Butigeidis

Granduca di Lituania
Butigeidis
Granduca di Lituania
In carica 1285 –
1291
Incoronazione 1285
Predecessore Daumantas
Successore Butvydas
Morte 1292 circa
Casa reale Gediminidi
Religione paganesimo

Butigeidis o Butegeidis (in bielorusso: Будзікід, trasl. Budzikid) (... – 1292 circa) fu granduca di Lituania dal 1285 al 1291.[1] È il primo membro conosciuto la cui esistenza è certa dei Gediminidi[1].

BiografiaModifica

Butigeidis iniziò il suo dominio quando l'Ordine Livoniano e i Cavalieri Teutonici stavano completando la loro conquista delle tribù baltiche.[2] Nel 1289, alla guida di circa 8000 soldati, il Granduca attaccò la Sambia.[3] Nel 1289 i Cavalieri Teutonici eressero un castello a Tilsit e le loro incursioni si intensificarono. I lituani furono costretti ad abbandonare il castello di Kolainių situato sull'altra sponda del fiume Neman.[1] Butigeidis fu il primo a costruire fortificazioni robuste lungo questo fiume.[2] Il sistema difensivo fu ulteriormente sviluppato dopo la sua morte e ciò contribuì a resistere agli assalti ostili fino alla seconda metà del XIV secolo.[1]

Butigeidis trasferì Vaŭkavysk al Principato di Galizia-Volinia in cambio di pace.[3] Morì tra il 1290 e il 1292 e suo fratello Butvydas (talvolta riportato come Pukuveras) ereditò la corona.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b c d (LT) Butigeidis, su vle.lt. URL consultato il 31 maggio 2020.
  2. ^ a b (EN) Jack J. Kranski, History of Russia and Eastern Europe: A Concise Outline, Troubador Publishing Ltd, 2019, p. 98, ISBN 978-17-89-01910-0.
  3. ^ a b (EN) Doloresa Baltrušienė, Pažintis su Lietuva, Kraštotvarka, 1999, p. 18.
  4. ^ (EN) Saulius A. Suziedelis, Historical Dictionary of Lithuania, 2ª ed., Scarecrow Press, 2011, p. 341, ISBN 978-08-10-87536-4.

Voci correlateModifica