Apri il menu principale
Ieri, Goggi e domani
PaeseItalia
Anno1987 - 1988
Genererotocalco, varietà
Durata90 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreLoretta Goggi
RegiaGianni Brezza
Casa di produzioneRAI
Rete televisivaRaiuno

Ieri, Goggi e domani è stato un varietà televisivo condotto da Loretta Goggi e trasmesso in diretta da Rai Uno a partire dal 12 ottobre 1987 fino al 25 marzo 1988 per 120 puntate alle ore 18:00.[1].

Indice

Il programmaModifica

Loretta conduce, per la regia di Gianni Brezza, un rotocalco preserale che si occupa di spettacolo: cinema, teatro, cartoni animati, fumetti, rivista. Si rivivono i momenti gloriosi del mondo dello spettacolo attraverso filmati, gli ospiti in studio raccontano cosa stanno facendo e danno anticipazioni sul futuro immediato.[1] Nell'ultima settimana del programma la Goggi propone il nuovo LP Donna io donna tu, interamente firmato da Mario Lavezzi, nel quale sono incluse le due sigle Ma prima o poi e Da qui. Una prima sigla è stata Isolatamente, tratta però dall’album precedente di Loretta, C'è poesia due.

La trasmissione, vedeva Giampiero Mughini e Dario Salvatori come ospiti fissi, e come inviati Gigi Marzullo, Mimma Nocelli, Vincenzo Mollica, Vittoria Ottolenghi, Rodolfo Di Giammarco, Anna Benassi, Giorgio Guarino, Giuseppe Nava, Sergio Valentini e Pascal Vicedomini.

Il programma ottenne un grande successo, battendo quotidianamente il diretto concorrente Ciao Enrica, condotto da Enrica Bonaccorti su Canale 5 (che verrà in seguito soppresso per bassi ascolti), tanto che la Goggi in quell'annata vinse anche il Telegatto come personaggio televisivo femminile dell'anno.[1]

Cast tecnicoModifica

Regia: Gianni Brezza
Autori: Cristina Crocetti, Ludovica Ripa di Meana, Carla Vistarini
Costumi: Mario Ambrosino, Gianfranco Ferré
Direzione musicale: Mario Lavezzi
Sigla finale (ottobre-gennaio): Isolatamente di Loretta Goggi
Sigla iniziale (da febbraio): Ma prima o poi di Loretta Goggi
Sigla finale (febbraio-marzo): Da qui di Loretta Goggi

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Joseph Baroni, Dizionario della Televisione, Raffaello Cortina Editore, ISBN 88-7078-972-1.
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione