Apri il menu principale

Bergantino

comune italiano
Bergantino
comune
Bergantino – Stemma Bergantino – Bandiera
Bergantino – Veduta
Chiesa Arcipretale di San Giorgio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Rovigo-Stemma.png Rovigo
Amministrazione
SindacoGiovanni Rizzati (lista civica Con voi) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°04′N 11°15′E / 45.066667°N 11.25°E45.066667; 11.25 (Bergantino)Coordinate: 45°04′N 11°15′E / 45.066667°N 11.25°E45.066667; 11.25 (Bergantino)
Altitudine15 m s.l.m.
Superficie17,97 km²
Abitanti2 516[1] (30-4-2017)
Densità140,01 ab./km²
Comuni confinantiBorgofranco sul Po (MN), Carbonara di Po (MN), Castelnovo Bariano, Cerea (VR), Legnago (VR), Melara
Altre informazioni
Cod. postale45032
Prefisso0425
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT029006
Cod. catastaleA795
TargaRO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantibergantinesi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bergantino
Bergantino
Bergantino – Mappa
Posizione del comune di Bergantino nella provincia di Rovigo
Sito istituzionale

Bergantino (Bergantin in veneto[2]) è un comune italiano di 2 516 abitanti[1] della provincia di Rovigo in Veneto, situato ad ovest del capoluogo. La cittadina è situata nelle immediate vicinanze dell'argine sinistro del fiume Po, parallelamente all'ansa più accentuata del corso d'acqua.

Indice

StoriaModifica

La nascita dell'abitato è legata più ad una leggenda che si tramanda da secoli che alle notizie storiche. La leggenda narra di un brigantino pirata, da cui Bergantino, il nome della cittadina, il quale solcava le acque del Po e che arenatosi in questo punto diede vita alla nuova comunità. È più probabile che, essendo il fiume luogo di passaggio, ci fosse una comunità dedita ad attività di banditismo da cui risalire ai briganti che potrebbero aver dato nome alla comunità.

Il Comune, nella seconda metà del 1900, diede l'incarico al maestro Adriano Franceschini di recuperare fonti storiche autorevoli del periodo medievale riguardanti le vicende locali, e questo portò lo studioso ferrarese ad iniziare un importante lavoro di ricerca sulla popolazione contadina altopolesana negli archivi e nelle biblioteche di tutta la zona che produsse, tra gli altri, il volume: Giurisdizione episcopale e comunità rurali altopolesane : Bergantino, Melara, Bariano, Trecenta.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Il patrimonio storico ed artistico della cittadina è circoscritto a Via Vittorio Emanuele e Piazza Matteotti dove sorgono la chiesa parrocchiale ed i palazzi Diani e Strozzi.

Architetture religioseModifica

Chiesa Arcipretale di San Giorgio

Originariamente edificata nel 1507, venne ricostruita nel 1673 in stile rinascimentale e presenta una architettura a tre navate affiancata da un campanile progettato e realizzato nel 1731 da Vincenzo Santini. All'interno vengono custodite pregevoli tele tra cui:

Architetture civiliModifica

  • Palazzo Diani, detto anche Castello Diani per le sue origini. Sorge sul lato settentrionale della piazza, caratterizzato da una torretta centrale eretta nel XVI secolo da Giovanni Romei, nominato conte di Bergantino dagli Estensi, sulle macerie di un fortilizio distrutto dai Veneziani nel 1482 durante la Guerra del Sale. Nel 1841 Carlo Diani, che ne divenne proprietario, fece togliere il ponte levatoio ed otturare la fossa che ancora circondava l'edificio.
  • Palazzo Strozzi. Sorge sul lato meridionale della piazza. Caratterizzato da un elegante portale affiancato da un basso porticato, deriva da una serie di ampliamenti e rifacimenti di un casino di caccia del XVII secolo.

MuseiModifica

Situato nel settecentesco Palazzo Strozzi in piazza Matteotti, il Museo della Giostra e dello Spettacolo Popolare è un museo, unico nel suo genere in Italia, nato nel 1999 per volontà del Comune e della Provincia di Rovigo e dedicato interamente al mondo dello spettacolo popolare itinerante, dalle origini legate alle fiere di paese alle giostre presenti nei moderni luna park.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 


EconomiaModifica

L'economia del Comune, oltre al settore agricolo, è basata principalmente sul settore dell'intrattenimento itinerante, ovvero sulle attrezzature da luna park, tanto da essere conosciuto anche come "il paese della giostra". Numerose sono infatti le aziende che operano da anni nel settore, progettando e realizzando giostre per il mercato italiano ed estero, contribuendo a fare dell'Italia uno dei più importanti produttori mondiali.

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Località “il Bosco” 14 novembre 1951 (in lingua veneta con traduzione), Neteditor.it. URL consultato il 25 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2012).
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica