Cis (Italia)

comune italiano, in provincia autonoma di Trento
Cis
comune
Cis – Stemma Cis – Bandiera
Cis – Veduta
Panorama di Cis da Varollo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoFabio Mengoni (lista civica) dal 22-11-2010
Territorio
Coordinate46°23′58.89″N 11°00′05.71″E / 46.399693°N 11.001587°E46.399693; 11.001587 (Cis)Coordinate: 46°23′58.89″N 11°00′05.71″E / 46.399693°N 11.001587°E46.399693; 11.001587 (Cis)
Altitudine732 m s.l.m.
Superficie5,5 km²
Abitanti298[2] (30-4-2020)
Densità54,18 ab./km²
FrazioniViar, Mostizzolo[1]
Comuni confinantiBresimo, Caldes, Cles, Livo
Altre informazioni
Cod. postale38020
Prefisso0463
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022060
Cod. catastaleC727
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticisani
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cis
Cis
Sito istituzionale

Cis (IPA: /ˈʧis/) è un comune italiano di 298 abitanti[2] della provincia autonoma di Trento in Trentino-Alto Adige.

Geografia fisicaModifica

Il territorio del comune di Cis si trova geograficamente in Val di Sole, ai confini della Val di Non, pur facendo parte dal punto di vista amministrativo della Comunità della Val di Non. Si trova su un altipiano discendente posto tra i torrenti Noce a sud e Barnés, affluente di sinistra del Noce, a nord-est. Parte del territorio comunale è la località Mostizzolo, il principale punto di transito tra le valli di Non e di Sole, dove si trova il ponte che attraversa la forra in cui scorre il torrente Noce prima di immettersi nel lago di Santa Giustina.[3]

Lo stemmaModifica

BlasonaturaModifica

Lo stemma ha uno sfondo di due colori (rosso e verde); nel mezzo emerge un castello e sopra è raffigurata una stretta di mano mentre nel basso scorre il torrente Barnes.

CoronaModifica

Murale di Comune.

OrnamentiModifica

A destra una fronda d'alloro, a sinistra una fronda di quercia, legate da un nodo d'oro e azzurro.

GonfaloneModifica

Bianco accostato da 2 pali, rosso a destra e a sinistra verde, pendente da un bilico e terminante in 5 merli guelfi rovesciati, bordato e frangiato d'argento.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
Veduta dell'abitato di Cis con la chiesa di San Giorgio sullo sfondo.

Architetture religioseModifica

Architetture militariModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

Ripartizione linguisticaModifica

Nel censimento del 2001 il 3,34% della popolazione (10 persone) si è dichiarato "ladino".[6]

Infrastrutture e trasportiModifica

La località Mostizzolo è attraversata dalla Strada statale 42 del Tonale e della Mendola. Presso il bivio, poco prima del ponte che scavalca la forra del Noce ha inizio la strada statale 43 della Val di Non.

A Mostizzolo è presente inoltre l'omonima stazione ferroviaria della linea Trento-Malé-Mezzana, inaugurata nel 1964 in sostituzione della preesistente tranvia.

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
22 novembre 2010 10 maggio 2015 Fabio Mengoni Lista civica Sindaco [7]
11 maggio 2015 21 settembre 2020 Fabio Mengoni Lista civica Sindaco
22 settembre 2020 in carica Fabio Mengoni Lista civica Sindaco

NoteModifica

  1. ^ Statuto di Cis, su dait.interno.gov.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2020.
  3. ^ Cis in breve, su comune.cis.tn.it, 21 novembre 2014. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  4. ^ Chiesa San Giorgio, su comune.cis.tn.it. URL consultato il 22 agosto 2017.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti | Trentino, su trentinocorrierealpi.gelocal.it. URL consultato il 10 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2013).
  7. ^ Mandato elettorale 2010 - 2015, su comune.cis.tn.it, 17 novembre 2014. URL consultato il 10 novembre 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233921967 · WorldCat Identities (ENviaf-233921967
  Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Trentino-Alto Adige