Antonio Bianchin

vescovo cattolico italiano
Antonio Bianchin
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato11 settembre 1936 a Villorba
Ordinato presbitero29 giugno 1961
Nominato vescovo10 marzo 1987 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo25 aprile 1987 dal cardinale Ugo Poletti
Deceduto22 gennaio 1991 (54 anni)
 

Antonio Bianchin (Villorba, 11 settembre 193622 gennaio 1991) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque a Villorba l'11 settembre 1936.

Dopo gli studi a Treviso,[1] ricevette l'ordinazione sacerdotale il 29 giugno 1961 per l'arcidiocesi di Pisa.

Nel 1985 fu nominato parroco di San Giuseppe, a Pontedera.[2]

A Pisa svolse anche l'incarico di assistente diocesano dell'Azione Cattolica[3].

Ministero episcopaleModifica

Il 10 marzo 1987 papa Giovanni Paolo II lo nominò vescovo titolare di Vannida e il 14 marzo assistente ecclesiastico generale dell'Azione Cattolica; succedette a Fiorino Tagliaferri, nominato vescovo di Viterbo. Il 25 aprile successivo ricevette l'ordinazione episcopale dal cardinale vicario Ugo Poletti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, co-consacranti l'arcivescovo Alessandro Plotti e il vescovo Fiorino Tagliaferri.

Secondo alcuni la sua nomina aveva lo scopo di contribuire ad allineare maggiormente l'associazione agli orientamenti che papa Giovanni Paolo II stava cercando di imprimere all'Azione cattolica in Italia.[4][5] In particolare, monsignor Bianchin è stato additato come un esponente della minoranza, a differenza del suo predecessore, Fiorino Tagliaferri, considerato vicino alle posizione progressiste della presidenza di Alberto Monticone.[4]

Bianchin non ebbe successo nelle sue pressioni sui dirigenti laici, però fece sostituire tre assistenti di settore, don Ignazio Sanna, del settore giovani; don Francesco Vitari, dell'Azione Cattolica Ragazzi e don Paolo Rabitti.[6]

Colpito da un ictus a fine settembre 1989, rinunciò all'incarico. Morì il 22 gennaio 1991; è sepolto nel cimitero di Villorba.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Il vescovo Antonio Bianchin nei ricordi di un villorbese, su Comunità di Villorba, 17 dicembre 2010. URL consultato il 1º marzo 2020.
  2. ^ La Chiesa | Parrocchia San Giuseppe - Pontedera, su www.parrocchiasangiuseppepontedera.it. URL consultato il 1º maggio 2020.
  3. ^ Azione Cattolica di Pisa
  4. ^ a b Giovanni Colombo, Rimosso il vescovo dell'Azione Cattolica, su Repubblica.it, 15 marzo 1987. URL consultato il 1º maggio 2020.
  5. ^ Dal vento del Concilio alla tabula rasa, su www.italialaica.it, 19 ottobre 2012. URL consultato il 1º maggio 2020.
  6. ^ Nuovo assistente generale dell'Azione cattolica: "fedele alla linea", Adista, n. 11/90.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN19185715 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2001077048