Apri il menu principale
Autunno del Medioevo
Titolo originaleHerfsttij der Middeleeuwen
AutoreJohan Huizinga
1ª ed. originale1919
GenereSaggio
Lingua originaleolandese

Autunno del Medioevo è una celebre opera dello storico olandese Johan Huizinga, uscita nel 1919.

La definizione contenuta nel titolo è attribuita ai periodi del Trecento e del Quattrocento, che sono visti come un grandioso riepilogo e, insieme, tramonto della civiltà medioevale e dell'arte tardogotica. Dunque, si sottolinea la continuità della civiltà medioevale durante il Trecento e il Quattrocento, ma anche il senso della sua fine; nutrito di nostalgia per il mondo che sta scomparendo, ma anche di sentimenti di precarietà, di morte, da cui l'uomo cerca di evadere, sfuggendo alla malinconia, per rifugiarsi nella dimora del sogno in contrapposizione alla esplosione gioiosa della vita che il Rinascimento annuncia. È un'epoca segnata da numerose lotte politiche e religiose e dal diffondersi della peste nera. L'atteggiamento nei confronti della religione oscillò tra un sentimento di autentico fervore spirituale e un atteggiamento di indifferenza, scetticismo e derisione. La moralità, nel XIV secolo, conobbe le più alte forme di ascesi e di pietà e le più basse di violenza, crudeltà e dissolutezza.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Medioevo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medioevo