Apri il menu principale

Campionati del mondo di ciclismo su strada 1975

edizione del campionato mondiale di ciclismo su strada
XLVIII campionati del mondo di ciclismo su strada 1975
Competizione Campionati del mondo di ciclismo su strada
Sport Cycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
Edizione 48ª
Organizzatore UCI
Date 27 agosto 1975
Luogo Belgio Yvoir
Statistiche
Miglior nazione Paesi Bassi Paesi Bassi (3/0/1)
Gare 4
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1974 1976 Right arrow.svg

I Campionati del mondo di ciclismo su strada 1975 si disputarono a Mettet ed Yvoir in Belgio il 27 agosto 1975.

Furono assegnati quattro titoli:

  • Prova in linea Donne, gara di 54,1 km
  • Prova in linea Uomini Dilettanti, gara di 182 km
  • Cronometro a squadre Uomini Dilettanti, gara di 100 km
  • Prova in linea Uomini Professionisti, gara di 266 km

StoriaModifica

Eddy Merckx ebbe la possibilità di diventare campione del mondo per la quarta volta proprio nel suo Paese natale, ma la condizione non adeguata lo portò ad essere gregario dei velocisti Freddy Maertens e Roger De Vlaeminck, piuttosto che capitano della selezione belga. L'Italia presentava per la prima volta Alfredo Martini come commissario tecnico, mentre Felice Gimondi era confermato capitano, con Battaglin e Moser come alternative. Lo stesso Merckx lanciò l'attacco decisivo, seguito dagli olandesi Hennie Kuiper, Gerrie Knetemann e Joop Zoetemelk, i francesi Bernard Thévenet e Jean-Pierre Danguillaume, i connazionali Roger De Vlaeminck e Lucien Van Impe e Francesco Moser. Fu dell'olandese Kuiper l'attacco che decretò la vittoria, grazie al lavoro dei due altri olandesi tra gli inseguitori a rompere i cambi. Il tentativo di Merckx di riportare sotto all'olandese De Vlaeminck fu vano e il belga arrivò secondo a diciassette secondi.[1] Su settantanove partenti, solo ventotto conclusero la prova.

I Paesi Bassi aggiunsero all'oro della prova in linea professionisti, quello dilettanti e quello della prova femminile, André Gevers e Tineke Fopma. La Polonia vinse il titolo mondiale nella cronometro a squadre.

MedagliereModifica

Pos. Nazione        
1   Paesi Bassi 3 0 1 4
2   Polonia 1 0 0 1
3   Francia 0 1 1 2
4   Belgio 0 1 0 1
  Unione Sovietica 0 1 0 1
  Svezia 0 1 0 1
7   Cecoslovacchia 0 0 1 1
  Italia 0 0 1 1
Totale 4 4 4 12

Sommario degli eventiModifica

NoteModifica

  1. ^ Mario Spairani, 100 Anni di Ciclismo: speciale mondiali 1971 - 1982, in spaziociclismo.it, 1º ottobre 2010. URL consultato il 6-10-2010.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo