BRICS

acronimo di economia internazionale

BRICS è un acronimo usato in economia internazionale per riferirsi ai seguenti paesi:

In verde gli stati che costituiscono il BRICS

Questi paesi condividono una situazione economica in via di sviluppo e abbondanti risorse naturali strategiche e, soprattutto, sono stati caratterizzati da una forte crescita del prodotto interno lordo (PIL) e della quota nel commercio mondiale, specie agli inizi del XXI secolo.

Tali economie si propongono di costruire un sistema commerciale globale attraverso accordi bilaterali che non siano basati esclusivamente sul petrodollaro.

L'acronimo BRICS deriva dal precedente BRIC con l'aggiunta del Sudafrica. Da esso deriva anche BRICST, per l'inclusione della Turchia tra i paesi emergenti nell'ambito dell'economia mondiale[1]. Questo paese però non è mai stato accettato nel gruppo e, quindi, non partecipa alle sue attività.

StoriaModifica

 
I cinque leader del BRICS in una riunione a margine del G20 del 2019

Nel novembre 2010 il Fondo monetario internazionale ha incluso i Paesi BRIC tra i dieci paesi con il diritto di voto più elevato, insieme a Stati Uniti d'America, Giappone e ai quattro Paesi più popolati dell'Unione europea (Francia, Germania, Italia e Regno Unito)[2]

A seguito della mancata ripartizione delle quote, giacente presso il Congresso degli Stati Uniti, una cui redistribuzione era stata avanzata dai paesi del BRICS, questi ultimi hanno dato vita a una propria strutturazione finanziaria autonoma (Nuova banca di sviluppo), alternativa al FMI durante il loro sesto summit a Fortaleza, in Brasile, il 15 luglio 2014.

RiunioniModifica

In tabella anche i due precedenti incontri relativi al BRIC.

Data Paese ospitante Presidente Località Sito web Note
16 giugno 2009   Russia Dmitrij Medvedev Ekaterinburg BRIC
15 aprile e 16 aprile 2010   Brasile Luiz Inácio Lula da Silva Brasilia[3] BRIC
14 aprile 2011   Cina Hu Jintao Sanya
29 marzo 2012   India Manmohan Singh Nuova Delhi
26-27 marzo 2013   Sudafrica Jacob Zuma Durban
14-16 luglio 2014   Brasile Dilma Rousseff Fortaleza VI BRICS Summit
8-9 luglio 2015   Russia Vladimir Putin Ufa
15-16 ottobre 2016   India Narendra Modi Panaji
3-5 settembre 2017   Cina Xi Jinping Xiamen
10º 25-27 luglio 2018   Sudafrica Cyril Ramaphosa Johannesburg
11º 13-14 novembre 2019   Brasile Jair Bolsonaro Curitiba
12º 21–23 luglio 2020 (rinviato a causa della pandemia di COVID-19)

17 novembre 2020 (video conferenza)[4]

  Russia Vladimir Putin San Pietroburgo[5]
13° TBA   India Narendra Modi Nuova Delhi https://brics2021.gov.in/games

NoteModifica

  1. ^ Programma BRICST — Internazionalizzazione — E-R Imprese
  2. ^ FAQ: Which members would be among the 10 largest shareholders under this agreement?
  3. ^ Cúpula do BRIC será em Brasília, em abril (L'incontro del BRIC si terrà a Brasilia) in 'Último Segundo in portoghese Copia archiviata, su ultimosegundo.ig.com.br. URL consultato il 19 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2010).
  4. ^ (EN) Virtual BRICS Summit on Nov 17; PM Modi, Xi set for a face-off, su Hindustan Times, 5 ottobre 2020. URL consultato il 5 giugno 2021.
  5. ^ (RU) Путин заявил о переносе саммитов БРИКС и ШОС из Челябинска, su РБК. URL consultato il 5 giugno 2021.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311598022 · LCCN (ENnb2017022490 · GND (DE1061006514 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2017022490
  Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia