Carlo Michele di Meclemburgo-Strelitz

militare svedese
Carlo Michele
Carl Michael zu Mecklenburg.jpg
Capo del casato di Meclemburgo-Strelitz
In carica 23 febbraio 1918 – 6 dicembre 1934
Predecessore Granduca Adolfo Federico VI
Successore Duca Giorgio
Nome completo tedesco: Carl Michael Wilhelm August Alexander
Nascita Reggia di Oranienbaum, Russia, 17 giugno 1863
Morte Remplin, Germania, 6 dicembre 1934
Casa reale Meclemburgo-Strelitz
Padre Duca Giorgio Augusto di Meclemburgo-Strelitz
Madre Granduchessa Ekaterina Michajlovna di Russia
Religione luteranesimo

Carlo Michele, Duca di Mecklenburg (tedesco: Carl Michael Herzog zu Mecklenburg; 17 giugno 18636 dicembre 1934), fu un ufficiale dell'esercito imperiale russo, erede presunto al trono del Meclemburgo-Strelitz e dal 1918 capo della casata granducale.

Vita in RussiaModifica

Nacque nella reggia di Oranienbaum in Russia, come nipote del Granduca Giorgio di Meclemburgo-Strelitz attraverso il suo secondo figlio maschio, il Duca Giorgio Augusto di Meclemburgo-Strelitz (1824–1876) e di sua moglie, la Granduchessa Ekaterina Michajlovna di Russia, una nipote dell'imperatore Paolo I di Russia. Carlo Michele studiò all'università di Strasburgo e ottenne un dottorato di ricerca.[1] Poiché egli nacque nel ramo russo della casata granducale di Meclemburgo-Strelitz, Carlo Michele e suo fratello maggiore, il duca Giorgio Alessandro, prestarono entrambi servizio nell'esercito imperiale russo con Carlo Michele che raggiunse il rango di Luogotenente generale.[2] Quando suo fratello morì nel 1909 Carlo Michele fu nominato tutore dei suoi figli Caterina, Maria, Natalia e Giorgio da Adolfo Federico V.[3]

Il 24 giugno 1914, due settimane dopo la morte di suo cugino, il Granduca Adolfo Federico V, Carlo Michele scrisse al nuovo granduca Granduca Adolfo Federico VI informandolo che desiderava rinunciare ai suoi diritti al trono di Meclemburgo-Strelitz.[4] Il 7 agosto poco dopo lo scoppio della prima guerra mondiale diventò un cittadino naturalizzato russo.[4]

Nel marzo 1917 Carlo Michele fu arrestato e costretto a comparire davanti al parlamento russo della Duma.[5] Successivamente fuggì nella regione del Caucaso.[6]

Erede di StrelitzModifica

Il granduca di Meclemburgo-Schwerin, Federico Francesco IV scrisse a Carlo Michele informandolo che suo cugino Adolfo Federico VI era morto il 23 febbraio 1918 e che poiché era il primo nella linea di successione egli era stato chiamato al trono.[6] Fu anche inviata una petizione ad accettare il trono a Carlo Michele dai cittadini del Meclemburgo-Strelitz in quanto volevano mantenere la loro indipendenza e non essere uniti al Meclemburgo-Schwerin.[6] Tuttavia Carlo Michele non la ricevette mai, così scrisse una lettera privata confermando la sua volontà di rinunciare ai suoi diritti a regnare sul Meclemburgo-Strelitz, anche se la lettera non raggiunse Federico Francesco IV, che fungeva da reggente per Meclemburgo-Strelitz, fino gennaio 1919[6] dopo la caduta delle monarchie tedesche. Di conseguenza la questione della successione non poté essere risolta in tempo e i due grandi ducati Meclemburgo divennero indipendenti stati liberi nella repubblica di Weimar.

Carlo Michele alla fine lasciò la Russia con la sua famiglia giungendo prima in Francia prima di andare in esilio in Danimarca.[6] Mentre si trovava in Danimarca fu Presidente della Società di beneficenza di mutuo per ufficiali russi in Danimarca.[7] Nel 1921 fu pagato cinque milioni di marchi da parte del governo del Meclemburgo in cambio della rinuncia al suo diritto al trono di Strelitz.[8] Nell'aprile 1930 egli tornò in Germania e si stabilì nella sua tenuta, il castello di Remplin.[9]

Carlo Michele adottò suo nipote Giorgio, Conte di Carlow figlio morganatico di suo fratello Giorgio Alessandro (1859–1909) l'11 settembre 1928 e confermato dal tribunale di Malchin il 5 ottobre 1928.[10] Carlo Michele morì a Remplin in Germania e fu succeduto come capo della casata granducale dal nipote e figlio adottivo l'ex conte di Carlow, il Duca Giorgio di Meclemburgo.[11]

Titoli, trattamento, onorificenze e stemmaModifica

Titoli e trattamentoModifica

  • 17 giugno 1863 – 6 dicembre 1934: sua altezza reale Duca Carlo Michele di Meclemburgo, Principe di Meclemburgo-Strelitz

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona Wendica

AscendenzaModifica

Carlo Michele, Duca di Meclemburgo-Strelitz Padre:
Duca Giorgio Augusto di Meclemburgo-Strelitz
Nonno paterno:
Giorgio, Granduca di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonno paterno:
Carlo II, Granduca di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Duca Carlo Luigi Federico di Meclemburgo, Principe di Mirow
Trisnonna paterna:
Principessa Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonna paterna:
Principessa Federica d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Principe Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Contessa Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Nonna paterna:
Principessa Maria di Assia-Kassel
Bisnonno paterno:
Langravio Federico d'Assia-Kassel
Trisnonno paterno:
Federico II, Langravio d'Assia-Kassel
Trisnonna paterna:
Principessa Maria di Gran Bretagna
Bisnonna paterna:
Principessa Carolina di Nassau-Usingen
Trisnonno paterno:
Carlo Guglielmo, Principe di Nassau-Usingen
Trisnonna paterna:
Contessa Carolina Felicita di Leiningen-Dagsburg
Madre:
Granduchessa Ekaterina Michajlovna di Russia
Nonno materno:
Granduca Michail Pavlovič di Russia
Bisnonno materno:
Paolo I di Russia
Trisnonno materno:
Pietro III di Russia
Trisnonna materna:
Principessa Sofia di Anhalt-Zerbst
Caterina II di Russia
Bisnonna materna:
Duchessa Sofia Dorotea di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico II Eugenio, Duca di Württemberg
Trisnonna materna:
Margravia Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Nonna materna:
Principessa Carlotta di Württemberg
Bisnonno materno:
Principe Paolo di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico I del Württemberg
Trisnonna materna:
Duchessa Augusta di Brunswick-Wolfenbüttel
Bisnonna materna:
Principessa Carlotta di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno materno:
Federico, Duca di Sassonia-Altenburg
Trisnonna materna:
Duchessa Carlotta Giorgina di Meclemburgo-Strelitz

NoteModifica

  1. ^ Almanach de Gotha, 1891, pp. 55.
  2. ^ Almanach de Gotha, 1910, pp. 61.
  3. ^ Mecklenburg-Strelitz, Beiträge zur Geschichte einer Region, pp. 187.
  4. ^ a b L'Allemagne Dynastique, Tome VI : Bade-Mecklembourg, pp. 232.
  5. ^ Czar and Czarina are under arrest (PDF), New York Times, 22 marzo 1917. URL consultato il 28 ottobre 2007.
  6. ^ a b c d e Mecklenburg-Strelitz, Beiträge zur Geschichte einer Region, pp. 188.
  7. ^ John van der Kiste e Coryne Hall, Once A Grand Duchess, Sutton Publishing, 2004, pp. 177, ISBN 0-7509-3521-9.
  8. ^ Ex-Grand Duke's Record, The Guardian, 13 gennaio 1926.
  9. ^ Schloss Remplin, in Fitchburg Sentinel, 11 aprile 1930, pp. 12.
  10. ^ L'Allemagne Dynastique, Tome VI : Bade-Mecklembourg, pp. 235.
  11. ^ Mecklenburg-Strelitz, Beiträge zur Geschichte einer Region, pp. 188–189.
    «....Herzog Carl Michael verstarb am 6. Dezember 1934 in Remplin. Neues Oberhaupt des Strelitzer Fürstenhaus wurde sein neffe Herzog Georg....».

FontiModifica

  • (DE) Frank Erstling, Frank Saß, Eberhard Schulze e Harald Witzke, Das Fürstenhaus von Mecklenburg-Strelitz, in Mecklenburg-Strelitz, Beiträge zur Geschichte einer Region, Friedland, Steffen, aprile 2001, ISBN 3-9807532-0-4.
  • Michel Huberty, Alain Giraud e F. et B. Magdelaine, L'Allemagne Dynastique, Tome VI : Bade-Mecklembourg, ISBN 978-2-901138-06-8.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Duke Carl Michael, su mecklenburg-strelitz.org. URL consultato il House of Mecklenburg-Strelitz.
Controllo di autoritàVIAF (EN39753926 · ISNI (EN0000 0000 0532 4814 · GND (DE101885288 · CERL cnp00240444 · WorldCat Identities (ENviaf-39753926
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie