Apri il menu principale
Campochiaro
comune
Campochiaro – Stemma Campochiaro – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Molise-Stemma.svg Molise
ProvinciaProvincia di Campobasso-Stemma.png Campobasso
Amministrazione
SindacoSimona Valente (Tradizione e Futuro) dall'11-6-2018
Territorio
Coordinate41°27′N 14°31′E / 41.45°N 14.516667°E41.45; 14.516667 (Campochiaro)Coordinate: 41°27′N 14°31′E / 41.45°N 14.516667°E41.45; 14.516667 (Campochiaro)
Altitudine750 m s.l.m.
Superficie35,7 km²
Abitanti636[1] (30-11-2017)
Densità17,82 ab./km²
Comuni confinantiCastello del Matese (CE), Colle d'Anchise, Guardiaregia, Piedimonte Matese (CE), San Gregorio Matese (CE), San Polo Matese, Vinchiaturo
Altre informazioni
Cod. postale86020
Prefisso0874
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT070007
Cod. catastaleB522
TargaCB
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitanticampochiaresi
Patronosan Marco
Giorno festivo25 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Campochiaro
Campochiaro
Campochiaro – Mappa
Posizione del comune di Campochiaro nella provincia di Campobasso
Sito istituzionale

Campochiaro è un comune italiano di 636 abitanti della provincia di Campobasso, in Molise.

Indice

Geografia fisicaModifica

Il centro abitato sorge alle falde del massiccio del Matese. Il territorio comunale, situato presso le sorgenti del fiume Biferno, è attraversato da un'antica via della transumanza, il tratturo Pescasseroli-Candela.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Chiesa di Santa Maria delle GrazieModifica

La chiesa più interessante: fu restaurata nel XVII secolo con forme barocche. La facciata è un esempio dell'arte napoletana con il settore principale decorato da pietra, e il lato della sommità ricco di decorazioni e riccioli (al centro in una nicchia la statua della Madonna). Il campanile è una piccola torretta. L'interno è a tre navate.

Architetture militariModifica

Torretta medievaleModifica

La torretta angioina (XIII secolo secolo) si presume appartenente al X secolo. In origine era la torre più alta di una roccaforte medievale, con cinta muraria. Oggi la torre, restaurata, è visitabile. Ha pianta longobarda circolare con una finestra oblò.

Architetture civiliModifica

Fontana urbicaModifica

Ricostruita dopo il terremoto del 1805, è un porticato rosso in pietra con sei colonne.

Aree naturaliModifica

Oasi WWFModifica

Nel 1997 grazie ad una collaborazione stipulata tra l'allora amministrazione comunale e il WWF Italia, è stata costituita l'Oasi WWF di Guardiaregia, successivamente ampliata inglobando anche il territorio di Campochiaro grazie al quale ha raggiunto 2 187 ettari, risultando così la seconda oasi più grande d'Italia per estensione.[senza fonte]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 


AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
21 giugno 1988 5 novembre 1991 Nicola Mucciardi Democrazia Cristiana Sindaco [3]
5 novembre 1991 29 giugno 1992 Maria Tirone Comm. straordinario [3]
29 giugno 1992 20 gennaio 1995 Luigi Rocco Sbarra Democrazia Cristiana Sindaco [3]
20 gennaio 1995 24 aprile 1995 Patrizia Perrino Comm. pref. [3]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Nicola Mucciardi Partito Popolare Italiano Sindaco [3]
14 giugno 1999 6 maggio 2003 Antonio Mucciardi lista civica Sindaco [3]
6 maggio 2003 14 giugno 2004 Cristina Marzano Comm. straordinario [3]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Giuseppe Corvo lista civica Sindaco [3]
8 giugno 2009 31 dicembre 2010 Giuseppe Corvo lista civica Sindaco [3]
31 dicembre 2010 17 maggio 2011 Nicolino Bonanni Comm. pref. [3]
4 giugno 2011 29 gennaio 2018[4] Antonio Carlone Rinascita Sindaco [3]
29 gennaio 2018 11 giugno 2018 Maria Karin Della Penta Rinascita Vicesindaco reggente
11 giugno 2018 in carica Simona Valente Tradizione e Futuro Sindaco [3]

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l http://amministratori.interno.it/
  4. ^ Per decesso del sindaco

Altri progettiModifica

  Portale Molise: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Molise