Apri il menu principale
Alessandro Melchiori
Alessandro Melchiori.jpg

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXVIII, XXIX

Consigliere nazionale del Regno d'Italia
Legislature XXX
Gruppo
parlamentare
Corporazione della previdenza e del credito

Dati generali
Partito politico PNF
Professione Politico e storico

Alessandro Melchiori (Ancona, 12 ottobre 1901Lecce, 4 dicembre 1987) è stato un politico e storico italiano, fu segretario nazionale del PNF nel 1924.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di un ufficiale dell'esercito, divenne Segretario del Fascio di combattimento di Brescia (aprile 1919 - 1920), e fu legionario fiumano. Inviato come commissario del PNF della Calabria nel 1923. Membro del Gran Consiglio dal 1924 al 1930. Nel giugno 1924 venne nominato nella direzione nazionale del PNF.

Segretario nazionale del Partito Nazionale Fascista dall'8 agosto del 1924 al 12 febbraio del 1925[1], fu poi vice segretario fino all'ottobre 1930. Console Generale e poi Luogotenente Generale della M.V.S.N. Melchiori fu deputato alla Camera dal 1929 al 1939. Partecipò come volontario alla guerra d'Etiopia (1935-1936), come capitano dei bersaglieri, dove fu insignito della medaglia d'argento al V.M.

Nel 1939 divenne consigliere nazionale della Camera dei Fasci e delle Corporazioni, fino all'agosto 1943[2]. Aderì alla Repubblica Sociale Italiana ricoprendo il ruolo di Ispettore generale del Corpo dei bersaglieri. Dopo la guerra fu prigioniero fino al 1946 nel Campo di concentramento internati di Laterina, vicino ad Arezzo, e dopo l'amnistia Togliatti si trasferì in Brasile.

PubblicazioniModifica

  • A. Melchiori, "Cos'è la leva fascista", pagg. 15, Istituto editoriale giovanile, 1927.
  • A. Melchiori, "Fiume e Roma: con prefazione di Alberto de' Stefani", pagg. 137, Libreria del littorio, 1928.
  • A. Melchiori, "Fiamme cremisi", pagg. 62, Soc. An. Tipografica Luzzatti, 1929.
  • A. Melchiori, "Milizia fascista" ; con prefazione di Benito Mussolini. pag. 338, Roma, Luzzatti, 1929.
  • A. Melchiori, "S. H. S.", pagg. 45, Luzzatti, 1932.
  • A. Melchiori, "Il P.N.F. nei suoi nuovi ordinamenti". Pag. 56. Quaderni di Milizia Fascista, 1933.
  • A. Melchiori, "La rivoluzione fascista", pag.48, Roma, Stamperia di Roma, 1933.
  • A. Melchiori, "Il cammino della Rivoluzione", pagg. 206, G. Luzzatti, 1933.
  • A. Melchiori, "Elementi di cultura fascista", pag. 174, Roma, Soc. Tipografica Luzzatti, 1933.
  • A. Melchiori, "Ali d'Italia sull'Oceano", pagg. 45, Soc. An. Tipografica G. Luzzati, 1933.
  • A. Melchiori, "Elementi di cultura fascista e di diritto costituzionale", pagg. 211, Luzzatti, 1934.
  • A. Melchiori, "Le nostre colonie", pagg. 109, Soc. an. tipografica G. Luzzatti, 1935.
  • A. Melchiori, "Mussolini e la questione adriatica", pagg. 283, G. Luzzatti, 1935.
  • A. Melchiori, "Roma e Mosca", pagg. 111, G. Luzzatti, 1937.
  • A. Melchiori, "Il nostro impero coloniale", pagg. 77, Italia Maestra, 1938.
  • A. Melchiori, "La voce della boscaglia", pagg. 135, Soc. an. Tipografica G. Luzzati, 1938.
  • A. Melchiori, "L'impero fascista e i tradimenti francesi", pagg. 47, Arti grafiche trinacria, 1939.
  • A. Melchiori, "La Germania in guerra nelle impressioni di un Fascista", pagg. 115, Arti Grafiche Trinacria, 1940.
  • A. Melchiori, "Due popoli, due eserciti, una vittoria", pagg. 32, Tip. ed. Sallustiana, 1940.
  • A. Melchiori, "Europa, svegliati!", Tipografia Editrice sallustiana, 1943.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4752082 · ISNI (EN0000 0000 5405 251X · LCCN (ENno2008129248 · GND (DE1024698327 · WorldCat Identities (ENno2008-129248