Apri il menu principale

Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2015

Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2015
Mistrzostwa Świata w Hokeju na Lodzie I Dywizji 2015
Wereldkampioenschap ijshockey voor B-landen 2015
Competizione Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Edizione XV
Organizzatore IIHF
Date dal 13 aprile
al 25 aprile 2015
Luogo Polonia Polonia
Paesi Bassi Paesi Bassi
(2 città)
Partecipanti 12
Impianto/i 2 stadi
Statistiche
Incontri disputati 30
Gol segnati 161 (5,37 per incontro)
Pubblico 82 571
(2 752 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014 2016 Right arrow.svg

Il Campionato mondiale di hockey su ghiaccio - Prima Divisione 2015 è un torneo di hockey su ghiaccio organizzato dall'International Ice Hockey Federation. Il torneo si è disputato fra il 13 e il 25 aprile 2015. Le dodici squadre partecipanti sono state divise in due gironi da sei ciascuno. Il gare del Gruppo A si sono svolte a Cracovia, in Polonia, dopo il ritiro della candidatura da parte di Donec'k in Ucraina.[1] Le partite del Gruppo B invece si sono giocate a Eindhoven, nei Paesi Bassi.[2] Il Kazakistan e l'Ungheria, prima e seconda del Gruppo A, si sono garantite la partecipazione al Campionato mondiale di hockey su ghiaccio maschile 2016, mentre l'Ucraina è stata retrocessa per il 2016 in Prima Divisione - Gruppo B. Nel Gruppo B la Corea del Sud ha conquistato la promozione in Prima Divisione - Gruppo A, mentre i Paesi Bassi, ultimi classificati, sono stati retrocessi in Seconda Divisione - Gruppo A.

Indice

PartecipantiModifica

Gruppo AModifica

Nazionale Qualificazione
  Italia Quindicesima e retrocessa dal Gruppo A del 2014.[3]
  Kazakistan Sedicesima e retrocessa dal Gruppo A del 2014.[3]
  Giappone Terzo nella Prima Divisione - Gruppo A del 2014.[4]
  Ucraina Quarta nella Prima Divisione - Gruppo A del 2014.[4]
  Ungheria Quinta nella Prima Divisione - Gruppo A del 2014.[4]
  Polonia Ospitante, prima e promossa dalla Prima Divisione - Gruppo B del 2014.[5]

Gruppo BModifica

Nazionale Qualificazione
  Corea del Sud Sesta e retrocesso dalla Prima Divisione - Gruppo A del 2014.[4]
  Croazia Seconda nella Prima Divisione - Gruppo B del 2014.[5]
  Lituania Terza nella Prima Divisione - Gruppo B del 2014.[5]
  Regno Unito Quarto nella Prima Divisione - Gruppo B del 2014.[5]
  Paesi Bassi Ospitante, quinti nella Prima Divisione - Gruppo B del 2014.[5]
  Estonia Prima e promossa dalla Seconda Divisione - Gruppo A del 2014.[6]

Gruppo AModifica

IncontriModifica

Cracovia
19 aprile 2015, ore 13:00 UTC+2
Ungheria  4 – 2
(1-1; 1-1; 2-0)
referto
  GiapponeKraków Arena (2.543 spett.)

Cracovia
19 aprile 2015, ore 16:30 UTC+2
Ucraina  2 – 5
(0-2; 0-1; 2-2)
referto
  KazakistanKraków Arena (2.108 spett.)

Cracovia
19 aprile 2015, ore 20:00 UTC+2
Polonia  1 – 2
(0-1; 1-1; 0-0)
referto
  ItaliaKraków Arena (9.456 spett.)

Cracovia
20 aprile 2015, ore 13:00 UTC+2
Kazakistan  5 – 0
(1-0; 3-0; 1-0)
referto
  UngheriaKraków Arena (3.289 spett.)

Cracovia
20 aprile 2015, ore 16:30 UTC+2
Italia  2 – 1
(d.t.s.)
(0-0; 1-1; 0-0)
referto
  UcrainaKraków Arena (1.392 spett.)

Cracovia
20 aprile 2015, ore 20:00 UTC+2
Giappone  0 – 2
(0-0; 0-0; 0-2)
referto
  PoloniaKraków Arena (2.662 spett.)

Cracovia
22 aprile 2015, ore 13:00 UTC+2
Kazakistan  7 – 2
(3-0; 0-0; 4-2)
referto
  GiapponeKraków Arena (2.479 spett.)

Cracovia
22 aprile 2015, ore 16:30 UTC+2
Italia  1 – 4
(0-2; 0-0; 1-2)
referto
  UngheriaKraków Arena (3.125 spett.)

Cracovia
22 aprile 2015, ore 20:00 UTC+2
Polonia  3 – 2
(0-0; 1-0; 2-2)
referto
  UcrainaKraków Arena (5.975 spett.)

Cracovia
23 aprile 2015, ore 13:00 UTC+2
Giappone  3 – 2
(0-1; 1-0; 2-1)
referto
  ItaliaKraków Arena (2.572 spett.)

Cracovia
23 aprile 2015, ore 16:30 UTC+2
Ucraina  2 – 4
(0-0; 2-1; 0-3)
referto
  UngheriaKraków Arena (3.774 spett.)

Cracovia
23 aprile 2015, ore 20:00 UTC+2
Kazakistan  3 – 2
(0-0; 2-1; 1-1)
referto
  PoloniaKraków Arena (9.067 spett.)

Cracovia
25 aprile 2015, ore 13:00 UTC+2
Giappone  3 – 1
(0-0; 3-1; 0-0)
referto
  UcrainaKraków Arena (2.467 spett.)

Cracovia
25 aprile 2015, ore 16:30 UTC+2
Italia  0 – 3
(0-1; 0-0; 0-2)
referto
  KazakistanKraków Arena (3.110 spett.)

Cracovia
25 aprile 2015, ore 20:00 UTC+2
Ungheria  2 – 1
(0-0; 0-0; 2-1)
referto
  PoloniaKraków Arena (12.632 spett.)

ClassificaModifica

Promosse nel Gruppo A nel 2016
Retrocessa in Prima Divisione - Gruppo B nel 2016
Pos. PG V VOT POT P GF GS DR Pt
1.   Kazakistan 5 5 0 0 0 23 6 +17 15
2.   Ungheria 5 4 0 0 1 14 11 +3 12
3.   Polonia 5 2 0 0 3 9 9 0 6
4.   Giappone 5 2 0 0 3 10 16 -6 6
5.   Italia 5 1 1 0 3 7 12 -5 5
6.   Ucraina 5 0 0 1 4 8 17 -9 1

Riconoscimenti individualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Giocatore PG G A Pt +/- MP
  Roman Starčenko 5 4 2 6 +8 6
  Kevin Dallman 4 3 3 6 +5 0
  Konstantin Rudenko 5 3 3 6 +6 2
  Evgenij Rymarev 5 3 3 6 +3 0
  Vadim Krasnoslobodcev 5 2 4 6 +4 0
  Andrew Sarauer 5 2 4 6 +7 2
  Dániel Koger 5 3 2 5 +4 2
  Marcin Kolusz 5 2 3 5 +2 0
  Mateusz Rompkowski 5 2 3 5 +2 4
  Frank Banham 5 1 4 5 +3 2

Fonte: IIHF.com

Classifica portieriModifica

Giocatore Min TC GS SO MGS Sv%
  Przemysław Odrobny 185:39 82 3 1 0.97 96.47
  Pavel Poluėktov 300:00 93 6 2 1.20 93.94
  Miklós Rajna 240:00 73 6 0 1.50 92.41
  Yutaka Fukufuji 252:52 100 11 0 2.56 90.09
  Andreas Bernard 306:20 92 11 0 2.21 89.32

Fonte: IIHF.com

Roster dell'ItaliaModifica

Allenatore:   Stefan Mair.

Lista dei convocati aggiornata al 19 aprile 2015.[7]

N. Pos. Nome Anno Alt. Peso Tiro Squadra
1 P Andreas Bernard 1990 184 80 L   SaiPa
2 D Alex Trivellato 1993 189 83 L   Eisbären Berlino
3 A Markus Gander 1989 187 90 R   Bolzano
4 D Daniel Sullivan 1982 181 88 L   Asiago
5 A Luca Zanatta 1991 185 90 L   Valais-Chablais
8 A Marco Insam 1989 187 92 R   Bolzano
9 D Armin Hofer 1987 184 88 L   Val Pusteria
10 A Brian Ihnacak 1985 183 86 R   Vålerenga
11 A Luca Frigo 1993 182 76 L   Valpellice
13 A Nathan DiCasmirro 1978 179 88 L   Valpellice
14 D Michael Zanatta 1989 181 80 R   Valais-Chablais
15 A Luca Felicetti 1981 166 75 L   Ritten-Renon
16 A Giovanni Morini 1995 187 82 L   Lugano
17 D Alexander Egger 1979 186 88 L   Bolzano
18 A Anton Bernard - C 1989 178 82 R   Bolzano
19 A Raphael Andergassen 1993 177 73 R   Val Pusteria
22 A Diego Kostner - A 1992 183 75 R   Lugano
24 A Joachim Ramoser 1995 178 88 L   Red Bull Salisburgo
25 D Stefano Marchetti 1986 180 74 L   Asiago
26 D Armin Helfer - A 1980 187 86 L   Val Pusteria
28 A Alex Frei 1993 185 88 L   Milano Rossoblu
30 P Thomas Tragust 1986 171 83 L   Neumarkt-Egna

LEGENDA:
P = Portiere, D = Difensore, A = Attaccante, L = sinistra, R = destra

Gruppo BModifica

IncontriModifica

Eindhoven
13 aprile 2015, ore 13:30 UTC+2
Regno Unito  3 – 2
(d.t.s.)
(0-1; 0-0; 2-1; 1-0)
referto
  CroaziaIJssportcentrum (750 spett.)

Eindhoven
13 aprile 2015, ore 17:00 UTC+2
Estonia  3 – 7
(1-2; 1-3; 1-2)
referto
  Corea del SudIJssportcentrum (750 spett.)

Eindhoven
13 aprile 2015, ore 20:30 UTC+2
Paesi Bassi  0 – 1
(0-1; 0-0; 0-0)
referto
  LituaniaIJssportcentrum (1.500 spett.)

Eindhoven
14 aprile 2015, ore 13:30 UTC+2
Estonia  1 – 2
(0-1; 1-0; 0-1)
referto
  Regno UnitoIJssportcentrum (500 spett.)

Eindhoven
14 aprile 2015, ore 17:00 UTC+2
Croazia  4 – 1
(0-1; 2-0; 2-0)
referto
  LituaniaIJssportcentrum (350 spett.)

Eindhoven
14 aprile 2015, ore 20:30 UTC+2
Corea del Sud  7 – 1
(2-0; 3-1; 2-0)
referto
  Paesi BassiIJssportcentrum (920 spett.)

Eindhoven
16 aprile 2015, ore 13:30 UTC+2
Lituania  6 – 1
(2-0; 0-1; 4-0)
referto
  EstoniaIJssportcentrum (300 spett.)

Eindhoven
16 aprile 2015, ore 17:00 UTC+2
Corea del Sud  2 – 3
(1-0; 1-2; 0-1)
referto
  Regno UnitoIJssportcentrum (700 spett.)

Eindhoven
16 aprile 2015, ore 20:30 UTC+2
Croazia  2 – 5
(2-2; 0-1; 0-2)
referto
  Paesi BassiIJssportcentrum (1.350 spett.)

Eindhoven
18 aprile 2015, ore 13:30 UTC+2
Lituania  0 – 5
(0-0; 0-3; 0-2)
referto
  Corea del SudIJssportcentrum (1.500 spett.)

Eindhoven
18 aprile 2015, ore 17:00 UTC+2
Croazia  5 – 2
(1-2; 2-0; 2-0)
referto
  EstoniaIJssportcentrum

Eindhoven
18 aprile 2015, ore 20:30 UTC+2
Regno Unito  3 – 2
(3-1; 0-0; 0-1)
referto
  Paesi BassiIJssportcentrum (2.500 spett.)

Eindhoven
19 aprile 2015, ore 13:30 UTC+2
Corea del Sud  9 – 4
(1-1; 5-2; 3-1)
referto
  CroaziaIJssportcentrum (1.500 spett.)

Eindhoven
19 aprile 2015, ore 17:00 UTC+2
Lituania  3 – 2
(0-1; 2-0; 1-1)
referto
  Regno UnitoIJssportcentrum (1.800 spett.)

Eindhoven
19 aprile 2015, ore 20:30 UTC+2
Paesi Bassi  1 – 3
(0-2; 1-0; 0-1)
referto
  EstoniaIJssportcentrum (1.500 spett.)

ClassificaModifica

Promossa in Prima Divisione - Gruppo A nel 2016
Retrocessa in Seconda Divisione - Gruppo A nel 2016
Pos. PG V VOT POT P GF GS DR Pt
1.   Corea del Sud 5 4 0 0 1 30 11 +19 12
2.   Regno Unito 5 3 1 0 1 13 10 +3 11
3.   Lituania 5 3 0 0 2 11 12 -1 9
4.   Croazia 5 2 0 1 2 16 20 -4 7
5.   Estonia 5 1 0 0 4 10 21 -11 3
6.   Paesi Bassi 5 1 0 0 4 9 15 -6 3

Riconoscimenti individualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Giocatore PG G A Pt +/- MP
  Michael Swift 5 5 4 9 +8 14
  Andrei Makrov 5 6 2 8 -3 2
  Kim Ki-sung 5 4 4 8 +5 4
  Mike Testwuide 5 4 4 8 +9 0
  Kim Sang-wook 5 3 5 8 +4 6
  Andrew Murray 5 3 5 8 +1 4
  Brock Radunske 5 0 7 7 +4 0
  Ryan Kinasewich 5 4 2 6 -2 0
  Nathan Perkovich 5 4 2 6 +2 18
  Cho Min-ho 5 3 2 5 +2 2

Fonte: IIHF.com

Classifica portieriModifica

Giocatore Min TC GS SO MGS Sv%
  Mantas Armalis 298:59 178 11 1 2.91 93.82
  Ian Meierdres 204:21 98 8 0 2.35 91.84
  Ben Bowns 299:04 122 10 0 2.01 91.80
  Mark Dekanich 259:51 128 11 0 2.54 91.41
  Park Sung-je 238:51 83 8 1 2.01 90.36

Fonte: IIHF.com

NoteModifica

  1. ^ Ukraine Withdraws as Hosts of 2015 Division IA World Championships, thehockeyhouse.net. URL consultato il 22-03-2015 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  2. ^ 28 tournaments assigned, International Ice Hockey Federation. URL consultato il 22-03-2015.
  3. ^ a b 2013 IIHF World Championship Group A, International Ice Hockey Federation. URL consultato il 22-03-2015.
  4. ^ a b c d 2014 IIHF World Championship Div. I Group A, International Ice Hockey Federation. URL consultato il 22-03-2015.
  5. ^ a b c d e 2014 IIHF World Championship Div. I Group B, International Ice Hockey Federation. URL consultato il 22-03-2015.
  6. ^ 2014 IIHF World Championship Div. II Group A, International Ice Hockey Federation. URL consultato il 14-03-2015.
  7. ^ (EN) Team Roster - ITA - Italy (PDF), IIHF.com, 19 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Hockey su ghiaccio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hockey su ghiaccio