Annette Strøyberg

attrice danese

Annette Susanne Strøyberg (Kerteminde, 7 dicembre 1936Copenaghen, 12 dicembre 2005) è stata un'attrice e modella danese, seconda moglie del regista francese Roger Vadim.

Annette Strøyberg nel film Il sorpasso (1962)

Biografia modifica

Alla morte del padre, avvenuta quando Annette era ancora molto giovane, lei e la sorella si trasferirono a vivere a Copenaghen.

In seguito Annette si recò a Parigi dove continuò il suo lavoro di modella, già iniziato in Danimarca dove era apparsa in servizi pubblicitari per la birra Tuborg. A Parigi fu notata dal regista Roger Vadim, il quale la volle nel film Le relazioni pericolose. Durante la realizzazione del film, il regista, reduce dal recente divorzio con Brigitte Bardot, si innamorò di lei e la sposò il 17 giugno 1958. Dalla loro unione era già nata nel dicembre 1957 la figlia Nathalie, futura regista. La coppia divorziò nel 1961.

La Strøyberg si recò allora in Italia dove lavorò con il nome di Annette Stroyberg accanto ad attori del calibro di Vittorio Gassman, con cui ebbe una relazione durata circa due anni[1][2], Nino Manfredi, Paolo Ferrari, Gabriele Ferzetti e Nino Castelnuovo.

Dopo un breve matrimonio (dal 1967 al 1970) con Guy Senouf, marocchino di origine francese da cui ebbe il secondo figlio Yan, si risposò con Gregory Callimanopulos, un ricco magnate greco e trascorse molti anni negli Stati Uniti. Da questo matrimonio nacque nel 1974 Peri Callimanopulos. Dopo il divorzio, la Strøyberg si ritirò a vita privata in Danimarca, dove sposò l'avvocato Christian Lillelund[3]. Morì di cancro il 12 dicembre 2005 a Copenaghen, all'età di 69 anni.

Filmografia modifica

 
Annette Stroyberg nel periodo del matrimonio con Roger Vadim

Doppiatrici italiane modifica

  • Maria Pia Di Meo in Il carabiniere a cavallo, Anima nera, I dongiovanni della Costa Azzurra

Note modifica

  1. ^ Vittorio Gassman, Un grande avvenire dietro le spalle, Longanesi, Milano, 1981, pp. 156-165
  2. ^ La passione per le donne di un inguaribile seduttore - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 31 dicembre 2016.
  3. ^ IMDB - Annette Stroyberg - Biography, https://www.imdb.com/name/nm0883006/bio. URL consultato il 16 novembre 2020.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86528453 · ISNI (EN0000 0001 1476 8406 · LCCN (ENno00052596 · GND (DE131987054 · BNE (ESXX1004628 (data) · BNF (FRcb11957641t (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no00052596