Bertila di Spoleto

Bertila di Spoleto
Imperatrice del Sacro Romano Impero
In carica dicembre 915 –
dicembre 915
Predecessore Oda
Successore Anna di Provenza
Regina consorte d'Italia
In carica 888 –
889
Regina d'Italia per la seconda volta
In carica 896 –
915
Nascita 860 circa
Morte dicembre 915
Dinastia Supponidi
Padre Suppone II
Madre Berta
Consorte Berengario del Friuli
Figli Berta
Gisla

Bertila di Spoleto (anche Bertilla) (860 circa – dicembre 915) fu, come moglie di Berengario I, Imperatrice del Sacro Romano Impero e Regina d'Italia, dal gennaio 875 al dicembre 915.

BiografiaModifica

Era la figlia di Suppone II (c. 835-c. 885) e Berta († 921 c.). Suo nonno paterno era Adelchi I di Spoleto, secondo figlio di Suppone I e padre di Suppone II. Suo nonno materno era il conte di Piacenza Vifredo I.

Sposò Berengario I nel'880, diventando regina d'Italia nell'888. Tuttavia, il marito perse il suo trono l'anno successivo a favore di Guido II di Spoleto. Berengario ricominciò a riaffermare il suo potere nell'896, dopo la caduta della famiglia Da Spoleto e la ritirata dell'imperatore Arnolfo di Carinzia dalla penisola.

Bertila divenne imperatrice dopo che il marito venne incoronato imperatore nel dicembre 915. Morì, avvelenata, nello stesso mese dello stesso anno, fatto riportato anche dai Gesta Berengarii Imperatoris.

Famiglia e figliModifica

Berengario e Bertila ebbero le seguenti figlie:

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica