Apri il menu principale
Arcieparchia di Akka dei Melchiti
Archieparchia Ptolemaidensis Melchitarum
Chiesa greco-melchita
St. Elias Cathedral of the Melkite Catholic (28).JPG
Sede vacante
Arcieparca eletto Youssef Matta
Arcieparchi emeriti Pierre Mouallem,
Elias Chacour
Sacerdoti 33 di cui 29 secolari e 4 regolari
2.272 battezzati per sacerdote
Religiosi 6 uomini, 25 donne
Diaconi 1 permanente
Battezzati 75.000
Parrocchie 32
Erezione 1753
Rito bizantino
Cattedrale Sant'Elia
Indirizzo B.P. 9450, rue Hagefen 33, 31094 Haifa, Israel
Dati dall'Annuario pontificio 2016 (ch · gc)
 
Il Mar Elias educational campus di I'billin, complesso educativo della Chiesa melchita di Akka, fondato dall'arcieparca Elias Chacour.

L'arcieparchia di Akka dei Melchiti (in latino: Archieparchia Ptolemaidensis Melchitarum) è una sede della Chiesa cattolica greco-melchita suffraganea dell'arcidiocesi di Tiro. Nel 2015 contava 75.000 battezzati. La sede è vacante, in attesa che l'arcieparca eletto Youssef Matta ne prenda possesso.

Indice

TerritorioModifica

L'arcieparchia estende la sua giurisdizione sui fedeli melchiti della Galilea, in Israele, e dei territori settentrionali della Cisgiordania.

Sede arcieparchiale è la città di Haifa, dove si trova la cattedrale di Sant'Elia.

Il territorio è suddiviso in 32 parrocchie.

StoriaModifica

Antica sede risalente al III secolo, fu eretta in circoscrizione autonoma, separata da Tiro, nel 1759.

La sede fa riferimento all'antica Tolemaide di Fenicia, chiamata San Giovanni d'Acri in epoca crociata.

Il 18 novembre 1964 l'eparchia di Akka è stata elevata al rango di arcieparchia con la bolla Episcopalis synodus di papa Paolo VI.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Macaire Ajemi † (1759 - 25 dicembre 1774 dimesso)
  • Michel (Germanos) Adam † (25 dicembre 1774 consacrato - luglio 1777 nominato arcieparca di Aleppo)
  • Macarios Fakhoury † (? - 1794 ?)
  • Macarios Nahas † (1795 - 1809 ?)
  • Habib Theodosius † (1809 - 1833 ?)
  • Michel Bahous, B.S. † (10 agosto 1836 consacrato - 16 giugno 1856 confermato patriarca di Antiochia)
  • Hanna Youssef-Sayour † (13 novembre 1856 consacrato - 27 marzo 1865 confermato patriarca di Antiochia)
  • Agapio Dumani, B.S. † (4 dicembre 1864 - 1893 deceduto)
  • Athanase Sabbagh, B.S. † (1894 - 1899 ?)
  • Grégoire Haggiar, B.S. † (24 marzo 1901 - 30 ottobre 1940 deceduto)
    • Sede vacante (1940-1943)
  • Georges Hakim † (13 marzo 1943 - 26 novembre 1967 confermato patriarca di Antiochia)
  • Joseph-Marie Raya † (9 settembre 1968 - 21 agosto 1974 dimesso)
  • Maximos Salloum † (20 agosto 1975 - 23 luglio 1997 ritirato)
  • Pierre Mouallem, S.M.S.P. (29 luglio 1998 - 18 luglio 2003 ritirato)
    • Sede vacante (2003-2006)
  • Elias Chacour (7 febbraio 2006 - 27 gennaio 2014 ritirato)
    • Moussa El-Hage, O.A.M. (27 gennaio 2014 - 21 giugno 2014) (amministratore apostolico)
  • Georges Bacouni (21 giugno 2014 - 24 novembre 2018 confermato arcieparca di Beirut e Jbeil)
  • Youssef Matta, dal 18 marzo 2019

StatisticheModifica

L'arcieparchia al termine dell'anno 2015 contava 75.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 37.500 500.000 7,5 22 20 2 1.704 3 28
1959 19.560 2.000.900 1,0 29 27 2 674 18 30
1970 32.000 2.000.000 1,6 21 21 1.523 10 33
1980 40.000 ? ? 24 18 6 1.666 6 47 25
1990 40.000 ? ? 30 25 5 1.333 1 8 46 38
1997 54.000 ? ? 28 24 4 1.928 4 41 30
2000 64.370 ? ? 29 24 5 2.219 7 32 30
2001 65.220 ? ? 31 26 5 2.103 7 41 30
2003 67.890 ? ? 82 52 30 827 38 604 12
2004 80.000 ? ? 36 33 3 2.222 8 28 32
2007 95.000 ? ? 33 30 3 2.878 8 20 30
2012 76.700 ? ? 36 32 4 2.130 5 10 26 33
2015 75.000 ? ? 33 29 4 2.272 1 6 25 32

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi