Apri il menu principale
Chiusella
Chiusella tra vistrorio e issiglio.jpg
Il torrente tra Vistrorio e Issiglio
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Lunghezza41,2 km[1]
Portata media6,1 m³/s[2]
Bacino idrografico212,9 km²[2]
Altitudine sorgente2 300 m s.l.m.[3]
NasceMonte Marzo
SfociaDora Baltea
45°24′06.4″N 7°55′05.53″E / 45.401778°N 7.918203°E45.401778; 7.918203Coordinate: 45°24′06.4″N 7°55′05.53″E / 45.401778°N 7.918203°E45.401778; 7.918203
Mappa del fiume

Il Chiusella (Ciusèla in piemontese, Chauselle in francese) è un torrente che scorre lungo la valle a cui dà il nome (Valchiusella), in città metropolitana di Torino, nel Canavese. Nasce dal Monte Marzo, per confluire nella Dora Baltea, dopo un percorso di più di 40 km. Il perimetro del suo bacino è di 83 km.[1]

PaleogeografiaModifica

 
Le gole di Garavot

Secondo i geologi l'alto bacino idrografico del Chiusella è stato oggetto in passato di un fenomeno di cattura da parte della Dora Baltea. Circa 150.000 anni fa il Chiusella a valle dell'attuale diga della Gurzia doveva infatti scorrere in direzione sud-ovest per andare poi a confluire nell'Orco in sinistra idrografica. Prima dell'ultima glaciazione però le montagne della zona si sollevarono cambiando la configurazione altimetrica dell'area circostante il lago. La maggiore pendenza e la minore resistenza all'erosione delle rocce sul lato orientale del torrente provocarono l'aumento della forza erosiva dei piccoli corsi d'acqua che scendendo in direzione sud-est andavano a confluire nella Dora Baltea. Uno di essi, spostando verso l'alto la testata del proprio piccolo bacino, scavò la profonda forra ancor oggi osservabile a valle del Lago Gurzia e finì per catturare il Chiusella. Questo venne così incanalato nella marcata ansa a gomito a valle della quale, dirigendosi verso est, va oggi a confluire nella Dora.[4]

PercorsoModifica

Il Chiusella nasce alle pendici del monte Marzo. Percorre la Valchiusella toccando i comuni di Traversella, Vico Canavese, Meugliano, Alice Superiore. Nei pressi di Issiglio riceve il suo affluente principale, il Torrente Savenca. Attraversa prima le suggestive Gole di Garavot nel comune di Alice Superiore e quindi, nei pressi di Vidracco, viene sbarrato a scopo idroelettrico dalla diga della Gurzia. A valle dell'invaso il Chiusella transita in un secondo tratto profondamente incassato nella roccia e cambia bruscamente direzione volgendosi verso est e dirigendosi verso la Dora Baltea. Dopo essere stato scavalcato prima dall'autostrada A5, poi dalla SS26 ed infine dalla ferrovia Aosta-Chivasso confluisce nella Dora nelle campagne di Cerone (comune di Strambino) a 223 m di quota.

Principali affluentiModifica

 
Il torrente in pianura (Romano C.se)

Eventi alluvionaliModifica

Nel novembre 2000 insieme alla Dora Baltea e l'Orco diede luogo ad inondazioni e devastazioni anche gravi.

I ponti sul ChiusellaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b AA.VV., Elaborato I.c/5 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 21 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2012).
  2. ^ a b AA.VV., Elaborato I.c/7 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 21 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  4. ^ Genesi dell'anfiteatro di Ivrea, AA.VV., Privincia di Torino, on-line in formato .pdf su www.provincia.torino.it (consultato nel giugno 2010)

Altri progettiModifica

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte