Brexit Party

partito politico britannico
Partito per la Brexit
(EN) Brexit Party
LeaderNigel Farage
PresidenteRichard Tice
StatoRegno Unito Regno Unito
Sede83 Victoria Street, Londra, SW1 0HW
Fondazione20 gennaio 2019
IdeologiaEuroscetticismo,
Populismo,
Sovranismo
CollocazioneTrasversalismo[1]
Seggi Camera dei Comuni
0 / 650
Seggi Camera dei Lord
0 / 794
Seggi Assemblea nazionale per il Galles
4 / 60
Coloriacqua e bianco
Sito webthebrexitparty.org/

Il Brexit Party è un partito politico britannico euroscettico, populista[2] e sovranista, che è stato costituito nel 2019. Ha ventinove eurodeputati, che sono stati originariamente eletti nelle liste del Partito per l'Indipendenza del Regno Unito (UKIP)[3]. È guidato da uno di questi eurodeputati, l'ex leader dell'UKIP, Nigel Farage[4], che ha annunciato la sua candidatura come deputato per le elezioni del Parlamento europeo, dopo che il Regno Unito ha rimandato l'uscita dall'Unione europea il 29 marzo 2019[5].

IdeologiaModifica

Il partito sostiene che il Regno Unito debba lasciare l'Unione europea senza un formale accordo (c.d. Hard Brexit) e poi negoziare con essa in base ai termini dell'OMC fino a quando non saranno negoziati nuovi accordi commerciali.[non chiaro]

StoriaModifica

Il partito si è presentato alle elezioni europee del 2019. Nei giorni precedenti le elezioni il partito veniva dato tra i favoriti. Ha sottratto buona parte degli elettori all'UKIP, il partito di provenienza dei suoi fondatori.

Elezioni europeeModifica

Dopo gli scrutini, il partito ha ottenuto il 30.5% dei voti ottenendo 29 seggi al parlamento europeo, con un netto distacco sui Liberal Democratici, che raggiungono il 20%.[6]

Risultati elettoraliModifica

Anno Voti % Seggi
Europee 2019 5 248 533 30,5
29 / 73
Politiche 2019 642 303 2,0
0 / 650

NoteModifica

  1. ^ Positive and populist, Nigel Farage's Brexit Party is out to get as many voters as possible
  2. ^ Mattia Zulianello, Varieties of Populist Parties and Party Systems in Europe: From State-of-the-Art to the Application of a Novel Classification Scheme to 66 Parties in 33 Countries, in Government and Opposition, vol. 55, n. 2.
  3. ^ Il ritorno di Nigel Farage, su Il Post, 23 maggio 2019. URL consultato il 28 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Dan Sabbagh, European election predictions: what the pollsters are forecasting, in The Guardian, 23 maggio 2019. URL consultato il 28 maggio 2019.
  5. ^ Will Hutton, Il Brexit party terrà il Regno Unito in Europa, su Internazionale, 23 maggio 2019. URL consultato il 28 maggio 2019.
  6. ^ Europee, in Gran Bretagna il Brexit Party primo con 29 seggi: male Labour e Tory, su Tgcom24. URL consultato il 28 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2019).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80156131003258312029 · GND (DE1201887003