Apri il menu principale
Animaniacs
serie TV d'animazione
Animaniacs logo.png
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreTom Ruegger
ProduttoreRich Arons, Sherri Stoner
StudioAmblin Entertainment, Warner Bros. Animation
ReteFox (st. 1-2), The WB (st- 3-5)
1ª TV13 settembre 1993 – 14 novembre 1998
Episodi99 (completa)
Rapporto4:3
Durata ep.22 min
Rete it.Rai 2
1ª TV it.10 giugno 1996[1]
Episodi it.99 (completa)
Dialoghi it.Massimo Giuliani
Studio dopp. it.Time Out Cin.ca
Dir. dopp. it.Massimo Giuliani
Generecommedia, musical, satira
Seguito daPinky and the Brain

Animaniacs è una serie televisiva d'animazione prodotta negli Stati Uniti e ideata da Tom Ruegger. È la seconda serie animata prodotta dalla Amblin Entertainment di Steven Spielberg in associazione con la Warner Bros. Animation dopo I favolosi Tiny. Il programma è stato trasmesso per la prima volta sulla Fox come parte del suo blocco Fox Kids dal 1993 al 1995 prima di passare a The WB dal 1995 fino alla sua fine nel 1998 come parte del blocco di programmazione pomeridiana Kids' WB. La serie è composta da 99 episodi in cinque stagioni, ed è stata trasmessa in Italia su Rai 2 dal 1996. Alla serie è seguito il film Wakko's Wish (1999).

Animaniacs è strutturata come un programma di varietà, con brevi sketch e un grande cast di personaggi. Sebbene il programma non abbia un formato prestabilito, la maggior parte degli episodi è composta da tre brevi mini-episodi, ognuno con un diverso set di personaggi, e segmenti di raccordo. Tra i segni distintivi della serie si ricordano la musica, gli slogan dei personaggi e l'umorismo diretto a un pubblico adulto.

Un reboot della serie è stato annunciato da Hulu a gennaio 2018, con due stagioni che saranno prodotte in collaborazione con Amblin Entertainment e Warner Bros. Animation e che andranno in onda a partire dal 2020.[2]

ConceptModifica

PremessaModifica

I fratelli Warner vivono nel serbatoio idrico a torre del lotto della Warner Bros. a Burbank. Tuttavia, i personaggi della serie hanno avventure in vari luoghi e periodi di tempo. I personaggi di Animaniacs interagiscono con personaggi famosi del passato e del presente, nonché con personaggi mitologici della cultura pop e della televisione contemporanee. Andrea Romano, direttrice del casting e della registrazione di Animaniacs, ha affermato che i fratelli Warner servono per "legare insieme il programma", apparendo e introducendo segmenti di altri personaggi.[3] Ogni episodio di Animaniacs consiste generalmente in due o tre segmenti. I segmenti di Animaniacs variano nella durata, da scenette di raccordo lunghe meno di un minuto a episodi interi; lo sceneggiatore Peter Hastings ha affermato che ciò ha conferito al programma un'atmosfera da "sketch comedy".[4]

PersonaggiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Animaniacs.
 
I personaggi principali nella sigla iniziale

Animaniacs ha un grande cast di personaggi, separati in singoli segmenti, con ogni coppia o set di personaggi che agiscono nella propria trama. I fratelli Warner, Yakko, Wakko e Dot, sono tre star dei cartoni animati degli anni trenta rinchiuse nella torre idrica della Warner Bros. fino agli anni novanta, quando fuggono. Dopo la loro fuga interagiscono spesso con i lavoratori dello studio, tra cui Ralph T. Guardia, Otto Scratchansniff, psichiatra dello studio, e la sua assistente Ciao Infermiera. Mignolo e il Prof. sono due topi di laboratorio geneticamente modificati che progettano e tentano continuamente di conquistare il mondo. Vera Peste è una star dei cartoni ottantenne che può facilmente sopraffare i suoi antagonisti e usa le sue astuzie per educare suo nipote, Cocco, sulle tecniche dei cartoni animati. Altri personaggi principali includono Rita e Runt, Bottone e Mindy, Pollo Boo, Flavio e Marita (gli Hip Hippo), Katie Ka-Boom (in italiano Katie la bomba) e un trio di piccioni conosciuti come Picciotti.

Creazione e ispirazioneModifica

Lo stile grafico della serie è molto più fumettistico rispetto agli altri lavori della Warner, ed è ispirato ai cartoni animati di Chuck Jones e Tex Avery, ed altri storici disegnatori della Warner e della Metro-Goldwyn-Mayer. Lo stile mischia uno slapstick molto spinto con uno stile parodico-caricaturale, sopra citato. La realizzazione dei vari episodi è stata suddivisa fra i vari studi di animazione di tutto il mondo, come la Startoons, TMS, Wang, Akom e Freelance. Per una serie TV, il grado della grafica e delle animazioni è molto elevato: il disegno è estremamente curato e fluido, i personaggi assai dinamici, i fondali molto dettagliati, fattori che portano ad alti livelli la vena slapstick.

Nel cameo di alcuni episodi sono apparsi i Looney Tunes da Bugs Bunny a Wile E. Coyote e Road Runner, I favolosi Tiny da Buster e Baby Bunny a Duca Duck accompagnato da Daffy Duck, i supereroi DC Comics come Batman e Robin, il personaggio Freakazoid dell'omonima serie della stessa Amblin Entertainment, e la parodia di alcuni personaggi come Braccio di Ferro e Pisellino, e il neonato della baby-sitter Jeannie inseguito da Tom & Jerry. Nel quarto episodio fa capolino anche Steven Spielberg, il produttore esecutivo della serie stessa. Wakko appare inoltre nel quindicesimo episodio della già citata serie animata Freakazoid!, in cui discute con Freakazoid e Prof per la preferenza del proprio cartone di Steven Spielberg. Tuttavia, lo stesso produttore domanderà: "E voi chi siete?".

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 65 1993-1994 10 giugno 1996
Seconda stagione 4 1994 ?
Terza stagione 13 1995-1996 ?
Quarta stagione 8 1996 ?
Quinta stagione 9 1997-1998 ?

DoppiaggioModifica

Personaggi Doppiatori originali Doppiatori italiani
Voce narrante Jim Cummings Michele Kalamera
Yakko Warner Rob Paulsen Massimiliano Alto
Wakko Warner Jess Harnell Davide Lepore
Dot Warner Tress MacNeille Ilaria Latini
Vera Peste Sherri Stoner Ilaria Stagni
Cocco Nathan Ruegger Laura Latini
Mignolo Rob Paulsen Fabrizio Mazzotta
Prof Maurice LaMarche Angelo Nicotra
Bobby John Mariano Pasquale Anselmo
Pesto/Serpente Chick Vennera Mino Caprio
Squit Maurice LaMarche Vittorio Guerrieri
Don Picciotto ??? ???
Mindy Nancy Cartwright Monica Ward
Bottone Frank Welker originale
Rita Bernadette Peters Simona Patitucci
Runt Frank Welker Roberto Stocchi
Flavio Frank Welker Vittorio Amandola
Marita Tress MacNeille Francesca Guadagno
Minerva Visone Julie Brown Georgia Lepore
Dottor Otto Scratchansniff Rob Paulsen Ettore Conti
Thaddeus Plotz Frank Welker Piero Tiberi
Ciao Infermiera Tress MacNeille Antonella Rinaldi
Ralph T. Guard Frank Welker Vittorio Amandola
Nonno Puzzolo ??? Massimo Giuliani
Abrabham Lincoln ??? Paolo Buglioni
Danpo ??? Barbara De Bortoli
Schnitzelbank ??? Giorgio Lopez
Pollo Boo Frank Welker originale
Katie la Bomba Laura Mooney ???
Madre di Katie ??? ???
Padre di Katie ??? ???
Fratellino di Katie ??? ???
Gracchione ??? Oliviero Dinelli
Lupo Lupotto Jess Harnell Gerolamo Alchieri
Babbione Avery Schreiber Enzo Avolio
Colin ??? Maura Cenciarelli
Bugs Bunny ??? Massimo Giuliani
Yosemite Sam ??? Vittorio Amandola
Porky Pig ??? Massimiliano Alto
Davey Omelette ??? Oliviero Dinelli
Carramba Jack Burns Oliviero Dinelli
Wally ??? Roberto Del Giudice
Elmyra Duff Cree Summer Monica Ward
Dexter Douglas/Freakazoid Paul Rugg Vittorio Guerrieri
Altri personaggi ??? Monica Ward

Media correlatiModifica

VideogiochiModifica

FilmModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Wakko's Wish.

Gli episodi sono stati seguiti nel 1999 da un film per la televisione basato sulla serie, intitolato Wakko's Wish. Non è mai stato distribuito in Italia.

CortometraggioModifica

Il film animato Pollicina all'uscita delle sale negli Stati Uniti, è introdotto da un breve corto musicale dal titolo I'm Mad, in italiano Mi Gira, con protagonisti i tre fratelli Warner che vengono accompagnati dal Dr. Scratchniff ad un parco giochi litigando di continuo durante il viaggio.

NoteModifica

  1. ^ Steven Spielberg presenta 'Animaniacs', in Adnkronos, 31 maggio 1996. URL consultato il 28 luglio 2019.
  2. ^ Hulu ordina il revival di Animaniacs, in ComingSoon.it, 5 gennaio 2018. URL consultato il 10 settembre 2019.
  3. ^   Maurice LaMarche, Steven Spielberg Presents Animaniacs: Volume 1. Special Features: Animaniacs Live!, Warner Home Video, , 2006.
  4. ^   Maurice LaMarche, Tom Ruegger, Steven Spielberg Presents Animaniacs: Volume 2. Special Features:The Writers Flipped They Have No Script, Warner Home Video, , 2006.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica