Apri il menu principale

Arcangelo Scacchi

mineralogista e geologo italiano
Arcangelo Scacchi, 1890

Arcangelo Scacchi (Gravina in Puglia, 8 febbraio 1810Napoli, 11 ottobre 1893) è stato un mineralogista, geologo e vulcanologo italiano.

Indice

BiografiaModifica

Formazione e carrieraModifica

Iniziò i suoi studi frequentando i seminari di Bari e di Gravina: il 1º ottobre 1827, era a Napoli per intraprendervi gli studi di medicina, che portò a termine ottenendo la laurea nel 1831. Subito dopo la laurea andò dietro ad altri interessi e si applicò alle scienze naturali, allievo di Matteo Tondi e di Teodoro Monticelli, segretario perpetuo della Reale Accademia delle scienze di Napoli, che gli mostrò particolare benevolenza, ponendo a sua disposizione le proprie collezioni di minerali e di fossili. Nel settembre del 1841 ebbe la nomina a coadiutore per la dimostrazione degli oggetti nella cattedra di mineralogia della Regia Università di Napoli e il 1º agosto 1844 fu nominato professore di Mineralogia e Direttore del Museo di mineralogia di Napoli, carica che tenne fino al 1891, quando fu nominato professore emerito.

Nel 1861 fu nominato senatore a vita del Regno d'Italia.

Fu rettore dell'Università di Napoli dal 1865 al 1867 e dal 1875 al 1877.

Dal 1875 fu socio nazionale dell'Accademia dei Lincei.

Morì a Napoli l'11 ottobre 1893.

Studi e ricercheModifica

I primi lavori dello Scacchi furono di conchigliologia con la redazione del Catalogus Conchyliorum Regni neapolitani del 1836, e le Notizie sulle conchiglie che si trovano fossili nell'Isola d'Ischia e lungo la spiaggia tra Pozzuoli e Monte Nuovo del 1841.

In seguito si occupò quasi esclusivamente di ricerche nel campo della cristallografia, della mineralogia e della vulcanologia, con particolare riferimento alla descrizione della morfologia e della genesi dei minerali presenti sul Vesuvio.

Nel campo della cristallografia fu lo scopritore della classe pediale e della poliedria delle facce.

Fu lo scopritore di alcune nuove rocce e minerali, come la scacchite, la nocerite.

OpereModifica

Il catalogo completo delle opere dello Scacchi fu compilato nel 1891 dallo stesso autore. Lo si ritrova riprodotto in calce al necrologio pubblicato nel 1894 sul Giornale di mineralogia, cristallografia e petrografia.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42606128 · ISNI (EN0000 0000 7731 8536 · LCCN (ENno2018086853 · GND (DE117087769 · BNF (FRcb15354938j (data) · CERL cnp01392058