Arcidiocesi di Yaoundé

Arcidiocesi di Yaoundé
Archidioecesis Yaundensis
Chiesa latina
Yaoundé Cathédrale.jpg
Diocesi suffraganee
Bafia, Ebolowa, Kribi, Mbalmayo, Obala, Sangmélima
Arcivescovo metropolita Jean Mbarga
Arcivescovi emeriti Simon-Victor Tonyé Bakot
Sacerdoti 720 di cui 250 secolari e 470 regolari
1.850 battezzati per sacerdote
Religiosi 1.201 uomini, 1.271 donne
Abitanti 2.792.100
Battezzati 1.332.500 (47,7% del totale)
Superficie 4.964 km² in Camerun
Parrocchie 158
Erezione 18 marzo 1890
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora delle Vittorie
Indirizzo B.P. 207, Yaoundé, Cameroun
Sito web archidiocesedeyaounde.org
Dati dall'Annuario pontificio 2018 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Camerun

L'arcidiocesi di Yaoundé (in latino: Archidioecesis Yaundensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Camerun. Nel 2017 contava 1.332.500 battezzati su 2.792.100 abitanti. È retta dall'arcivescovo Jean Mbarga.

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende tre dipartimenti della Regione del Centro in Camerun: Mfoundi, Méfou e Afamba, Méfou e Akono.[1]

Sede dell'arcidiocesi è la città di Yaoundé, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora delle Vittorie (Notre Dame des Victoires). La città inoltre ospita la basilica di Maria Regina degli Apostoli (Marie-Reine-des-Apôtres).

Il territorio si estende su 4.964 km² ed è suddiviso in 158 parrocchie, raggruppate in 8 zone pastorali.

La provincia ecclesiastica di Yaoundé, istituita nel 1955, comprende le seguenti suffraganee:

StoriaModifica

La prefettura apostolica del Camerun fu eretta il 18 marzo 1890, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico delle Due Guinee (oggi arcidiocesi di Libreville).

Il 2 gennaio 1905 la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico con il breve Cum Nobis di papa Pio X.

Il 28 aprile 1914 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Adamaua (oggi diocesi di Nkongsamba), a cui cedette altri territori l'11 giugno 1923.

Il 12 giugno 1923 e il 31 marzo 1931 cedette altre porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente della prefetture apostoliche di Buéa (oggi diocesi) e di Douala (oggi arcidiocesi).

Il 3 aprile 1931 cambiò nome in favore di vicariato apostolico di Yaoundé per effetto del breve Sub anulo Piscatoris di papa Pio XI.

Il 3 marzo 1949 cedette ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Doumé (oggi diocesi di Doumé-Abong' Mbang).

Il 14 settembre 1955 il vicariato apostolico è stato elevato al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Dum tantis di papa Pio XII.

Il 24 giugno 1961, il 6 luglio 1965 e il 3 luglio 1987 ha ancora ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente della diocesi di Mbalmayo, della prefettura apostolica di Bafia (oggi diocesi) e della diocesi di Obala.

Yaoundé è sede dell'università cattolica dell'Africa centrale.

Cronotassi dei vescoviModifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Enrico Vieter, S.A.C. † (22 luglio 1890 - 1914 deceduto)
  • Francis Hennemann, S.A.C. † (7 novembre 1914 succeduto - 26 giugno 1922 nominato prefetto apostolico del Capo di Buona Speranza, Distretto Centrale)
  • François-Xavier Vogt, C.S.Sp. † (19 maggio 1923 - 4 marzo 1943 deceduto)
  • René Graffin, C.S.Sp. † (4 marzo 1943 succeduto - 6 settembre 1961 dimesso[2])
  • Jean Zoa † (11 settembre 1961 - 20 marzo 1998 deceduto)
  • André Wouking † (27 novembre 1998 - 10 novembre 2002 deceduto)
  • Simon-Victor Tonyé Bakot (18 ottobre 2003 - 29 luglio 2013 dimesso)
    • Jean Mbarga (29 luglio 2013 - 31 ottobre 2014 nominato arcivescovo) (amministratore apostolico)
  • Jean Mbarga, dal 31 ottobre 2014

StatisticheModifica

L'arcidiocesi nel 2017 su una popolazione di 2.792.100 persone contava 1.332.500 battezzati, corrispondenti al 47,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 246.840 501.000 49,3 110 34 76 2.244 111 98
1970 378.426 511.607 74,0 153 41 112 2.473 180 269
1980 610.353 780.000 78,3 155 63 92 3.937 172 301 70
1990 506.550 1.150.000 44,0 164 66 98 3.088 189 265 74
1999 662.500 1.513.500 43,8 280 128 152 2.366 319 380 132
2000 668.000 1.515.000 44,1 293 134 159 2.279 326 380 123
2001 673.500 1.530.000 44,0 287 124 163 2.346 327 389 123
2002 680.235 1.545.300 44,0 302 139 163 2.252 337 404 123
2003 687.000 1.560.600 44,0 290 111 179 2.368 332 414 123
2004 693.800 1.576.200 44,0 300 110 190 2.312 346 443 123
2010 903.000 1.881.000 48,0 414 171 243 2.181 408 623 132
2014 1.282.840 2.670.000 48,0 572 206 366 2.242 811 513 150
2017 1.332.500 2.792.100 47.7 720 250 470 1.850 1.201 1.271 158

NoteModifica

  1. ^ Dal sito web dell'arcidiocesi.
  2. ^ Nominato arcivescovo titolare di Mistia.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN153659323 · LCCN (ENn84191837 · WorldCat Identities (ENlccn-n84191837
  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi