1987/88.

Passò quindi al Saint-Etienne nell'estato 1988. Era un titolare indiscusso ma decise lo stesso di tornare in Svizzera, al Sion, nel 1990. Durante la sua seconda esperienza, diventò capitano sia del club che della nazionale. Vinse il campionato per la quarta volta in carriera nel 1991-1992.

Nel 1995 Geiger passò al Grasshoppers, dove terminò la sua carriera due anni dopo, totalizzando 496 presenze nel campionato svizzero con 38 gol.

NazionaleModifica

Geiger fece il suo debutto con la Svizzera nella sconfitta 2-1 contro l'Nazionale di calcio dell'Inghilterra a Wembley il 19 novembre 1980, e raggiunse le 112 presenze (con 5 gol) con la nazionale rossocrociata fra il 1980 e il 1996, [2] a cinque apparizioni dal recordman Heinz Hermann.

La sua ultima partita fu il match contro l'Inghilterra nel pareggio 1-1 a Euro 1996, l'8 giugno. [3]

AllenatoreModifica

Il primo incarico di Geiger fu alla primavera del Grasshoppers nel 1997. Fece talmente bene che gli fu offerta la panchina del Neuchatel nel luglio 1998. Allo Xamax sviluppò i talenti di Timothée Atouba, Papa Bouba Diop e Henri Camara, e aiutò il club a evitare la retrocessione per due stagioni.

Geiger lasciò il club nel luglio 2002 per passare al Aarau, ma il club retrocesse in seconda divisione dopo una sola stagione e fu esonerato. Nel dicembre 2003 fu sorprendentemente nominato allenatore del Grasshoppers, ma in seguito agli scarsi risultati ottenuti fu licenziato ancora.

Successivamente Geiger ebbe incarichi brevi ancora al Neuchatel, all'Aarau e al Lausanne Sports prima di guidare i marocchini dell'Olympique Safi nel 2006. Salvò il club dalla retrocessione nel 2006/07, ma si dimise a fine stagione.

Nel giugno 2009 fu rimpiazzato alla guida del Neuchatel da Pierre-André Schürmann [4]

Nel maggio 2018, firma un contratto con il Servette valido per due stagioni con un'altra in opzione in caso di promozione.[5]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Servette: 1984-1985
Neuchâtel Xamax: 1986-1987, 1987-1988
Sion: 1991-1992
Sion: 1979-1980, 1990-1991
Servette: 1983-1984

AllenatoreModifica

Servette: 2018-2019

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica