Apri il menu principale

Chiesa di San Francesco di Paola (Catanzaro)

chiesa cattolica di Catanzaro
Chiesa e Convento di San Francesco di Paola o dell’Addolorata[1][2]
Chiesa di San Francasco di Paola (Catanzaro).jpg
StatoItalia Italia
RegioneCalabria Calabria
LocalitàCatanzaro-Stemma.png Catanzaro
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareSan Francesco di Paola
OrdineOrdine dei frati minori cappuccini[1][3]
Arcidiocesi Catanzaro-Squillace
Consacrazione1727[1]
Stile architettonicoNeoclassico[1]
Inizio costruzione1577
Completamento1581[1][3]
Sito webSito ufficiale

Coordinate: 38°54′07.63″N 16°35′43.5″E / 38.90212°N 16.595416°E38.90212; 16.595416

La chiesa di San Francesco di Paola è un luogo di culto cattolico della città di Catanzaro.

StoriaModifica

Le date sull'edificazione della chiesa sono incerte: infatti, secondo lo storico Vincenzo D’Amato attribuisce la costruzione al 1572, mentre per Luise Gariano e il frate cappuccino Giovanni Fiore, attestano la costruzione tra il 1577 e il 1581. Quest'ultima ipotesi appare la più probabile, in quanto, secondo gli Acta Capitulorum Generalium Ordinis Minimorum, questa chiesa venne accettata dall'Ordine dei frati minori cappuccini nel Capitolo di Barcellona nel 1581[1].

La chiesa sorge sul colle San Trifone, conosciuto oggi come colle San Rocco[2], dopo la costruzione, nel 1565, della chiesa di San Rocco[1].

La sua consacrazione avvenne nel 1727, per mano del vescovo di Oppido Giuseppe Maria Perrimezzi.

ArchitetturaModifica

La facciata risale alla fine del XVIII secolo, quando fu ricostruita a seguito dei danni ripo.rtati dal terremoto del 1783[1][3]. In precedenza, la chiesa subì altri resturi, in particolare dopo il sisma del 1638[1]. Nel 1715 la struttura fu rialzata di dodici palmi[1].

La facciata presenta due campanili, tra le quali spicca il timpano decorato in stile neoclassico, sorretto da due paraste di ordine corinzio poggiate su un grande basamento[1].

L'interno ha una pianta a navata unica[3] affiancata da due cappelle per ogni lato e quattro paraste sormontate da capitelli di ordine composito. Il presbiterio si presenta molto ampio, sovrastato da una falsa cupola e una volta a botte, entrambe di recente restaurazione[1].

L’arco santo è decorato con stucchi in stile tardo barocco, al cui interno sono visibili la torre e la palma, simboli caratteristici di Santa Barbara, mentre nella nicchia adiacente l'ingresso minore è presente la statua di Francesco di Sales[1].

Il coro è stato oggetto din restauri tra il 1901 e il 1903, finanziati da Tommaso Pudia e Filippo Catanzaro. Tra i lavori effettuati, c'è la costruzione dell'altare maggiore in stile neo gotico, con al centro la statua di San Francesco di Paola[1][3].

Tra le opere d’arte all'interno della chiesa si notano la tela del XVIII secolo della Madonna della Lettera, ed una seconda raffigurante Gesù nell’orto del Getsemani[1][3].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o San Francesco di Paola[collegamento interrotto], visitcatanzaro.it. URL consultato il 21 aprile 2018.
  2. ^ a b Chiesa e Convento di S. Francesco di Paola o dell’Addolorata, comunecatanzaro.it. URL consultato il 23 aprile 2018.
  3. ^ a b c d e f Chiesa di San Francesco – sec. XVI, italiavirtualtour.it. URL consultato il 23 aprile 2018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Altri progettiModifica