Apri il menu principale
Alessio Pala
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Giovanili
1983-1984Atalanta
Squadre di club1
1984-1985Leffe27 (4)
1985-1986Catanzaro12 (0)
1986-1987Pergocrema31 (2)
1990-1994Palazzolo89 (0)
1994-1995Cremapergo21 (0)
1995-1997San Paolo d'Argon51 (1)
Carriera da allenatore
2001-2005AtalantaAllievi Nazionali
2007-2009AtalantaPrimavera
2009Pro Sesto
2010-2011AlbinoLeffeResp. Giov.
2011-2012AlbinoLeffePrimavera
2012-2013AlbinoLeffe
2013Pavia
2014AlbinoLeffe
2015-2016Pro Patria
2016Folgore Caratese
2017-2018Treviso
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 maggio 2017

Alessio Pala (Bergamo, 31 agosto 1965) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo aver giocato per una stagione nella Primavera dell'Atalanta, nella stagione 1984-1985 vince il Campionato Interregionale con il Leffe, con cui realizza 4 reti in 27 partite.

Nella stagione 1985-1986 ha giocato 12 partite in Serie B col Catanzaro, che a fine anno è retrocesso in Serie C1 a causa del penultimo posto in classifica[1]. A fine anno scende in Serie C2 al Pergocrema, con cui segna 2 gol in 31 incontri di campionato.

Nella stagione 1990-1991 ha vinto il campionato di Serie C2 col Palazzolo, società con la quale ha militato anche nei successivi tre campionati, tutti in Serie C1; rimane a Palazzolo sull'Oglio fino al gennaio del 1994, giocando in tutto 31 partite in Serie C2 e 58 partite in Serie C1. Gioca poi per un anno e mezzo nel Cremapergo, con cui raccoglie altre 21 presenze in Serie C2. Dal 1995 al 1997 gioca invece con i bergamaschi del San Paolo d'Argon, con cui nell'arco di un biennio totalizza 51 presenze ed un gol nel Campionato Nazionale Dilettanti.

AllenatoreModifica

Ha allenato le giovanili di Atalanta e AlbinoLeffe, vincendo, coi nerazzurri, due volte il titolo di Campione d'Italia Allievi Nazionali nelle stagioni 2001-2002 e 2004-2005. Nella stagione 2009-2010 è sulla panchina della Pro Sesto in Seconda Divisione venendo esonerato il 2 novembre, dopo che aveva conquistato 3 punti in 10 gare di campionato con la squadra all'ultimo posto in classifica.[2][3]

Dal 2010 al 2011 ha ricoperto il ruolo di responsabile del settore giovanile dell'AlbinoLeffe. Il 7 aprile 2012 sostituisce l'esonerato Sandro Salvioni come allenatore della prima squadra in Serie B.[4] Debutta il 21 aprile alla 36ª giornata perdendo in casa 1-2 con la Juve Stabia.[5] Rimane alla guida della squadra seriana nella successiva stagione in Prima Divisione, ottenendo la salvezza.

Passa al Pavia nell'estate 2013[6], venendo esonerato a dicembre 2013 con la squadra all'ultimo posto in classifica in Prima Divisione[7]. Nella stagione 2014-2015 allena nuovamente l'Albinoleffe: gli scarsi risultati alla guida della Celeste (penultimo posto in classifica) indurranno la dirigenza ad esonerarlo nel mese di novembre.

Il 20 ottobre 2015 diventa allenatore della Pro Patria[8], dove rimane fino all'esonero del 10 marzo 2016.[9]

Il 9 giugno seguente viene nominato nuovo tecnico della Folgore Caratese, club militante in Serie D.[10] Il 15 ottobre, dopo un inizio di stagione negativo (solo una vittoria in sei partite), viene sostituito da Loris Beoni.[11][12]

Il 18 maggio 2017 diventa il nuovo allenatore del Treviso, con cui firma un contratto triennale[13]. Nonostante la formazione veneta viaggiasse nelle posizioni di alta classifica in Promozione, nel gennaio del 2018 rassegna le dimissioni da tecnico della prima squadra.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Leffe: 1984-1985
Palazzolo: 1990-1991

AllenatoreModifica

Competizioni giovaniliModifica

Atalanta: 2001-2002, 2004-2005

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica