Apri il menu principale

Amanita umbrinolutea

specie di fungo della famiglia Amanitaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amanita umbrinolutea
Amanita umbrinolutea 1.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Amanitaceae
Genere Amanita
Specie A. umbrinolutea
Nomenclatura binomiale
Amanita umbrinolutea
Caratteristiche morfologiche
Amanita umbrinolutea
Cappello campanulato-conico disegno.png
Cappello campanulato-conico
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
White spore print icon.png
Sporata bianca
Volva stipe icon.png
Velo volva
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Cookedonly.svg
Commestibile dopo cottura

Amanita umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Bataille, Bull. Trimestriel Soc. Mycol. France 26: 139 (1910), è un fungo basidiomicete dall'aspetto slanciato ed esile.

Descrizione della specieModifica

CappelloModifica

6-12 cm di diametro, prima campanulato, poi spianato, umbonato, vi si possono distinguere tre zone cromatiche: il margine, la parte mediana e l'umbone)

Cuticola
colore bruno-giallo, a volte con tonalità verdastre, più scura verso il centro e verso il margine del cappello, più chiara nella parte mediana.
Margine
con solcchi e striature molto evidenti, non appendicolato.

LamelleModifica

Fitte, libere, di colore bianco o bianco-crema pallido, larghe fino a 6 mm, con filo piuttosto diritto, di colore grigio-bruno, intercalate da lamellule trocate, sparse, equidistribuite, di lunghezza variabile.

GamboModifica

10-14 x 1-2 cm, cilindrico, cavo e biancastro, liscio, attenuato all'apice, ricoperto da scaglie brunastre.

VolvaModifica

Bianca, inguainante, membranosa.

CarneModifica

Bianca, fragile senza odore e sapore particolare.

MicroscopiaModifica

Spore
13-15 x 10-14 µm, subglobose, bianche in massa, ialine, lisce, monoguttulate.

CommestibilitàModifica

Velenoso da crudo, cotto diventa un ottimo fungo commestibile.

HabitatModifica

Cresce in estate-autunno, in boschi di latifoglie e conifere.

Nomi comuniModifica

  • Pettinello

Sinonimi e binomi obsoletiModifica

  • Amanita inaurata f. umbrinolutea Secr. ex Gillet. 1874. Champ. (Hyménomyc.) Croiss. France: 42.
  • Amanita vaginata var. umbrinolutea ("umbrino-lutea") (Secr. ex Gillet) E. J. Gilbert. 1918. Gen. Amanita Pers.: 146.
  • Amanita vaginata subsp. badia var. umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Konrad & Maubl. 1924. Icones Sel. Fung., Texte: 34.
  • Amanitopsis umbrinolutea (Secr. ex Gill.) E. J. Gilbert. 1928. Bull. Trimestriel Soc. Mycol. France 44: 164.
  • Amanita vaginata f. umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Veselý. 1933. Ann. Mycol. 31(4): 279.
  • Amanitopsis vaginata var. umbrinolutea (Secr. ex Gillet) E. J. Gilbert. 1940. Iconogr. Mycol. (Milan) 27, suppl. (1): 75.
  • Amanitopsis umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Courtec. "comb. ined." 1986. Clé Determin. Macroscop. Champ. Supér. Régions Nord France: 15/20b-24b.
  • Amanitopsis vaginata var. umbrinolutea (Secr. ex Gillet) Wasser. 1988. Ukrayins'k. Bot. Zhurn. 45(6): 77.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia