Boleite

minerale
Boleite
Boleite-rom51c.jpg
Classificazione Strunz3.DB.15
Formula chimicaKPb26Ag9Cu24Cl62(OH)48
Proprietà cristallografiche
Gruppo puntuale4/m 3 2/m
Gruppo spazialeP m3m
Proprietà fisiche
Densità5,1 g/cm³
Durezza (Mohs)3-3,5
Sfaldaturaperfetta
Fratturaconcoide;
Lucentezzavitrea
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La boleite è un complesso minerale alogeno con formula KPb26Ag9Cu24Cl62(OH)48. Fu descritto per la prima volta nel 1891 come un minerale d'ossicloruro. Cristallizza in modo isometrico, creando cubi di colore blu scuro. Sono numerosi i minerali correlati alla boleite, come la pseudoboleite, la cumengite e la diaboleite; tutti possiedono la stessa struttura cristallina complessa. Tutti danno origine a cristalli blu di forma cubica e si formano nelle zone di alterazione superficiale (cappellacci) di depositi di minerali cupriferi e piombiferi originati dalla reazione di soluzioni di cloruri e minerali sulfurei primari.

Proprietà fisicheModifica

Le proprietà macroscopiche dei cristalli di boleite sono indicative della sua struttura cristallina cubica, esso è infatti classificato all'interno del sistema cubico. La bollente presenta sfaldatura perfetta, secondo l'asse 001. Si presenta si un brillante colore blu scuro, con leggere striature blu-verdastre. I geminati in questo cristallo si mostrano come tacche lungo gli angoli compenetranti, che danno luogo ad un abito cristallino di geminati compenetranti pseudocubici lungo i tre assi perpendicolari. La boleite forma cubi che misurano più di 1,5 cm per lato, che consistono in strutture di piramidali tetragonali pseudo-octaedriche.

Origine e giacituraModifica

La boleite fu inizialmente classificata come uno dei minerali minori di argento, rame e piombo a Boleo, in Messico. La boleite fu così chiamata dal nome del sito in cui fu scoperta, la miniera di El Boleo, nella Baja Peninsula, vicino a Santa Rosalia, Messico. I minerali associati alla boleite includono la pseudoboleite, la cumengite, l'atacamite, l'anglesite, la cerussite, la fosgenite, e il gesso, nella località tipo di El Boleo, in Messico. Nella miniera di Mammoth-St. Anthony, in Arizona, i minerali associati includono pseudoboleite, anglesite, atacamite, paratacamite, leidhillite, paralaurionite, caledonite, fosfogenite, matlockite e bideauxite.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia