Apri il menu principale
António José de Almeida
Antonio Jose de Almeida.jpg

Presidente del Portogallo
Durata mandato 5 ottobre 1919 –
5 ottobre 1923
Predecessore João do Canto e Castro
Successore Manuel Teixeira Gomes

65º Primo ministro del Portogallo
Durata mandato 16 marzo 1916 –
25 aprile 1917
Presidente Bernardino Machado
Predecessore Afonso Costa
Successore Afonso Costa

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano Evoluzionista, poi Partito Repubblicano Liberale
Professione medico
Firma Firma di António José de Almeida

António José de Almeida (Vale da Vinha, 27 luglio 1866Lisbona, 31 ottobre 1929) è stato un politico portoghese e sesto Presidente della Repubblica dal 5 ottobre 1919 al 5 ottobre 1923.

Indice

BiografiaModifica

Almeida studiò medicina all'Università di Coimbra divenendo poi medico. Durante il suo mandato come Ministro degli Interni (5 ottobre 1910-3 settembre 1911) fondò l'Università di Lisbona e l'Università di Porto nel 1911. Dopo la proclamazione della repubblica, guidò l'ala moderata del partito repubblicano opponendosi ad Afonso Costa. I moderati elessero come primo presidente della Repubblica Manuel de Arriaga, il 24 agosto 1911, sconfiggendo il candidato di Afonso Costa, Bernardino Machado. In seguito, Almeida fondò il Partito Repubblicano Evoluzionista. Il 12 giugno 1916, divenne Primo Ministro del Portogallo e Ministro delle Finanze ad interim. Poi, il Partito Repoubblicano Evoluzionista si fuse con l'Unione Repubblicana, il partito di Manuel de Brito Camacho, diventando così il Partito Repubblicano Liberale. Il 6 agosto 1919 Almeida fu eletto 6º presidente della Repubblica e fu l'unico presidente della prima repubblica a completare il mandato di quattro anni. Almeida è anche ricordato per il suo viaggio in Brasile avvenuto nel 1922 in occasione del centenario dell'indipendenza del paese latino-americano, dove si distinse per le sue capacità oratorie.

Massone, nel 1907 è membro della loggia Montanha, col nome simbolico di Álvaro Vaz de Almada[1], nel 1929 fu eletto Gran maestro della massoneria portoghese, ma una grave malattia lo condusse ben presto alla morte lo stesso anno.[2]

NoteModifica

  1. ^ A. H. de Oliveira Marques, «Dicionário de Maçonaria Portuguesa», Vol. I, A-I, Editorial Delta, Lisboa, 1986, pág. 43
  2. ^ Robert A. Minder: Freimaurer Politiker Lexikon. Edition zum rauhen Stein, ISBN 3-7065-1909-7

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN120788410 · ISNI (EN0000 0000 8013 1457 · LCCN (ENno2008125713 · GND (DE131989693 · WorldCat Identities (ENno2008-125713