Apri il menu principale
Ciao Enrica
PaeseItalia
Anno1987
Generetalk show, varietà
Edizioni1
Durata90 min
Lingua originaleitaliana
Crediti
ConduttoreEnrica Bonaccorti
Casa di produzioneRTI
Rete televisivaCanale 5

Ciao Enrica è stato un programma televisivo italiano di genere talk show e varietà, condotto da Enrica Bonaccorti e trasmesso da Canale 5 dal 28 settembre al 31 dicembre 1987, dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 20.[1]

Il programmaModifica

Si trattava di un programma preserale voluto da Pippo Baudo, all'epoca direttore artistico della rete,[2] in luogo di Studio 5, trasmissione in onda nella stagione precedente nel medesimo orario con la conduzione di Marco Columbro e Roberta Termali.

La trasmissione alternava momenti di interviste a personaggi dello spettacolo e della politica, momenti interattivi con il pubblico da casa che poneva le sue domande alla conduttrice e spazi musicali.[3]

La sigla iniziale, intitolata anch'essa Ciao Enrica, era realizzata da Enrico Papa, e pubblicata come lato B del singolo Quanto costa sognare di Sandra Mondaini (nei panni di Sbirulino).

AccoglienzaModifica

La trasmissione, il cui titolo iniziale era Ciao America,[4] non riscosse il successo sperato, ottenendo un ascolto medio di un milione e 800mila spettatori[2] e perdendo la sfida contro il diretto competitor in onda su Rai 1, Ieri, Goggi e domani, condotto da Loretta Goggi.[5] Per questo motivo, la trasmissione fu sospesa già dopo il 31 dicembre 1987.[6][7]

Si trattava del primo programma condotto su Canale 5 dalla Bonaccorti, che era passata sulle reti Fininvest nell'estate di quell'anno, lasciando Rai 1 dove nelle stagioni precedenti si era affermata grazie a Italia sera e Pronto, chi gioca?.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Laura Delli Colli, Per "Ciao Enrica" debutto a Canale 5, in la Repubblica, 16 settembre 1987. URL consultato il 19 giugno 2016.
  2. ^ a b Anna Maria Mori, Baudo: "Canale 5, che errore", in la Repubblica, 31 maggio 1988. URL consultato il 19 giugno 2016.
  3. ^ Beniamino Placido, È tornata Enrica dal cuore di mica, in la Repubblica, 30 settembre 1987. URL consultato il 19 giugno 2016.
  4. ^ Daniela Brancati, "Abbiamo la squadra più forte di tutte", in la Repubblica, 7 agosto 1987. URL consultato il 19 giugno 2016.
  5. ^ Tutto lo spettacolo in un Loretta Show, in la Repubblica, 9 ottobre 1987. URL consultato il 19 giugno 2016.
  6. ^ Mancanza di audience e Raidue abolisce "Cinema che follia", in la Repubblica, 16 aprile 1988. URL consultato il 19 giugno 2016.
  7. ^ Il programma compare nel palinsesto secondo Stampa Sera del giovedì 31 dicembre 1987, ma il 4 gennaio 1988 risulta essere stato sostituito dai telefilm I cinque del quinto piano e I Robinson.
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione