Baia Ėkspedicii

Baia Ėkspedicii
Parte di Golfo di Possiet
Stato Russia Russia
Circondario federale Estremo Oriente
Soggetto federale Flag of Primorsky Krai.svgTerritorio del Litorale
Rajon Flag of Khasansky rayon (Primorsky krai).png Chasanskij
Coordinate 42°39′10″N 130°44′44″E / 42.652778°N 130.745556°E42.652778; 130.745556Coordinate: 42°39′10″N 130°44′44″E / 42.652778°N 130.745556°E42.652778; 130.745556
Dimensioni
Superficie 91,8 km²
Profondità media 4 m
Sviluppo costiero 58 km
Idrografia
Immissari principali Cukanovka, Gladkaja
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Baia Ėkspedicii
Baia Ėkspedicii

La baia Ėkspedicii (in russo: бухта Экспедиции?; "spedizioni") è un'insenatura nella parte nord-orientale del golfo di Possiet, sulla costa occidentale del golfo di Pietro il Grande, nel mar del Giappone. Si trova nell'Estremo Oriente della Russia, nel Territorio del Litorale.

GeografiaModifica

La baia Ėkspedicii è una baia interna a nord-ovest della baia Rejd Pallada, separata da quest'ultima da una striscia di terra sabbiosa lunga e stretta chiamata Nazimova (коса Назимова) o anche Čurchado (коса Чурхадо)[1][2], meta estiva e balneare[3]. La lingua di terra è lunga 5 km e larga 100 m[3]. La penisola Novgorodskij (полуостров Новгородский), a est, con la sua lunghezza di 5 km, separa la baia Ėkspedicii dalla baia Novgorodskaja (бухта Новгородская). La vasta baia Ėkspedicii ha coste basse e la profondità delle acque in generale non supera i 4 m.

L'ingresso alla baia è ad est, tra capo Nazimova (мыс Назимова), l'estremo punto nord della lingua di terra omonima, e capo Šelecha (мыс Шелеха), punto meridionale della penisola Novgorodskij dove si trova l'insediamento di Pos'et[4]. Un'altra località urbana è Kraskino che si trova a nord. Nella baia sfociano vari corsi d'acqua, tra cui: il Cukanovka (река Цукановка)[5], che lambisce Kraskino, e il Gladkaja (река Гладкая)[6] a nord-est.

StoriaModifica

La baia è stata scoperta nel 1854 dalla spedizione del vice-ammiraglio Evfimij Vasil'evič Putjatin a bordo della fregata Pallada[7] (in italiano Pallade) ed è stata chiamata Zapadnaja (бухта Западная; cioè "baia dell'ovest"). Ha preso il suo nome attuale nel 1859 a ricordo dell'incontro di due spedizioni: quella marittima del generale Nikolaj Nikolaevič Murav'ëv-Amurskij e quella topografica Konstantin Faddeevič Budogosskij[8].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica