Celerina

comune svizzero
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio femminile, vedi Celerino.

Celerina (ufficialmente Celerina/Schlarigna, in cui Celerina è la denominazione in italiano e in tedesco, sola ufficiale fino al 1943, e Schlarigna ascolta[?·info], quella in romancio; tra il 1943 e il 1950 ufficialmente Schlarigna/Celerina[1]) è un comune svizzero di 1 484 abitanti del Canton Grigioni, nella regione Maloja.

Celerina
comune
(IT) Celerina
(RM) Schlarigna
Celerina – Stemma
Celerina – Veduta
Celerina – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden.svg Grigioni
RegioneMaloja
Amministrazione
Lingue ufficialitedesco
romancio
Territorio
Coordinate46°30′44″N 9°51′33″E / 46.512222°N 9.859167°E46.512222; 9.859167 (Celerina)
Altitudine1 714 m s.l.m.
Superficie24,02 km²
Abitanti1 484 (2020)
Densità61,78 ab./km²
FrazioniCrasta
Comuni confinantiPontresina, Samedan, Sankt Moritz
Altre informazioni
Cod. postale7505
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3782
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Celerina
Celerina
Celerina – Mappa
Celerina – Mappa
Sito istituzionale

Geografia fisicaModifica

 
I laghi dell'Engadina con Celerina in primo piano e Sankt Moritz

Celerina è situato in Alta Engadina, sulla sponda sinistra dell'Inn; dista 3,5 km da Sankt Moritz, 54 km da Tirano, 75 km da Coira e 127 km da Lugano. Il punto più elevato del comune è la cima del Piz Saluver (3 159 m s.l.m.), sul confine con Samedan.

StoriaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La chiesa di San Gian
  • Chiesa riformata di Santa Maria in località Crasta, con campanile del XIV secolo[1];
  • Chiesa riformata di San Giovanni (San Gian), eretta nel 1478; nel 1682 uno dei due campanili fu squarciato da un fulmine e la sua guglia non fu ricostruita[1];
  • Chiesa riformata (Bel Taimpel), eretta nel 1669[1];
  • Chiesa cattolica di Sant'Antonio, eretta nel 1939[1].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella)[1]:

Abitanti censiti[2]

Lingue e dialettiModifica

La maggioranza della popolazione parla tedesco[1] (58,3%), mentre l'italiano è la seconda lingua più diffusa (19,3%)[senza fonte] e il romancio la terza[senza fonte] (13%[1]). Nel 1860 circa il 96% della popolazione era madrelingua romancia[1] puter, percentuale scesa poi al 76,9% nel 1880 e al 68% nel 1900. L'ultimo anno in cui il romancio fu la prima lingua a Celerina è stato il 1941[senza fonte].

Lingue a Celerina[senza fonte]
Lingue Censimento 1980 Censimento 1990 Censimento 2000
Abitanti Percentuale Abitanti Percentuale Abitanti Percentuale
tedesco 390 43,82 % 535 54,87 % 789 58,31 %
romancio 273 30,67 % 198 20,31 % 173 13 %[1]
italiano 178 20,00 % 176 18,05 % 261 19,29 %
Totale 890 100 % 975 100 % 1.353 100 %

Infrastrutture e trasportiModifica

 
La stazione di Celerina

È servito dalle stazioni di Celerina, di Celerina Staz e di Punt Muragl Staz della Ferrovia Retica, sulle linee dell'Albula e del Bernina.

AmministrazioneModifica

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

SportModifica

 
Planimetria della storica pista di bob, skeleton e slittino Olympia Bobrun St. Moritz-Celerina

Nel territorio comunale di Celerina si trova la Cresta Run, una storica pista naturale per bob e skeleton, che fu sede delle competizioni sino ai primi anni 1950 quando si iniziò[senza fonte] a gareggiare sulla pista Olympia Bobrun St. Moritz-Celerina, tracciato completamente naturale (non refrigerato artificialmente) che da Sankt Moritz conduce all'abitato di Celerina.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j Ottavio Clavuot, Celerina, in Dizionario storico della Svizzera, 16 febbraio 2005. URL consultato il 3 luglio 2022.
  2. ^ Dizionario storico della Svizzera

BibliografiaModifica

  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN134912200 · SBN MUSL000680 · LCCN (ENn83826741 · GND (DE4089090-9 · J9U (ENHE987007555213705171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83826741
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera